Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

12 novembre 2015

Campi da calcetto, non serve il permesso di costruire

12/11/2015 – Per la realizzazione di un campo da calcetto non è necessario il permesso di costruire. Lo ha affermato il Tar Toscana con la sentenza 1458/2015. Nel caso esaminato, una società aveva realizzato un campo da calcio di 35 x 26 metri, porte di gioco, panchine coperte e due casette in legno ad uso spogliatoio per le squadre. Secondo il Comune si trattava di nuove costruzioni che richiedevano il permesso di costruire, per cui aveva intimato alla società la loro demolizione. Il Tribunale Amministrativo ha ritenuto opportuno analizzare singolarmente le tipologie dei manufatti. Per il campo da calcio, comprese le panchine e le porte di gioco, non è stata rilevata la presenza di una trasformazione urbanistica ed edilizia tale da incidere sulle risorse essenziali del territorio e richiedere il permesso di costruire. Secondo i giudici, non si verifica una modifica morfologica del terreno né con la realizzazione.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231