Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

13 febbraio 2015

Appalti, Ance: meno criteri economici e più spazio alla qualità

13/02/2015 - Limitare il ricorso al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa;  contrastare il sistematico ricorso a commissari straordinari; investire nella formazione tecnica dei funzionari pubblici.   Sono solo alcune delle proposte avanzate da Paolo Buzzetti, presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) alla Commissione Lavori pubblici del Senato, nell’ambito dell’esame del disegno di legge di recepimento delle direttive europee su appalti e concessioni.   L’Ance suggerisce di limitare le possibilità di utilizzo del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa negli appalti sotto soglia comunitaria, prevedendo un limite di 2,5 milioni di euro al di sotto del quale le stazioni appaltanti non possano utilizzare tale criterio. Al di sopra di tale importo, e fino alla soglia comunitaria, dovrebbe essere limitato ad appalti di una certa complessità tecnica.   Ma..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria