Articoli messi a disposizione da Modi S.r.l. - MOG 231 | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231
7
Ago

La Centrale di progettazione sarà operativa a breve

07/08/2020 - Ce ne eravamo quasi dimenticati, e invece la ‘Struttura nazionale per la progettazione di beni ed edifici pubblici’ o Centrale di progettazione sta prendendo forma: l’Agenzia del Demanio ha pubblicato oggi l’avviso di selezione per 50 profili professionali tecnici e amministrativi di grande esperienza da assegnare in via temporanea alla nuova Struttura incardinata nell’Agenzia del Demanio.   I 50 esperti saranno reclutati dal mondo della Pubblica Amministrazione (incluse particolarmente Università ed Enti Pubblici di Ricerca) per rendere immediatamente operativa la Struttura per la Progettazione di beni ed edifici pubblici. La Struttura (istituita ai sensi dell’art.1 commi 162-170 della Legge 145/2018) si occupa di fornire, su richiesta delle Amministrazioni centrali e territoriali, servizi di progettazione al fine di favorire lo sviluppo e l’efficienza degli investimenti pubblici.   Si tratta di una prima..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Ago

Superbonus 110%, ecco il Decreto Requisiti Tecnici

07/08/2020 - Il decreto interministeriale che definisce requisiti tecnici e massimali di costo per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici agevolati da ecobonus, bonus facciate e superbonus 110% è stato firmato ieri dai Ministri dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, dell’Ambiente Sergio Costa, dell’Economia Roberto Gualtieri, e delle Infrastrutture Paola De Micheli.   DM Requisiti tecnici e massimali di costo Il DM definisce gli interventi che godono delle agevolazioni, i costi massimi per singola tipologia di intervento e le procedure e le modalità di esecuzione dei controlli a campione. Nel testo è stata inserita la possibilità di applicare l’incentivo ai microgeneratori a celle di combustione (idrogeno) ed è stato chiarito che anche le porte d’ingresso sono detraibili, oltre alle finestre, poiché contribuiscono all’efficientamento energetico dell’edificio.   DM..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Ago

Sismabonus acquisti, l’incremento volumetrico è sempre permesso?

07/08/2020 – L’incremento volumetrico è di ostacolo alla fruizione del sismabonus acquisti? L’asseverazione tecnica va sempre chiesta al momento della richiesta del titolo abilitativo urbanistico?   A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 244/2020 che riassume i requisiti oggettivi per accedere al beneficio e la documentazione necessaria per accedere all’agevolazione.     Sismabonus acquisti: vale per gli interventi volumetrici Nel caso in esame, un’impresa di costruzione intende realizzare, in zona sismica 1, un progetto di demolizione e ricostruzione di tre fabbricati a destinazione residenziale con aumento di cubatura. La società vuole sapere se l’incremento volumetrico sia di ostacolo al godimento del beneficio. L’Agenzia ricorda che la disposizione normativa prevede, per gli acquirenti, la possibilità di fruire della detrazione fiscale anche per gli interventi realizzati "mediante..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Ago

Pavimento in laminato: bello da vedere, facile da posare

07/08/2020 - Ristrutturare casa non vuol dire solo fare demolizioni e ricostruzioni. Si può intervenite dando un tocco di novità anche senza ingombranti lavori, per esempio agendo solo sulle finiture, dando una rinfrescata alle pareti, sostituendo le porte interne o sovrapponendo un nuovo pavimento al vecchio. Tra i diversi pavimenti che si possono posare in sovrapposizione, quello più adatto è il pavimento in laminato. La facilità di posa di questo pavimento, lo ha reso molto usato anche nell’ambito del fai da te. La posa è flottante, cioè avviene senza l’uso di colle e adesivi, ma semplicemente tramite incastri maschio femmina, tanto che è anche usato anche per decorare pareti e soffitti. Il laminato è spesso confuso con il parquet, ma sono due materiali molto differenti tra di loro. In realtà, il laminato è un prodotto creato proprio per imitare il parquet; oggigiorno in commercio si..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Ago

Ecobonus, ok alla cessione del credito al fornitore di energia

07/08/2020 – Il credito di imposta corrispondente all’ecobonus può essere ceduto, in seconda battuta, al fornitore di energia elettrica dell’impresa che ha realizzato i lavori di efficientamento energetico. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 249/2020.   Ecobonus e cessione del credito, il caso Una società, dopo aver effettuato degli interventi di riqualificazione energetica, ha ricevuto dal suo cliente un credito corrispondente alla detrazione fiscale. La società, avendo intenzione di cedere tali crediti al proprio fornitore di energia elettrica, ha chiesto all’Agenzia delle Entrate se tale soggetto rientrasse tra i potenziali cessionari del credito di imposta.   Secondo la società, la cessione al proprio fornitore di energia elettrica doveva essere considerata possibile, in considerazione del collegamento esistente tra la fornitura e il processo produttivo.   Cessione del credito al..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Ago

In Umbria i Comuni potranno azzerare i costi di costruzione

07/08/2020 – L’Umbria ha previsto una riduzione del contributo di costruzione in misura non inferiore al 20%, fino al completo azzeramento, per tutti gli interventi.    La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’urbanistica e lavori pubblici, Enrico Melasecche, ha preadottato la nuova normativa che, in attuazione del Dl semplificazioni, estende ai prossimi tre anni il periodo in cui i Comuni possono ridurre, anche fino all’azzeramento, il contributo di costruzione. A differenza della norma nazionale, però, che si applica solo agli interventi di rigenerazione urbana, la norma umbra si applica a tutti gli interventi.      Taglio ai costi di costruzione per altri 3 anni La misura, adottata per agevolare la ripresa dell’attività edilizia, prevede la riduzione dei valori del contributo di costruzione, in analogia alle disposizioni contenute nel Regolamento regionale 2/2015 attuativo della..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Ago

Superbonus 110%, ANCE in sinergia con le banche per sostenere le imprese edili

06/08/2020 - Un pacchetto di soluzioni dedicato alle aziende del settore edile in coerenza con quanto previsto dal Decreto Rilancio e, in particolare, attraverso il meccanismo dell’ecobonus e del sismabonus con agevolazione convertibile in credito d’imposta al 110% cedibile (superbonus 110%) anche a banche e istituzioni finanziarie.   Lo hanno attivato Intesa Sanpaolo ed ANCE, Associazione Nazionale Costruttori Edili, per cogliere l’opportunità di rilancio del comparto edile stimata in circa 14 miliardi di euro di crediti fiscali, con il contemporaneo sostegno e la creazione di migliaia di posti di lavoro.   Intesa Sanpaolo, nella consapevolezza della necessità di contribuire alla ripartenza del settore e al fine di massimizzare l’efficacia degli incentivi pubblici, metterà a disposizione delle imprese appartenenti al sistema ANCE delle soluzioni di finanziamento per rispondere ad un duplice bisogno: sostenere le aziende nella..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Ago

Appartamenti in condominio, quando hanno diritto al superbonus 110%?

06/08/2020 – Anche gli appartamenti di un condominio possono ottenere il superbonus 110% sugli interventi di efficientamento energetico, ma solo a determinate condizioni.   Il Decreto Rilancio (Legge 77/2020), che ha istituito il superbonus 110%, mira ad incentivare maggiormente gli interventi di riqualificazione energetica globale, ma questo non significa che anche gli interventi minori non possano ottenere la detrazione fiscale maggiorata.   L’importante è che i lavori nell’appartamento siano effettuati congiuntamente a uno degli interventi trainanti.   Superbonus 110%, gli interventi trainanti Rispondendo ad una Faq, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che chi vive in condominio può fruire del superbonus per tutti gli interventi sulle parti comuni che danno diritto alla detrazione al 110%.   Limitandoci agli interventi di efficientamento energetico sulle parti comuni in condominio, in base al Decreto Rilancio,..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Ago

Dispositivi no-touch per la sicurezza anti-Covid

06/08/2020 – In questo periodo di distanziamento sociale e di attenzione alla pulizia, stanno assumendo sempre maggiore importanza dispositivi che permettono l’espletamento di alcune funzioni senza un contatto diretto.   Sia che si tratti di dispenser contenente gel igienizzanti sia che si tratti di lavabi multifunzione, è sempre più ricercata la funzione no-touch.   Rubinetti lavabo ad infrarossi EUROSMART COSMOPOLITAN E + POWERBOX di Grohe è un miscelatore elettronico per lavabo con comando ad infrarossi con blocco di sicurezza dopo 60 secondi e funzione autopulizia in stand-by per 3 minuti.   Un altro esempio è RAN di Rubinetterie Treemme realizzato in ottone e caratterizzato da un aspetto minimale, composto da un corpo cilindrico ed un piano sottilissimo che nasconde alla vista l’aeratore.   C’è anche SENSITIVE di newform un miscelatore regolabile manualmente, con comando di apertura..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Ago

APE, asseverazioni e calcolo dei requisiti: gli step per ottenere il superbonus 110%

06/08/2020 – Il superbonus 110% sta destando molto interesse tra i contribuenti per l’alta percentuale di detrazione che offre, ma anche perché, in determinate condizioni, consente di effettuare gli interventi a costo zero optando per lo sconto immediato in fattura.   Vediamo, in base alle disposizioni del Decreto Rilancio (Legge 77/2020) cosa bisogna fare per ottenere il superbonus 110% ed eventualmente optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito.   Superbonus 110% per gli interventi di efficientamento energetico Per usufruire del superbonus per gli interventi di efficientamento energetico, è necessario acquisire l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) prima dell’intervento, in modo da fotografare le condizioni di partenza dell’edificio. Bisogna poi rivolgersi ad un tecnico che rediga il progetto degli interventi di efficientamento energetico necessari ad ottenere un miglioramento della prestazione energetica..
Continua a leggere su Edilportale.com