Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

24 ottobre 2016

attività in presenza e attività online

 

le caratteristiche, le tipologie di obiettivi didattici, le modalità di erogazione del corso

attività in presenza e attività online

LE ATTIVITÀ DIDATTICHE La progettazione delle attività didattiche è condizionata da: • le caratteristiche delle metodologie didattiche precedentemente definite • le tipologie di obiettivi didattici che si intende veicolare attraverso le stesse attività • le modalità di erogazione del corso (online, blended, ecc.) elearning formazione didatticaNel caso in cui si scelga di affrontare un percorso in modalità blended, si stabilisce come organizzare il mix di attività in presenza e a distanza: in particolare si deve definire la quantità e la frequenza degli incontri in presenza e la tipologia degli stessi. Per esempio, si potrebbe decidere che le attività “strategiche” di presentazione e conclusione dei corsi siano svolte in presenza, mentre le attività strettamente collegate alla trasmissione di contenuti e competenze siano demandate alla parte online; oppure si potrebbero organizzare incontri in presenza meno sporadici e di più giorni, durante i quali affrontare attività strettamente didattiche che integrino quelle online. Una volta stabilita la modalità di erogazione è utile progettare e descrivere all’interno del formato didattico ogni attività, in presenza o a distanza, sulla base delle sue caratteristiche salienti. In particolare è necessario definire l’obiettivo delle singole attività (ovvero se sono finalizzate allo studio di contenuti, alla produzione di materiali o allo svolgimento di procedure e compiti) e le modalità di coinvolgimento dei vari soggetti (discenti, tutor, docenti che sono chiamati a interagire con modalità e frequenza da stabilire). Queste scelte, in primo luogo, hanno ricadute sugli aspetti organizzativi poiché è richiesta sia la definizione dei luoghi (ove svolgere eventuali attività in presenza), sia l’organizzazione delle figure professionali coinvolte nella produzione ed erogazione. Attività di differenti tipologie presentano, inoltre, un impatto molto forte sull’aspetto tecnologico, sia a livello di piattaforme e strumenti di erogazione (attività di tipo collaborativo che richiedano lo svolgimento di attività sia sincrone che asincrone devono essere supportate da strumenti che ne permettano lo svolgimento), sia a livello di contenuti. Il rapporto tra attività e contenuti è, infatti, molto forte e può essere interpretato secondo differenti modalità. 

LA PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ IN PRESENZA

All’interno del panorama attuale sono molti i casi di e-learning che prevedono un percorso in formato blended con svolgimento di attività in presenza di differenti tipologie. La decisione di inserire attività in presenza all’interno di un percorso può essere motivata da differenti fattori. Innanzitutto, occasioni di incontro e confronto reali creano coinvolgimento sia nei corsisti che affrontano il percorso con maggiore motivazione, sia nei docenti che, entrando in contatto con i discenti, si sentono più partecipi dell’iniziativa. Un buon coinvolgimento dei differenti soggetti facilita la comunicazione online e, di conseguenza, aumenta l’efficacia e l’efficienza dell’intervento formativo. In questo senso possono essere progettate dalle attività di promozione, presentazione e conclusione del percorso, oltre ad attività trasversali (conferenze concernenti l’oggetto del corso, visite in luoghi di interesse, ecc.) da svolgersi in luoghi slegati dalle regolari aule di formazione. 

LA PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ ONLINE

Le attività online che possono essere inserite in un percorso di e-learning sono varie: procedendo a una necessaria semplificazione, si possono individuare tre categorie di attività online sulla base della tipologia e della frequenza dell’interazione. blended con svolgimento di attività in presenza di differenti tipologie. La decisione di inserire attività in presenza all’interno di un percorso può essere motivata da differenti fattori. Innanzitutto, occasioni di incontro e confronto reali creano coinvolgimento sia nei corsisti che affrontano il percorso con maggiore motivazione, sia nei docenti che, entrando in contatto con i discenti, si sentono più partecipi dell’iniziativa. Un buon coinvolgimento dei differenti soggetti facilita la comunicazione online e, di conseguenza, aumenta l’efficacia e l’efficienza dell’intervento formativo. In questo senso possono essere progettate dalle attività di promozione, presentazione e conclusione del percorso, oltre ad attività trasversali (conferenze concernenti l’oggetto del corso, visite in luoghi di interesse, ecc.) da svolgersi in luoghi slegati dalle regolari aule di formazione.

elearningattività in presenza e attività online

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231