1 Aziende Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Aziende’ Category

13
Dic

Come si svolge il programma di consulenza per arrivare ad ottenere la certificazione ISO 45001:2018?

La norma OHSAS 18001:2007 è stata sostituita dalla  ISO 45001:2018 che è applicabile per  ogni tipo di azienda. Le Organizzazioni certificate BS OHSAS 18001:2007 hanno tre anni di tempo (12/03/2018 -12/03/2021) per adempiere all’aggiornamento della certificazione secondo i criteri della  nuova direttiva. 

Le principali fasi dell'iter della consulenza aziendale per il passaggio dalla OHSAS 18001 all’attuale ISO 45001 comprendono:
  • pre-audit: verifica preliminare per analizzare le eventuali principali lacune, prima di avviare le fasi formali della certificazione;
  • stadio 1: verifica della documentazione del sistema di gestione a fronte di tutti i requisiti normativi e cogenti applicabili e verifica preliminare dello stato di attuazione del sistema a fronte dei requisiti più importanti;
  • stadio 2: completamento della verifica dell'attuazione del sistema di gestione, con riferimento a tutti i requisiti normativi applicabili e possibilmente chiudendo le eventuali non conformità emerse nello stadio 1;
  • emissione certificato: a conclusione dello stadio 2, se tutti gli accertamenti eseguiti in detta fase hanno dato esito favorevole viene emesso il certificato iniziale del sistema di gestione per la qualità, che ha durata di tre anni;
  • visite di mantenimento: visite periodiche nel corso dei 3 anni di validità del certificato, al fine di garantire la conformità del Sistema Sicurezza alla norma ISO 45001 nell'ottica del miglioramento continuo.

Per adeguarsi con MODI S.r.l. società di Consulenza e Formazione, contattare lo staff tecnico al numero verde 800300333.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari iso 45001 chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

22
Nov

Quali sono i requisiti per implementare un sistema di gestione della sicurezza “SSL”?

Per il successo di un Sistema di Gestione della Sicurezza occorre l'impegno di tutti i livelli e di tutte le funzioni aziendali, a partire dal "top management" fino ad arrivare ai singoli dipendenti e/o ai loro rappresentanti. Il sistema dovrebbe inoltre basarsi sui seguenti elementi:
  • Politica della Sicurezza appropriata rispetto alla società.
  • Individuazione e valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori e dei relativi aspetti legali.
  • Obiettivi, finalità e programmi che assicurino il continuo miglioramento della SSL.
  • Attività di gestione per il controllo dei rischi di SSL.
  • Monitoraggio delle performance del sistema SSL.
  • Riesame, valutazione e miglioramento del sistema.
Se la tua azienda è certificata OHSAS 18001 adeguala alla nuova ISO 45001:2018, affidati ai tecnici esperti della società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l, realizzano Sistemi di Gestione Sicurezza e gestiscono tutti gli aspetti legati al passaggio alla ISO 45001!
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
7
Nov

Archiproducts Design Awards: i vincitori

07/11/2019 - Svelati i nomi dei Winner della quarta edizione degli Archiproducts Design Awards! Dall'arredo all’illuminazione, dal decor all’edilizia, sono 100 i prodotti che conquistano il podio presentando ancora una volta lo status quo dello scenario creativo internazionale.   La giuria – composta quest’anno da 60 studi internazionali di architettura, agenzie di comunicazione, giornalisti e fotografi di architettura – ha valutato oltre 700 prodotti candidati da 400 brand in tutto il mondo, premiando le migliori sperimentazioni materiche, le soluzioni che si sono distinte per originalità e potere emozionale, nonché la capacità di anticipare scenari d’uso e concept nel residenziale e nel contract. Gli ADA tornano quindi ad offrire una visione aggiornata delle tendenze del design internazionale, con uno sguardo attento agli incontri che consentono la nascita di nuovi ed interessanti..
Continua a leggere su Edilportale.com

14
Ott

La norma sulla sicurezza ISO 45001:2018 è compatibile con altre norme qualità, ambiente ecc.?

La nuova norma ISO 45001 è stata ideata  per essere compatibile con altre norme relative ai sistemi di gestione, quali ISO 9001 (qualità), ISO 14001 (ambiente), ISO 27001 (sicurezza delle informazioni) e SA 8000 (etica). 
Queste norme condividono molti principi, per cui la scelta di un sistema di gestione integrato può rivelarsi una scelta economicamente molto conveniente.  
Il progetto di adozione del nuovo standard ISO 45001 va considerato come una mossa strategica a supporto di iniziative legate alla sostenibilità, anche perché il miglioramento della salute e sicurezza dei lavoratori ed è un investimento che garantisce dei ritorni anche dal punto di vista economico basti pensare alla riduzione degli infortuni e ai minori premi INAIL.
La norma ISO 45001 è applicabile a qualsiasi Azienda indipendentemente dalle sue dimensioni, tipo e natura e tutti i suoi requisiti devono essere integrati nei processi di gestione dell'organizzazione. 
La Società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l. ha consulenti esperti in sistemi di gestione sicurezza e si propone come Partner per chi desidera realizzarne uno o per chi è certificato OHSAS 18001 e deve fare l'adeguamento normativo, contattare la segreteria organizzativa il numero verde 800300333.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
17
Set

Quali sono le differenze tra i Sistemi Gestione Sicurezza a norma ISO 45001:2018 e il D.Lgs. 81/2008?

Quali sono le differenze tra i Sistemi Gestione Sicurezza a norma ISO 45001e il D.Lgs. 81/2008?
 
Il D.Lgs. 81/2008 è una legge italiana. Questa legge con le successive modificazioni ed integrazioni, rappresentano una normativa la cui osservanza è cogente, ma non certificabile, ossia nessun Organismo può rilasciare un certificato di conformità e la validità della legge è limitata al territorio nazionale. 
La norma ISO 45001 costituisce uno standard normativo riconosciuto in sede internazionale e i principali Organismi di certificazione hanno concordato schemi di certificazione mutuamente riconosciuti.
La norma ISO 45001 prevede 'applicazione di principi che il D.Lgs. 81 non contiene esplicitamente, quali, per esempio, lo studio di misure di miglioramento. 
L'adozione di un sistema conforme alla ISO 45001 costituisce dunque uno stimolo al miglioramento e quindi un elemento di distinzione per le aziende certificate.
I consulenti esperti di MODI S.r.l. affiancano le aziende nei cambiamenti dei loro certificati, per consulenza o maggiori informazioni in materia contattare la segreteria organizzativa sempre attiva al numero verde 800300333 gratuito anche da mobile.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
28
Ago

Riduzione del tasso medio INAIL per prevenzione? E’ disponibile il nuovo modello OT23

Riduzione del tasso medio INAIL per prevenzione? E' disponibile il nuovo modello OT23
L'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha pubblicato il nuovo modello OT23 per le istanze di riduzione del tasso medio per prevenzione che verranno inoltrate nel 2020.
Il modello OT23 sostituirà il precedente OT24 e le aziende potranno usufruirne fino al 29 febbraio 2020.
  
La nuova nominazione deriva dalla norma che regola questa attività, ossia l'articolo 23 delle Modalità di applicazione delle Tariffe dei premi approvate con decreto interministeriale del 27/02/2019. Come per il precedente, anche il modello OT23 riguarda lo sconto dei premi assicurativi per interventi migliorativi delle condizioni di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, adottati dalle imprese assicurate nel 2019, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa vigente in materia.
Tra le novità, gli interventi migliorativi per il reinserimento lavorativo degli infortunati da lavoro e l’inclusione dell’adozione delle prassi di riferimento, validate nel 2018, per imprese del settore edilizio e per le micro e piccole imprese artigiane.
Tra le novità, gli interventi migliorativi per il reinserimento lavorativo degli infortunati da lavoro e l’inclusione dell’adozione delle prassi di riferimento, validate nel 2018, per imprese del settore edilizio e per le micro e piccole imprese artigiane....continua a leggere su https://www.modiq.it/
Tra le novità, gli interventi migliorativi per il reinserimento lavorativo degli infortunati da lavoro e l’inclusione dell’adozione delle prassi di riferimento, validate nel 2018, per imprese del settore edilizio e per le micro e piccole imprese artigiane....continua a leggere su https://www.modiq.it/
Tra le novità, gli interventi migliorativi per il reinserimento lavorativo degli infortunati da lavoro e l’inclusione dell’adozione delle prassi di riferimento, validate nel 2018, per imprese del settore edilizio e per le micro e piccole imprese artigiane....continua a leggere su https://www.modiq.it/
Tra le novità, gli interventi migliorativi per il reinserimento lavorativo degli infortunati da lavoro e l’inclusione dell’adozione delle prassi di riferimento, validate nel 2018, per imprese del settore edilizio e per le micro e piccole imprese artigiane....continua a leggere su https://www.modiq.it/
Visitare il sito dell'INAIL nella sezione appostita Moduli e modelli – Assicurazione – Premio Assicurativo per scaricarlo e compilarlo.
La Società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l. è a disposizione per seguire le aziende nella compilazione del modello OT23 per ulteriori chiarimenti o richieste contattare i tecnici al numero 041 5412700 o numero verde 800300333 gratuito anche da mobile.
26
Apr

Sei un preposto, quali sono i tuoi compiti?

Il preposto è la persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende all’attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori esercitando un funzionale potere di iniziativa.
Nel mondo del lavoro, la figura del Preposto è sempre esistita, sotto varie definizioni: capocantiere, capoufficio, capomacchina, responsabile di reparto o di punto vendita, caposquadra, etc. In sintesi il Preposto è un lavoratore che svolge un ruolo di guida e direzione nei confronti di altri lavoratori, di fatto a lui sottoposti.
Dal punto di vista giuridico, invece, la figura del Preposto è relativamente recente, assumendo negli ultimi anni una grande importanza nell’ambito dell’organizzazione aziendale della sicurezza, in particolare per le prescrizioni del Testo Unico (Decreto Legislativo 81/2008). Prescrizioni che pongono in carico al Preposto un notevole carico di responsabilità, anche di carattere penale.
MODI fornisce la docenza per lo svolgimento di corsi aziendali ed interaziendali, quando possibile cofinanziati da Fondimpresa, a Mestre, Spinea, Marghera, Nolae, Venezia, Treviso, Padova, Marcon. Per consulenze, iscrizione ai corsi per Dirigenti, Preposti, addetti alle emergenze, lavoratori e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
20
Feb

Come si valutano i rischi in un’attività lavorativa?

Con il termine valutazione dei rischi il Decreto Legislativo 81/2008 si riferisce alla determinazione quantitativa o qualitativa del rischio associato ad una situazione ben definita e ad un pericolo conosciuto. Tale processo assume un'importanza fondamentale tra le misure generali di tutela  e costituisce il presupposto dell'intero sistema di prevenzione. Una valutazione del rischio quantitativa necessita dell'individuazione di due componenti del rischio: la gravità di una potenziale perdita (magnitudo) e la probabilità che tale perdita si realizzi. Per rischio accettabile si intende un certo rischio che è conosciuto e tollerato generalmente perché i costi o le difficoltà per implementare una contromisura efficace risultano eccessivi se confrontati con l'aspettativa della perdita. Durante la progettazione di sistemi complessi, valutazioni del rischio piuttosto sofisticate sono spesso svolte da tecnici esperti nell'ambito della sicurezza, in modo da allontanare i pericoli che possono mettere a repentaglio l'incolumità delle persone, la salute, l'ambiente e il buon funzionamento delle macchine. La valutazione del rischio può essere applicata a molteplici ambiti, tra cui: l'agricoltura, l'industria, i servizi ospedalieri e i servizi sociali. A seconda del particolare campo di applicazione, possono essere utilizzati diverse metodologie di valutazione, che possono essere utilizzate ad esempio per svolgere decisioni in ambito finanziario, per valutare l'impatto ambientale di un processo oppure le ripercussioni di un'attività sulla salute pubblica. La valutazione del rischio è lo strumento fondamentale che permette ai datori di lavoro di individuare le misure di prevenzione e protezione e di pianificarne l'attuazione, il miglioramento ed il controllo al fine di verificarne l'efficacia e l'efficienza. In tale circostanza si potrà confermare le misure di sicurezza già in atto o apportare delle modifiche al fine di migliorarle in relazione alle innovazioni di carattere tecnico e/o organizzativo introdotte in materia di sicurezza.
La valutazione inoltre, deve tenere conto del tipo di ambiente di lavoro, dei processi che intervengono al suo interno e della loro complessità. Tuttavia, possiamo riassumere il processo di valutazione con le seguenti fasi:
  • individuazione dei pericoli e dei rischi;
  • valutazione e attribuzione di un ordine di priorità ai rischi;
  • decisione sull’azione preventiva da adottare;
  • applicazione concreta delle misure di prevenzione stabilite;
  • controllo e riesame.
MODI S.r.l mette a disposizione dei tecnici della prevenzione per sopralluoghi gratuiti per verificare se l’Organizzazione rispetta le normative vigenti in materia di SSLL.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
26
Ott

La piattaforma FONDIMPRESA non consente più il caricamento di piani formativa – esauriti i fondi disponibili AVVISO 2/2018

AVVISO 2/2018 FONDIMPRESA esauriti i fondi disponibili e la piattaforma non consente più il caricamento di piani formativi a valere su questo avviso. MODI resta comunque a disposizione per simulazioni gratuite e creazione di PIANI ORDINARI
 Fondimpresa è un Fondo paritetico interprofessionale costituito da Confindustria e CGIL, CISL, UIL. L’obiettivo è quello di incentivare le imprese ad investire nella formazione, necessaria per il miglioramento della loro competitività e il potenziamento dell’occupabilità dei lavoratori.  Grazie a Fondimpresa è possibile ottenere il finanziamento di piani di formazione e aggiornamento rivolti ai propri dipendenti attraverso una semplificazione delle procedure di progettazione, realizzazione e gestione dei piani.
Come aderire?
Possono ADERIRE tutte le imprese che versano lo 0.30% tramite apposito modello INPS (UNIEMENS EX DM10). L’adesione può avvenire in qualunque momento dell’anno chiedendo al proprio commercialista e/o consulente del lavoro. L’adesione è volontaria e non comporta costi aggiuntivi. Nel sistema UNIEMENS occorre inserire il codice relativo a Fondimpresa (FIMA) e il numero dei dipendenti (solo quadri, impiegati e operai) interessati all'obbligo contributivo. MODI S.r.l. vi supporterà nella predisposizione del piano formativo, sviluppando tutte le fasi necessarie alla progettazione, gestione, realizzazione, monitoraggio e rendicontazione dei progetti formativi, fino alla liquidazione finale dei contributi. L’erogazione del percorso formativo sarà effettuata da nostri docenti esperti e qualificati. MODI SRL vi supporterà anche nella fase preliminare di registrazione a Fondimpresa, qualora la Vs. azienda decida di aderire a questo fondo interprofessionale. MODI S.r.l. sarà il Vostro intermediario per tutte le attività previste.  Contattateci al numero 0415412700 o e-mail fondimpresa@modiq.it.
26
Ott

FONDIMPRESA esauriti i fondi disponibili AVVISO 2/2018

AVVISO 2/2018 FONDIMPRESA esauriti i fondi disponibili e la piattaforma non consente più il caricamento di piani formativi a valere su questo avviso. MODI resta comunque a disposizione per simulazioni gratuite e creazione di PIANI ORDINARI