1 mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella) - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts by mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)

21
Giu

Codice Appalti, Governo: ‘una task force per rilanciare gli investimenti’

21/06/2018 – Correggere le distorsioni del Codice Appalti che bloccano gli investimenti, scongiurare l’aumento dell’Iva e avviare la riforma fiscale. Sono alcuni dei punti su cui si articolerà il Documento di economia e finanza (Def) secondo le anticipazioni fornite dal Governo.   Durante la discussione sul Def, il Senato e la Camera hanno approvato due risoluzioni proposte dai senatori Romeo (Lega) e Patuanelli (M5S) e dai deputati D’uva (M5S) e Molinari (Lega), che impegnano il Governo ad adottare misure per la crescita e l’inclusione sociale.   Appalti e Fisco, il Governo annuncia la revisione Al Senato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, ha annunciato che il quadro programmatico del Governo sarà presentato a settembre. Le linee guida della politica economica saranno la riduzione progressiva del debito e una crescita inclusiva ed equa, attraverso la semplificazione fiscale, la riduzione della pressione..
Continua a leggere su Edilportale.com

20
Giu

Ecobonus, ok alla detrazione anche per l’immobile in comodato non registrato

20/06/2018 – Può ottenere l’Ecobonus chi esegue i lavori di efficientamento energetico su un immobile in comodato d’uso, anche se il contratto non è registrato. Lo ha affermato la Commissione Tributaria regionale dell’Emilia Romagna, che con la sentenza 1281/2018 ha interrotto una prassi errata seguita dall’Agenzia delle Entrate.   Ecobonus, il caso I giudici si sono pronunciati sul caso di un intervento di riqualificazione energetica realizzato su un immobile di proprietà dei suoceri del possessore. Il possessore, che deteneva l’immobile sulla base di un accordo verbale di comodato d’uso, aveva fatto domanda per ottenere la detrazione fiscale del 55% (oggi 65%), ma l’Agenzia delle Entrate non gliela aveva concessa perché il contratto di comodato non era stato registrato.   Secondo il Fisco, senza la data di registrazione non si poteva determinare con certezza chi avesse diritto al bonus. Non sapendo..
Continua a leggere su Edilportale.com

20
Giu

Ingegneri e Architetti possono rinunciare ai compensi professionali

20/06/2018 – L’accordo con cui un professionista accetta un compenso basso o rinuncia al pagamento non rende nullo il contratto, ma può al massimo essere sanzionato dall’Ordine di appartenenza con un provvedimento disciplinare. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza 14293/2018.   Compensi dei professionisti, tariffe e libertà di accordi Nel caso preso in esame dai giudici, una società aveva citato in giudizio un architetto per gli errori compiuti nell’esercizio della sua attività professionale relativa alla progettazione e direzione dei lavori per la costruzione di un centro commerciale previa demolizione di un fabbricato preesistente.   Durante il giudizio, l’architetto aveva chiesto il pagamento dei suoi compensi e il Tribunale ordinario aveva disposto il pagamento a suo favore di 151mila euro. La società aveva obiettato che, in precedenza, si era accordata col professionista per un importo..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Giu

Fattura elettronica tra privati, nuove regole in vigore dal 1° luglio 2018

19/06/2018 – Sta per partire la fatturazione elettronica tra privati nei subappalti. Le nuove regole saranno operative dal 1° luglio 2018 e l’Agenzia delle Entrate sta mettendo a punto tutti i sistemi telematici per consentire la trasmissione dei dati. Fattura elettronica tra privati La Legge di Bilancio 2018 (L. 205/2017) ha introdotto l’obbligo di emissione e ricezione delle fatture elettroniche riferite alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia, nonché l’obbligo di trasmissione telematica dei dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato. L’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni operative con il provvedimento del 30 aprile 2018 e la Circolare 8/E/2018. Dal 1° luglio 2018 scatta l’obbligo.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Giu

Pergolato o tettoia? Ecco come riconoscerli

19/06/2018 – Il pergolato è “una struttura aperta sia nei lati esterni che nella parte superiore, realizzata con materiali leggeri, senza fondazioni, di modeste dimensioni e di facile rimozione, la cui finalità è quella di creare ombra mediante piante rampicanti o teli cui offrono sostegno”. La definizione è stata ribadita dalla Corte di Cassazione, che con la sentenza 23183/2018 si è pronunciata su un contenzioso sorto per la corretta qualificazione di un intervento edilizio e il giusto titolo abilitativo da utilizzare. Pergolato o tettoia? Le differenze I giudici hanno ripercorso varie pronunce della giurisprudenza che hanno tracciato le differenze tra pergolati e tettoie. È stata messa in evidenza la diversità strutturale delle due opere dal momento che “mentre il pergolato costituisce una struttura aperta sia nei lati esterni che nella parte superiore ed è destinato a creare ombra, la.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Giu

Progettisti, tutte le opportunità dei Fondi europei 2014-2020

08/06/2018 – Come possono fare i progettisti a sfruttare le risorse messe a disposizione dall’Unione Europea? A questa domanda ha cercato di rispondere il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Cnappc) con un rapporto dedicato alla programmazione europea 2014 – 2020. Professionisti come Pmi, la normativa europea e italiana La Strategia Europa 2020 riconosce al lavoro autonomo un potenziale imprenditoriale. Contrariamente a quanto accaduto in passato, i liberi professionisti sono considerati motore dell’economia come altre attività di impresa. Ma non solo, perché la prestazione intellettuale resa viene recepita come una risorsa a favore della crescita intelligente sostenibile e inclusiva. Se inizialmente i professionisti erano esclusi dai Fondi europei, oggi, in base alla raccomandazione 2013/361/CE della Commissione, del 6 maggio 2013, e all’articolo 2, punto 28), del regolamento UE.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Giu

Abusi edilizi, demolizione sempre possibile anche dopo molti anni

08/06/2018 – Gli edifici abusivi sono sempre a “rischio” demolizione. Anche se sono passati molti anni dal momento della loro costruzione. Il Consiglio di Stato con la sentenza 3351/2018 ha affermato che il tempo non può sanare una situazione illegittima. Edifici abusivi, demolizione sempre possibile I giudici hanno ricordato che l’illecito edilizio ha natura permanente. Un immobile interessato da un intervento illegittimo conserva nel tempo la sua natura abusiva e l’interesse pubblico al ripristino della legalità violata non va mai in prescrizione. L’interesse pubblico all’osservanza della normativa urbanistica ed edilizia e al corretto governo del territorio deve sempre prevalere sull’interesse del privato. Il privato non può quindi far valere il principio del legittimo affidamento, cioè la convinzione di essere nel giusto a causa della prolungata inerzia della Pubblica Amministrazione. Demolizione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
7
Giu

Manutenzione straordinaria del bagno, rientra anche l’installazione di sanitari?

07/06/2018 – L’installazione di sanitari può rientrare tra le manutenzioni ordinarie se ricompresa in un intervento di realizzazione o integrazione di un impianto igienico sanitario. Con la sentenza 635/2018, il Tar Toscana ha spiegato che non rientra invece nelle manutenzioni straordinarie la semplice installazione dei sanitari, quando le reti e gli allacci sono già state predisposte. Manutenzione e installazione sanitari, il caso Nel caso preso in esame, un Comune aveva contestato all’impresa di costruzione la realizzazione di opere di completamento in assenza di titolo abilitativo in data successiva alla dichiarazione di fine lavori e il mancato deposito delle relative attestazioni di abitabilità. L’impresa sosteneva di aver terminato i lavori e depositato l’attestazione di abitabilità, ma di aver posticipato l’installazione di alcuni sanitari e finiture in prossimità della vendita degli.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
7
Giu

Ecobonus e Sismabonus, come funziona la cessione del credito

07/06/2018 – Aumentare il numero degli interventi di efficientamento energetico degli edifici e messa in sicurezza antisismica. Con questo obiettivo è stato pensato il meccanismo della cessione del credito di imposta corrispondente alla detrazione. Lo strumento non è ancora entrato a regime per una serie di incertezze normative cui si sta ponendo rimedio. Nei giorni scorsi l’Agenzia delle Entrate ha fornito una serie di chiarimenti per l’interpretazione delle norme sull’argomento. Si colloca in questo quadro anche la guida messa a punto dall’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), che raccogliendo le varie pronunce del Fisco, spiega per quali interventi possono essere utilizzati gli incentivi fiscali, ma anche come utilizzare la piattaforma messa a punto con Deloitte per la cessione dei bonus. Per facilitare maggiormente l’applicazione pratica delle misure, il vademecum riporta anche dei modelli di delibera.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Giu

Condominio, l’ascensore per disabili prevale sul vincolo storico dell’edificio

06/06/2018 – La necessità di eliminare le barriere architettoniche deve prevalere sugli eventuali vincoli storici cui è sottoposto l’edificio condominiale. Secondo la Corte di Cassazione, che si è espressa sull’argomento con la sentenza 9101/2018, bisogna garantire l’accessibilità degli edifici nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa. Barriere architettoniche e edifici vincolati I giudici della Corte di Cassazione hanno spiegato che, in tema di eliminazione delle barriere architettoniche, la Legge 13/1989 costituisce l’espressione di un principio di solidarietà sociale, ma persegue anche finalità di carattere pubblicistico perché favorisce l'accessibilità agli edifici nell’interesse generale. Esiste inoltre, ha sottolineato la Cassazione, un principio di solidarietà condominiale, che implica il contemperamento di vari interessi, tra i quali deve includersi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231