1 ASPP Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘ASPP’ Category

22
Ago

Qual’è il costo di un contratto di Responsanbile del Servizio Prevenzione e Protezione affidato a un tecnico esterno? Cerchi un RSPP?



Qual'è il costo di un contratto di Responsanbile del Servizio Prevenzione e Protezione affidato a un tecnico esterno? Cerchi un RSPP?

A queste domande puoi trovare una sola risposta. Chiamare MODI! Il Direttore Tecnico Maurizio Billi verrà presso la tua sede e raccogliendo dei dati ti formulerà un preventivo di spesa personalizzato alle tue dimensioni aziendali, all'indice di rischio della tua attività.

Il team esperto in salute e sicurezza di MODI SRL, grazie al lavoro di squadra e alle competenze multidisciplinari propone consulenze personalizzate.
I  nostri consulenti sono qualificati e hanno un approccio di tipo pratico per individuare le misure di prevenzione e protezione da attuare.

Il Consulente MODI lavorerà facendo particolare attenzione alle altre norme sui Sistemi di Gestione già applicati dall'Organizzazione Cliente come per esempio il Sistema di Qualità, ambiente, sicurezza, Risk Management, Sicurezza dei dati informatici, ecc).

La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Chiama MODI per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



7
Ott

Formazione RSPP – ASPP : Nuovo accordo stato regioni 7 luglio 2016 aggiornamento periodico secondo il nuovo ACCORDO STATO REGIONI

Secondo quanto indicato nel nuovo accordo Stato Regioni pubblicato a luglio 2016,  nel punto 9 si fa chiarezza circa l’obbligo di aggiornamento periodico per  gli RSPP e ASPP.
Nella conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, gli aggiornamenti non devono avere un carattere generale o riprodurre argomenti già proposti nei corsi base, ma bensì devono trattare innovazioni, evoluzioni, applicazioni pratiche e approfondimenti collegati al contesto produttivo e ai rischi specifici del settore in cui operano. Tra le tematiche che verranno trattate, infatti, troviamo aspetti giuridico-normativi e tecnico-organizzativi, sistemi di gestione e processi organizzativi, fonti di rischio specifiche dell’attività lavorativa o del settore produttivo dove esercitano il ruolo e tecniche di comunicazione per promuovere la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.
Il nuovo accordo prevede 20 ore minime di aggiornamento per gli ASPP, che salgono a 40 per gli RSPP, tutte però con la possibilità di essere eseguite in modalità e-learnig, secondo i criteri previsti nell’allegato II. Inoltre, però è preferibile che l’ammontare delle ore di aggiornamento per entrambe le figure, sia opportunamente suddiviso nell’arco temporale del quinquennio. Per essere effettuati i corsi di aggiornamento, sono richiesti almeno 35 partecipanti e la tenuta di un registro di presenza da parte di colui che realizza il corso.

Parte dell’aggiornamento può essere effettuato anche mediante la partecipazione a convegni o seminari che trattino le materie o i contenuti stabiliti dall’accordo stesso, con questa modalità è possibile compiere al massimo solo il 50% delle ore previste per legge, che ammontano quindi per gli RSPP a 20 ore, mentre, per gli ASPP a 10 ore. Per ciascun convegno o seminario bisognerà tenere un registro di presenza dei partecipanti, ma non è posto alcun limite al loro numero massimo. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
3
Ott

RSPP formazione e aggiornamento dei Responsabili e Addetti dei servizi di Prevenzione e Protezione, tutte le novità

Nell’allegato V del NUOVO ACCORDO STATO REGIONI del 7 luglio c.a sono indicati i criteri di formazione per i Responsabili ed Addetti dei Servizi di Prevenzione e Protezione, previsti dall’art. 32, comma 2, del D. Lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni
E’ possibile consultare una tabella riassuntiva indicante i criteri della formazione rivolta ai soggetti con ruoli in materia di formazione.
I contenuti minimi dei percorsi formativi per RSPP ( Responsabili Servizio Prevenzione e Protezione) e ASPP (Addetto Servizio Prevenzione Protezione) sono visionabili consultando l’allegato A.
Il percorso formativo per RSPP e ASPP è stato articolato in tre moduli denominati A, B e C. Essenziale per l’apprendimento degli altri moduli e il modulo A che rappresenta il corso base con una durata pari a 28 ore, escluse però, le verifiche di apprendimento finali.
Il modulo B riguarda la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi all’attività lavorativa. Esso risulta essere necessario per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e di ASPP, e prevede un modulo comune a tutti i settori produttivi, fatta eccezione per quattro settori, il cui percorso deve essere integrato con alcuni moduli di specializzazione. Il modulo B prevede una durata di 48 ore, non comprensiva però delle verifiche di apprendimento finali. Infine, per la specializzazione delle funzioni di RSPP è stato ideato il modulo C, la cui durata è di 24 ore escluse, ovviamente, le verifiche di apprendimento finali. Per gli aggiornamenti i responsabili e addetti sono tenuti a frequentare 20 ore nel caso di ASPP, che salgono a 40 se parliamo di RSPP.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
16
Set

Assunzione incarico di ASPP e RSPP in esterno

L'assistenza al Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione D.Lgs. 81/2008 o assunzione diretta dell’incarico è il servizio di consulenza più richiesto alla MODI SRL. MODI e il suo staff tecnico è in grado di ricoprire l’incarico di responsabile del servizio di protezione e prevenzione in esterno in aziende clienti del Veneto e del Nord Est appartenenti a tutti i macrosettori ATECO. Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) può essere ricoperto anche dal Datore di Lavoro dell’Azienda. Tale opportunità è disciplinata dagli artt. 31 e 32 e dall’ All. II del d.lgs. 81/08. Resta inteso che il Datore di Lavoro dovrà, comunque, frequentare un corso di formazione specifico così da acquisire tutte le competenze tecniche in materia di sicurezza nei cantieri. Un’alternativa può essere quella di attribuire tale incarico ad un lavoratore. Formare un RSPP interno all’Azienda, diverso dal Datore di Lavoro, impone una frequentazione, da parte del soggetto designato, di numerosi corsi tutti riconosciuti dalla Regione e della durata minima di 61 ore. Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione Non sempre, però, il RSPP, per quanto competente, riesce a soddisfare ed applicare analiticamente tutte le disposizioni previste per Legge in ambito di sicurezza. Per questi motivi vi è l’opportunità di essere “affiancato” da uno o più Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione (ASPP). MODI e il suo staff tecnico è in grado di offrire anche questo servizio in quanto tutti i nostri professionisti hanno i requisiti professionali previsti ed imposti dalla normativa relativa alla sicurezza. Per informazioni contattare il servizio Clienti 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
22
Lug

Tra obblighi non delegabili del Datore di Lavoro vi è la nomina del Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione – RSPP in esterno

Assunzione dell'Incarico di RSPP? Tra gli obblighi non delegabili del Datore di Lavoro vi è la nomina del Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione.
L'RSPP può essere interno all’azienda o nominato esternamente se non soggetti alle limitazioni, che obbligano la nomina di un addetto interno come nelle aziende industriali a rischio incidente rilevante, nelle centrali termoelettriche, negli impianti ed installazioni di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, e successive modificazioni, nelle aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, nelle aziende industriali con oltre 200 lavoratori, nelle industrie estrattive con oltre 50 lavoratori e nelle strutture di ricovero e cura pubbliche e private con oltre 50 lavoratori. 
Per informazioni contattare il servizio Clienti 800300333 www.modiq.it.
 
13
Lug

Nuovo accordo Stato Regioni del 07/07/2016 per la formazione e aggiornamento di RSPP e ASPP

Si rende noto che il 7 luglio 2016 è stato approvato il nuovo accordo che disciplina i requisiti della formazione per responsabili ed addetti dei servizi di prevenzione e protezione, previsti dall’art. 32, comma 2, del D. Lgs. n. 81/2008 e che sostituisce integralmente quello del 26 gennaio 2006. A breve sarà pubblicato il testo integrale dell’accordo. Tutte le novità sono consultabili sul sito AIFOS, con il quale siamo convenzionati come CFA.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
www.modiq.it
9
Mar

FORMAZIONE A DISTANZA? Valida soluzione per la formazione e l’aggiornamento dei lavoratori

FORMAZIONE A DISTANZA 

L'allegato I del documento emanato dalla Conferenza Permanente si è pronunciato su un altro tema importante: la formazione a distanza

Ricordiamo che lo schema di accordo prevede, infatti, l'uso dell'E-Learning, ma con precise limitazioni:

  • SOLO per la formazione generale dei lavoratori;
  • SOLO per la formazione dei preposti sui primi 5 punti;
  • SOLO in modalità avanzate e interattive, secondo nuove “regole” innovative, anch’esse dettagliatamente imposte e riportate nell'allegato I;
  • con DIVIETO di utilizzo per la formazione specifica dei lavoratori;
  • con OBBLIGO di verifiche finali in presenza.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it