Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

2 ottobre 2015

Appalti, la riforma avverrà in due tempi nell’arco del 2016

02/10/2015 – La Riforma degli appalti avrà un avvio a scaglioni. Lo ha deciso la Commissione Ambiente della Camera con il via libera al disegno di legge delega che sta gettando le basi per riscrivere la disciplina dei contratti pubblici. Le date del nuovo Codice Appalti Entro il 18 aprile 2016 dovrà essere approvato il decreto legislativo per il recepimento delle direttive 2014/23/Ue sui contratti di concessione, 2014/24/Ue sugli appalti pubblici (che abroga la direttiva 2004/18/CE) e 2014/25/Ue sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali (che abroga la direttiva 2004/17/CE). Il decreto abrogherà le parti del vecchio Codice Appalti (D.lgs. 163/2006) in contrasto con le direttive europee e introdurrà disposizioni di coordinamento, transitorie e finali.. Il nuovo Codice Appalti vero e proprio sarà invece approvato entro il 31.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231