1 mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella) - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts by mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)

17
Gen

Consumo di suolo, Ance propone una ‘rivoluzione culturale’

17/01/2019 – Promuovere una rivoluzione culturale per rendere il processo di rigenerazione urbana conveniente e aderente alla realtà. È la proposta per il contrasto al consumo di suolo presentata dall’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) in audizione presso le Commissioni riunite Agricoltura e Territorio ed Ambiente del Senato. L’Ance, rappresentata dal vicepresidente Filippo Delle Piane, ha presentato una serie di proposte per far sì che i disegni di legge n. 86 e n.164 risolvano le criticità presenti nel patrimonio edilizio e infrastrutturale, evitando che restino provvedimenti avulsi dalla realtà. Consumo di suolo netto pari a zero e rigenerazione L’Ance ha spiegato che l’obiettivo europeo del “consumo netto pari a zero” non impone il divieto di occupazione di nuovo territorio. L’occupazione infatti è consentita a condizione che “avvenga a saldo zero”,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Gen

Professionisti e imprese, più vicini i pagamenti della PA

17/01/2019 – Sta per sbloccarsi la situazione di professionisti e imprese che vantano crediti nei confronti di Regioni ed Enti locali. È attiva la piattaforma con cui Cassa Depositi e Prestiti (CdP) anticiperà ai fornitori i pagamenti della Pubblica Amministrazione maturati al 31 dicembre 2018. Pagamenti PA, la soluzione di Cassa Depositi e Prestiti CdP presterà agli Enti le risorse necessarie al pagamento dei debiti ai loro fornitori a condizioni favorevoli. In questo modo sarà possibile raggiungere un duplice obiettivo: non gravare sulle casse delle Pubbliche amministrazioni e far ottenere a professionisti e imprese la liquidazione dei loro crediti. La misura contribuirà a risolvere il problema della mancanza di liquidità, che in questi anni ha portato diversi soggetti a cessare la propria attività. Pagamenti PA, sull’Italia il faro di Bruxelles In Europa la Direttiva 2011/7/UE sui ritardi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
16
Gen

Sopraelevazione in aderenza a edificio confinante, ok con giunto antisismico

16/01/2019 – Realizzare una sopraelevazione non è sempre possibile. Oltre al rispetto delle norme urbanistiche sulle distanze minime e le altezze massime consentite, è fondamentale assicurare la sicurezza antisismica. Non sono invece importanti i materiali utilizzati. Questo, in sintesi, il giudizio espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza 121/2019. Sopraelevazione e normativa antisismica Secondo la Cassazione, per la corretta applicazione della normativa antisismica, non si può edificare innestando il proprio muro in aderenza a quello di una costruzione preesistente. Le due costruzioni devono rimanere separate da un giunto tecnico o da un altro accorgimento per ridurre la rigidità delle strutture e rendere flessibili le due unità in caso di terremoto. Non è importante, hanno sottolineato i giudici, la tecnica costruttiva utilizzata. Quello che rileva è che l’aggancio del nuovo manufatto.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
15
Gen

Appalti, procedure negoziate a maglie larghe solo nei piccoli Comuni

15/01/2019 – Limitare ai piccoli Comuni le deroghe al Codice Appalti introdotte con la Legge di Bilancio per il 2019. È l’obiettivo di un emendamento al ddl ‘Semplificazioni’ presentato dai senatori M5S Agostino Santillo, Stefano Patuanelli e Ugo Grassi. Codice Appalti, le deroghe della Legge di Bilancio 2019 Il comma 912 della legge di Bilancio per il 2019 amplia per un anno la portata degli affidamenti diretti e delle procedure negoziate. In attesa di una riforma più organica del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), fino al 31 dicembre 2019 le Stazioni Appaltanti potranno procedere all'affidamento di lavori di importo pari o superiore a 40mila euro e inferiore a 150mila euro mediante affidamento diretto previa consultazione, ove esistenti, di tre operatori economici. Per i lavori di importo compreso tra 150mila e 350mila euro si potrà utilizzare la procedura negoziata previa consultazione di.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
15
Gen

Progettazione, sparirà l’obbligo di pagare i professionisti se non si realizza l’opera?

15/01/2019 – Un passo indietro per le garanzie conquistate dai progettisti. Un emendamento al disegno di legge per la semplificazione, presentato dal Governo, propone di cancellare l’obbligo che la Pubblica Amministrazione paghi il professionista anche se non ottiene il finanziamento dell’opera progettata. Obbligo di pagamento del progettista a rischio scomparsa L’obbligo di pagamento al progettista, introdotto con il Codice Appalti del 2016 (D.lgs. 50/2016), rischia di scomparire riportando in uno stato di incertezza i professionisti che svolgono un incarico per la pubblica Amministrazione. Secondo l’emendamento del Governo, in caso di mancato finanziamento dell’opera progettata, al progettista verrebbe riconosciuta un’indennità comprensiva delle spese sostenute. Per la quantificazione dell’indennità da versare al progettista, l’emendamento ipotizza una sorta di “Decreto Parametri-ter”,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
14
Gen

La casa è troppo piccola? Ecco il Piano Casa dei sogni

14/01/2019 – Ampliare la propria abitazione è il desiderio di molti. In Italia non sempre è facile data la densità abitativa delle città, la normativa e i vincoli presenti. Al di là delle possibilità offerte dai piani casa regionali, ecco qualche caso pratico di ampliamento e sopraelevazione realizzati nel mondo che può servire come ispirazione. Feisteinveien, Stavanger - Norvegia Il nuovo volume sembra poter scorrere per incastrarsi o, all'occorrenza, essere estratto dall'edificio preesistente. Foto: Archilovers - Tom Auger Paramount Residence Alma, Sesto - Italia Per ampliare la guest house altoatesina, partendo da un sottotetto inutilizzato è stato realizzato un cappello angolare che crea un nuovo volume fino al piano terra. Foto: Archilovers - Hertha Hurnaus - Photography Un'altra prospettiva Foto: Archilovers - Hertha Hurnaus - Photography Cabin.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Gen

Fattura elettronica, come si paga il bollo?

11/01/2019 – Il pagamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse in ogni trimestre solare, a partire dal 1° gennaio 2019, deve essere effettuato entro il giorno 20 del primo mese successivo. Lo stabilisce il DM 28 dicembre 2018, pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Imposta di bollo e fattura elettronica, i tempi per il pagamento Il decreto da una parte stabilisce che il pagamento dell’imposta relativa agli atti, ai documenti e ai registri emessi o utilizzati durante l’anno deve avvenire in un’unica soluzione entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio. Per quanto riguarda le fatture elettroniche emesse in ciascun trimestre solare, il pagamento dell’imposta deve essere eseguito entro il giorno 20 del primo mese successivo. L’Agenzia delle Entrate rende noto l’ammontare dell’imposta sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di interscambio.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Gen

Ai piccoli Comuni 400 milioni per la sicurezza di edifici pubblici e strade

11/01/2019 – In arrivo 400 milioni di euro che finanzieranno la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale nei Comuni con popolazione fino a 20mila abitanti. È stato approvato, inaspettatamente, nei termini previsti, il decreto del Ministero dell’Interno che assegna ai piccoli Comuni le risorse stanziate dalla Legge di Bilancio per il 2019. Scopri i Comuni beneficiari Sicurezza edifici e strade, 400 milioni per il 2019 Le risorse sono state assegnate a tutti i Comuni italiani con popolazione fino a 20mila abitanti. Si tratta, in totale, di 6.136 Comuni che devono proporre investimenti aggiuntivi rispetto a quelli già indicati nei piani triennali. I contributi sono stati graduati in base alla popolazione: 40mila euro per i Comuni fino a 2000 abitanti, 50mila euro ai Comuni con una popolazione compresa tra 2001 e 5000 abitanti, 70mila euro ai Comuni con una popolazione compresa tra 5001 e 10.000 abitanti,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Gen

Le Regioni investiranno 4,2 miliardi di euro per edifici e territorio

10/01/2019 – Sono in arrivo 4,2 miliardi di euro per finanziare nuovi progetti delle regioni nell’ambito della messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Lo prevede la Legge di Bilancio per il 2019, che ha convalidato l’accordo siglato a ottobre in Conferenza Stato-Regioni per la ripartizione delle risorse. I 4,2 miliardi di euro derivano da avanzi di amministrazione di cui le regioni possono disporre sulla base di due pronunce emesse nel 2007 e nel 2008 dalla Corte Costituzionale. Sicurezza edifici e territorio: 4,2 miliardi per gli investimenti delle Regioni Le risorse saranno suddivise in due tranches: circa 2,5 miliardi per il 2019 e 1,7 miliardi per il 2020, da spalmare per investimenti fino al 2023. Per ogni tranche è stata effettuata una ripartizione su base regionale, contenuta nelle tabelle 3 e 4 allegate alla Legge di Bilancio. In totale, saranno disponibili 800 milioni di euro per il 2019, 908 milioni per.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
7
Gen

Emergenza clima, i trucchi delle città italiane per contrastarla

07/01/2019 - Piani di adattamento al clima e progetti sperimentali per far fronte ad eventi meteorologici avversi e riqualificare le aree urbane a rischio. Sono le buone pratiche selezionate dall’osservatorio nazionale Città Clima di Legambiente. Vediamo le strategie messe in campo dalle città italiane per fronteggiare i cambiamenti climatici prima che si trasformino in emergenze. Milano, progetti per la riapertura dei Navigli Dal 2017 il Comune sta lavorando alla riapertura dei navigli per migliorare la viabilità, con un canale navigabile e una pista ciclabile, e consentire il riequilibrio idraulico del territorio. La riattivazione del sistema idrico artificiale consentirebbe l’apporto di acque pulite per il sistema irriguo locale e diminuirebbe le inondazioni dei quartieri a nord della città. Foto: Città Clima - Legambiente Milano, piazza Gae Aulenti La piazza è coperta da tre fontane circolari.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231