Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

16 maggio 2016

Appalti, le Regioni avranno voce in capitolo nella programmazione delle opere strategiche

16/05/2016 – Corsa ad ostacoli per l’attuazione del nuovo Codice Appalti. Oltre alle linee guida dell’ANAC, alcune già in consultazione, è prevista l’adozione di altri decreti (ministeriali, del Presidente della Repubblica e del Presidente del Consiglio dei Ministri). Si tratta della nuova “soft law”, cioè varie norme di dettaglio invece di un unico regolamento attuativo. In alcune di queste norme attuative, è previsto l’intervento delle Regioni e delle Province Autonome. Lo ha sottolineato Itaca, Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale, con un documento che analizza la portata del D.lgs. 50/2016. Se da una parte la partecipazione degli Enti locali risponderà alle esigenze dei territori, dall’altra bisogna considerare che la riforma costituzionale ha riscritto le competenze delle Regioni. Bisogna quindi capire quanto queste riusciranno.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231