Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

7 settembre 2015

Ascensori per disabili, ok anche se riducono gli spazi comuni

07/09/2015 – Un ascensore per disabili può essere installato anche se riduce la larghezza della scala condominiale. Inoltre, i lavori possono essere autorizzati anche in deroga alle regole sulla maggioranza previste per le innovazioni ordinarie. È questa, in sintesi, la conclusione cui è arrivata la Corte di Cassazione che, con la sentenza 16846/2015, ha respinto il ricorso di un condominio. A detta dei ricorrenti, l’installazione dell’ascensore arrecava un danno ai condòmini compromettendo l’utilizzo della cosa comune. I giudici hanno affermato invece che, nel valutare la presenza di eventuali danni, bisogna confrontare gli interessi delle parti. In questo caso, i disagi lamentati dai condòmini sono controbilanciati dal normale utilizzo del bene comune da parte del condomino portatore di handicap. D’altro canto, i ricorrenti avevano obiettato che la delibera per l’autorizzazione.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231