1 Bandi e Concorsi Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Bandi e Concorsi’ Category

11
Lug

Incentivi fiscali per investimenti in startup e PMI innovative

 

Ministero dello sviluppo economico

Incentivi fiscali per investimenti in startup e PMI innovative

PMIÈ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto attuativo che disciplina le modalità di accesso agli incentivi fiscali per gli investimenti in startup e PMI innovative, effettuati sia da persone fisiche che da società.
Il provvedimento, da una parte potenzia gli incentivi fiscali per gli investimenti in capitale di rischio nelle startup innovative (si passa ad una aliquota unica del 30%, eliminando quelle precedentemente in vigore, che variavano da un minimo del 19 al 27%), dall’altra estende gli incentivi a tutte le PMI innovative.
 
Le Pmi innovative sono società di capitali con meno di 250 addetti e un fatturato annuo inferiore a 50 milioni di euro, così come stabilito della definizione europea, e che rispettano almeno due dei seguenti requisiti: 
hanno sostenuto spese in ricerca e sviluppo per una quota pari ad almeno il 3% del maggiore valore tra costo e valore della produzione;
la forza lavoro è costituita per almeno 1/3 da titolari di laurea magistrale o per almeno 1/5 da dottori di ricerca, dottorandi o ricercatori;
sono titolari di una privativa industriale o di un software registrato.
 
Gli incentivi fiscali agli investimenti in startup e PMI innovative consistono:
per le persone fisiche, in una detrazione dall’imposta sul reddito (Irpef) pari al 30% dell’ammontare investito, per un conferimento massimo di 1 milione di euro;
per le società di capitali in una deduzione dall’ammontare imponibile a fini Ires pari al 30% dell’investimento, con soglia fissata a 1,8 milioni di euro.
 
Sono pertanto agevolabili gli investimenti effettuati a partire dal 1° gennaio 2017 diretti verso startup e PMI innovative, regolarmente iscritte nella relativa sezione speciale del Registro delle imprese.
Per garantire piena conformità con la legislazione europea in materia di aiuti di Stato, le modalità di fruizione dell’incentivo per le PMI innovative prevedono alcune differenze rispetto a quanto previsto per le startup, in particolare per le imprese attive sul mercato da più di sette e dieci anni.

Visualizza DECRETO 7 maggio 2019  Modalita' di attuazione degli incentivi fiscali all'investimento in start-up innovative e in PMI innovative. (19A04418) (GU Serie Generale n.156 del 05-07-2019)
 
11
Lug

Buone pratiche in edilizia

 

Concorso INAIL

Buone pratiche in edilizia

Buone pratiche in ediliziaInvio telematico della domanda (disponibile dal 22 luglio 2019)
È indetta per l’anno 2019 la prima edizione del concorso nazionale “Archivio delle buone pratiche per la salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili”, volto a creare e diffondere un archivio di buone pratiche di facile consultazione e semplice applicazione.
Finalità
Il concorso intende sensibilizzare i partecipanti sul tema della prevenzione, per migliorare la sicurezza nei cantieri edili temporanei o mobili, riducendo il rischio di infortuni e malattie professionali. Alle buone pratiche, infatti, è attribuito ormai un ruolo strategico per la promozione della salute e della sicurezza nel settore edile.
Chi può partecipare
Possono partecipare le imprese del settore edilizio che operano, anche indirettamente, nei cantieri temporanei o mobili, i coordinatori per la sicurezza nei cantieri e gli enti pubblici. Ogni partecipante può inviare fino a tre proposte, per ognuna delle quali è necessario compilare il modulo di iscrizione.
Modalità di invio degli elaborati 
La procedura online per l’iscrizione e l’invio del materiale sarà disponibile a partire dal 22 luglio e fino al 22 novembre 2019. Gli elaborati, unitamente alla scheda d’iscrizione, alla documentazione indicata nel bando e a una scheda tecnica del progetto, devono essere trasmessi in un’unica sessione, utilizzando il link "Invio telematico della domanda".
Entro 120 giorni dalla chiusura della procedura sarà pubblicato l’elenco delle buone pratiche finaliste.
I premi
Le prime tre buone pratiche ritenute migliori per ogni categoria di partecipanti saranno premiate con targhe di merito, saranno presentate nel corso delle giornate della sicurezza in edilizia organizzate da Inail e Regioni e potranno essere pubblicate su riviste di settore.
Gli elaborati premiati potranno, inoltre, essere trasmessi alla Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro per la procedura di validazione come “Buone Prassi”. Tutti i lavori riconosciuti di interesse entreranno a far parte dell’archivio.
La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma nel corso di una giornata dedicata al tema della prevenzione in edilizia.
Il concorso è suddiviso secondo le seguenti categorie di candidati: 
A. Imprese del settore edilizia 
B. Coordinatori per la sicurezza nei cantieri 
C. Enti pubblici
È richiesto che: le imprese del settore edilizia: a) siano in regola con gli obblighi contributivi e assicurativi; b) non siano in stato di liquidazione volontaria, né sottoposte ad alcuna procedura concorsuale. Sono escluse le imprese i cui datori di lavoro e dirigenti abbiano riportato negli ultimi cinque anni condanne in sede penale in materia di salute e sicurezza sul lavoro o abbiano procedimenti penali, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, avviati negli ultimi due anni, ad esclusione di quelli sospesi ai sensi del d.lgs. 758/94
Concorso Link INAIL MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
1
Lug

VOUCHER PER L’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, STRATEGICA, ORGANIZZATIVA E COMMERCIALE DELLE PMI

 

Regione Basilicata

VOUCHER PER L’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, STRATEGICA, ORGANIZZATIVA E COMMERCIALE DELLE PMI

Regione BasilicataSoggetti Beneficiari
Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese, con sede operativa in Basilicata, che siano attive e svolgano un’attività economica compresa in una delle 5 aree di specializzazione intelligente individuate nella Strategia Regionale per l’innovazione e la specializzazione intelligente 2014-2020 (S3), (Automotive, Aerospazio, Bioeconomia, Energia, Industria Culturale e Creativa)
 
Servizi Finanziabili
Le tipologie di servizi qualificati individuati nell'ambito del presente Catalogo vengono classificati nelle seguenti macro tipologie: 
- Servizi qualificati specializzati di supporto alla ricerca e sviluppo e all’innovazione di prodotto/processo/servizio; 
- Servizi qualificati di supporto all’innovazione organizzativa e alla introduzione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ITC); 
- Servizi qualificati di supporto all’innovazione commerciale e di marketing; 
- Servizi qualificati specifici per l’accompagnamento alle nuove imprese e imprese innovative; 
- Servizi qualificati di consulenza per l’innovazione finanziaria.  
Per ogni tipologia di servizi viene fornita una descrizione dei contenuti con i massimali di costo e di durata ammissibili ad agevolazione; i principali documenti o supporti che devono essere forniti per la valutazione dello stato di attuazione del progetto e la rendicontazione della spesa.
 
Contributo massimo
Sono previsti contributi da 10.000 euro a 50.000 euro.
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
12
Giu

decreto risorse istruzione e formazione professionale 2018

 

Istruzione e Formazione Professionale

decreto risorse istruzione e formazione professionale 2018

risorse formazionePubblicato dal ministero del lavoro il Decreto direttoriale n. 3 del 19 aprile 2019, della Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione - registrato dalla Corte dei Conti in data 20 maggio 2019, al n. 1/1504 - concernente la ripartizione tra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano delle risorse relative all’annualità 2018, pari a 189.109.570,00 euro, per il finanziamento dei percorsi finalizzati all’assolvimento del diritto-dovere nell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP).
 
Per le finalità previste dall’art. 68 comma 4 della Legge 17 maggio 1999, n. 144 e successive modificazioni, e ai sensi della legge 27 dicembre 2017, n. 205 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020", ed in particolare l'art. 1, commi da 110 a 112, sono destinati euro 189.109.570,00 per il finanziamento dei percorsi finalizzati all’assolvimento del diritto-dovere nell’Istruzione e Formazione Professionale ai sensi dell’articolo 28 comma 3 del Decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226. 
 
L’importo di euro 189.109.570,00 è posto a carico del Fondo sociale per occupazione e formazione di cui all’articolo 18, comma 1, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2. Il suddetto importo viene ripartito tra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, come segue: 
a) euro 185.109.570,00 per il 75% sulla base del numero di studenti iscritti ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dalle istituzioni formative accreditate ai sensi del Capo III del decreto legislativo n. 226/2005; per il 25% sulla base del numero complessivo di studenti qualificati e diplomati in esito ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dalle istituzioni formative accreditate ai sensi del Capo III del decreto legislativo n. 226/2005; 
b) euro 4.000.000,00 sulla base del numero di studenti iscritti ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dagli Istituti Professionali di Stato in regime di sussidiarietà integrativa. 
 
Le risorse ripartite per ciascuna Regione e Provincia Autonoma sono riportate nella Tabella 1 “Ripartizione delle risorse” sulla base dei dati indicati nella Tabella 2 “Dati monitoraggio anno scolastico formativo 2017-2018”.
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
4
Giu

Convegno – La gestione dei siti contaminati e dei rischi per i lavoratori

 

Convegno INAIL Per questo evento è in corso l’accreditamento ECM e CFP per Ingegneri e Geologi.

Convegno – La gestione dei siti contaminati e dei rischi per i lavoratori

convegno inailVenezia, 13 – 14 giugno 2019

Nel territorio nazionale sono presenti diverse aree caratterizzate da contaminazione delle matrici ambientali (suolo, sottosuolo e acque di falda), in alcuni casi di rilevante entità, che ricadono spesso in zone produttive, alcune ancora operative, altre oggetto negli anni più recenti di importanti processi di riqualificazione o riconversione industriale.

I lavoratori, presenti a qualsiasi titolo in tali realtà, possono risultare esposti a sostanze pericolose presenti nelle matrici ambientali contaminate tramite inalazione di vapori e polveri immessi in aria per fenomeni di volatilizzazione o dispersione di particolato costituito da terreno contaminato. Ai sensi del d.lgs. 81/2008 (Testo unico sulla sicurezza del lavoro), i rischi per i lavoratori derivanti dall’esposizione a queste sostanze devono essere valutati e gestiti, sia nel periodo che intercorre tra l’individuazione della contaminazione e la conclusione degli interventi di bonifica o messa in sicurezza ai sensi del d.lgs. 152/2006, sia durante lo svolgimento delle operazioni connesse a tali interventi. Il convegno ha come obiettivo quello di condividere le esperienze maturate nel settore sia da parte della pubblica amministrazione che da parte delle aziende coinvolte nella problematica. L’evento rappresenta inoltre un’importante occasione per illustrare i risultati di un progetto Bric (Bando Ricerche in Collaborazione) dell’Inail, coordinato dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, a cui partecipano l’Università di Modena e Reggio Emilia, l’Università di Napoli Federico II, l’Ulss3 Serenissima, l’Ats Città Metropolitana di Milano e l’Ats Sardegna — Assl Sassari, finalizzato alla definizione e messa a punto di procedure e strumenti operativi per la valutazione e gestione dei rischi per i lavoratori nei cantieri di bonifica, con particolare riferimento alle attività che comportano la movimentazione di suolo contaminato.
E’ previsto un numero massimo di 250 partecipanti oltre il quale le iscrizioni saranno accettate con riserva, pertanto si prega di comunicare l’eventuale rinuncia. Per ulteriori informazioni: Inail Dit - Sezione Tecnico Scientifica Trasferibilità delle attività di ricerca Dott.ssa Daniela Gaetana Cogliani 0654876430
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
24
Mag

Bando voucher digitali I4.0 – anno 2019

 

concessione di contributi camerali per spese di formazione e consulenza per l'introduzione di tecnologie di innovazione digitale

Bando voucher digitali I4.0 - anno 2019

bando ravenna Bando voucher digitali I4.0 - anno 2019Il bando approvato con delibera di Giunta Camerale n 43 del 04/04/2019 si rivolge alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) con l'obiettivo di promuovere l'utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano nazionale Impresa 4.O Camera di Commercio Ravenna.

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 8:00 del 10 aprile 2019 alle ore 21:00 del 15 luglio 2019. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al voucher.

L’invio telematico dovrà avvenire mediante la piattaforma WebTelemaco (http://webtelemaco.infocamere.it/) –Servizi e-gov - Contributi alle imprese.

Con il presente Bando, si intendono finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher) le seguenti misure di innovazione tecnologica I4.0:

  • Misura A – Domande di contributo relative a servizi di formazione, consulenza e acquisto di attrezzature finalizzati all’introduzione delle tecnologie del Piano Impresa 4.0 per progetti condivisi da più imprese, presentati secondo quanto specificato nella parte generale del presente Bando e nella “Scheda 1 – Misura A”;
  • Misura B – Domande di contributo relative a servizi di formazione, consulenza e acquisto di attrezzature finalizzati all’introduzione delle tecnologie del Piano Impresa 4.0 per progetti presentati da singole imprese secondo quanto specificato nella parte generale del presente Bando e nella “Scheda 2 – Misura B”.

Utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • Soluzioni per la manifattura avanzata
  • Manifattura additiva
  • Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
  • Simulazione
  • Integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • Cloud
  • Cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc)

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 200.000 interamente a carico della Camera di commercio e suddivise come da tabella seguente:

  • Misura A, euro 100.000
  • Misura B, euro 100.000

I voucher avranno un importo massimo:

  • per la Misura A di euro 10.000
  • per la Misura B di euro 5.000

Gli importi del contributo voucher sono limitati alle seguenti percentuali dei costi ammissibili:

  • per la Misura A al 50%
  • per la Misura B al 50%
E-learning_6.pngLink Camera di Commercio
 
16
Mag

L’utilizzo di tecniche di rilevamento multi – e iper-spettrali per l’identificazione delle sorgenti di rischio amianto

 

Seminario INAIL Roma, martedì 4 giugno 2019

L’utilizzo di tecniche di rilevamento multi - e iper-spettrali per l’identificazione delle sorgenti di rischio amianto

seminarioL’evento, co-organizzato da Inail Dit - Sapienza Università di Roma DICMA,  rappresenta un’importante occasione per illustrare gli esiti del progetto Bric Id 58, finalizzato alla definizione e messa a punto di tecniche di rilevamento ed analisi per il riconoscimento e la mappatura di materiali contenenti amianto (MCA), anche tramite l’utilizzo di dati telerilevati multispettrali ed iperspettrali.
 
L’attività svolta ha portato all’analisi di campioni rappresentativi di materiali e superfici contenenti amianto ed alla loro catalogazione ed opportuna processazione mediante analisi d’immagine iper-spettrale e multispettrale sia di prossimità che da remoto.
L’evento è volto a porre l’attenzione sulla identificazione e mappatura dei materiali contenenti amianto, diffusamente presenti sul territorio nazionale, nonché sulla valutazione e gestione del rischio amianto ai fini della tutela dei lavoratori addetti alla bonifica dei siti inquinati e degli ambienti di vita limitrofi.
 
Per partecipare è necessario effettuare l’iscrizione, inviando una mail di richiesta a dit.segreteriaeventi@inail.it
Per ulteriori informazioni:
Inail Dit - Sezione Tecnico Scientifica Trasferibilità delle attività di ricerca
Dott.ssa Daniela Gaetana Cogliani 0654876430
Dott.ssa Francesca Ceruti 0654876419
Data Inizio:
04/06/2019
Data Fine:
04/06/2019
Sede Evento:
Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale della Sapienza Università di Roma
Indirizzo:
Via Eudossiana, 18
Provincia:
RM
Info Email Evento:
dit.segreteriaeventi@inail.it
Info Telefono Evento:
0654876430 - 0654876419
E-learning_9.pngLink alla pagina INAIL dell'evento MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
3
Mag

La gestione integrata del rischio chimico

 

evento interamente dedicato alle più recenti normative in materia di sostanze chimiche

La gestione integrata del rischio chimico

convegnoe-labo srl e Studio Chimico Busolo hanno il piacere di presentare un evento interamente dedicato alle più recenti normative in materia di sostanze chimiche e sulla loro applicazione, cercando di fornire indicazioni operative per la gestione integrata del rischio chimico.
 
Durante l’evento parleremo di:
Ricadute del REACH e del CLP nella gestione del rischio chimico Gestione degli scenari di esposizione
Il rischio chimico secondo D. Lgs. 81/08 Principali novità in materia di prevenzione incendi
 
Quando: martedì 21 maggio 9.00 - 13.00
Dove: Hotel Fracanzana, Via Fracanzana, 3 – 36054 Montebello Vicentino (VI)
Destinatari: RSPP, ASPP, responsabili di produzione, responsabili HSE, responsabili ricerca e sviluppo, consulenti.
Quota di iscrizione:
per iscrizioni ricevute entro il 26 aprile, il costo è pari a € 50,00, iva inclusa
Per iscrizioni ricevute dal 27 aprile al 10 maggio, il costo è pari a € 80,00, iva inclusa
L'iscrizione è obbligatoria. Il numero dei posti è limitato. Nel caso le adesioni superassero il numero massimo stabilito si farà riferimento all'ordine cronologico di arrivo delle iscrizioni.
Ai partecipanti all’evento verrà rilasciato un attestato valido anche ai fini dell'aggiornamento obbligatorio quinquennale per RSPP e ASPP (3 crediti).
Per Iscriversi CLICCA QUI
 
Scarica Programma CLICCA QUI
 
Scarica Brochure Clicca Qui
 
6
Mar

L’approfondimento dei fattori di rischio lavorativi

 

Convegno 28 Marzo 2019 INAIL

L’approfondimento dei fattori di rischio lavorativi

convegnoConvegno - L’approfondimento dei fattori di rischio lavorativi e l’individuazione delle soluzioni per le aziende attraverso le attività di vigilanza e assistenza da parte delle Istituzioni
Il Convegno illustra i risultati del progetto Ccm promosso dal Ministero della salute, e sviluppato da Inail - Dipartimento di medicina, epidemiologia e igiene del lavoro e ambientale, dal titolo L’approfondimento dei fattori di rischio lavorativi e l’individuazione delle soluzioni per le aziende attraverso le attività di vigilanza e assistenza da parte delle Istituzioni.
La finalità del progetto è offrire supporto alle imprese nella gestione dei rischi e nella definizione di misure migliorative, fornendo uno standard di piano mirato di prevenzione nel quale alcuni strumenti già sviluppati per migliorare la qualità della prevenzione in ambienti di lavoro vengono utilizzati in modo integrato (Informo, Previs).
L’evento è stato accreditato ECM per tutti i profili del Ssn per 4,2 crediti.
La partecipazione è gratuita, l’iscrizione è obbligatoria e può essere richiesta esclusivamente compilando la scheda allegata ed inviandola all’indirizzo dmil.eventisezione4@inail.it entro e non oltre il 15 marzo p.v.
La partecipazione all’evento è subordinata alla comunicazione di conferma della segreteria organizzativa.
Data Inizio: 28/03/2019
Data Fine: 28/03/2019
Sede Evento: Auditorium, sede centrale Inail
Indirizzo: Piazzale Giulio Pastore 6, 00144 Roma
Provincia: RM
Orario: 8:15 – 17:00
Info Email Evento: dmil.eventisezione4@inail.it
convegnoProgramma convegno
  MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Feb

Riapertura sportello Nuova Sabatini

 

Avviso 29 gennaio 2019

Riapertura sportello Nuova Sabatini

sabatini 2019
Con il decreto direttoriale n. 1338 del 28 gennaio 2019, è disposta, a partire dal 7 febbraio 2019, la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie pari a 480 milioni di euro (introdotto dall’articolo 1 comma 200 della legge 30 dicembre 2018 n. 145).
I contributi sono concessi secondo le modalità fissate nel decreto interministeriale 25 gennaio 2016 e nella circolare direttoriale 15 febbraio 2017, n. 14036, e ss. mm. ii.
Il decreto è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
A fronte del nuovo stanziamento di risorse finanziarie, con il decreto direttoriale n. 1337 del 28 gennaio 2019, è disposto altresì l’accoglimento delle prenotazioni pervenute nel mese di dicembre 2018 e non soddisfatte per insufficienza delle risorse disponibili.
L’accoglimento di dette prenotazioni non richiede un ulteriore invio da parte delle banche. Inoltre, le domande inviate dalle imprese alle banche/intermediari finanziari entro il 4 dicembre 2018 possono essere oggetto di prenotazione da parte dei medesimi istituti a partire dal 1° febbraio 2019.
E-learning_12.pngLink MISE MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231