1 BIM NEWS Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘BIM NEWS’ Category

22
Mar

L’Italia guida il team per la creazione della piattaforma europea delle costruzioni

22/03/2019 - La Commissione UE promuove a pieni voti il progetto DigiPLACE, un’iniziativa a valenza europea promossa da Federcostruzioni e supportata dal Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che è riuscita a mettere insieme un consorzio di grande valenza politica con l’adesione di ben tre Ministeri europei: - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano;    - Ministere de l'ecologie du developpement durable des transports et du Logement francese;      - Bundesministerium für Verkehr und Digitale Infrastruktur tedesco;        forte partecipazione industriale grazie al coinvolgimento di ANCE e tutte le più importanti Associazioni Europee in rappresentanza della filiera delle Costruzioni       e anche presenza scientifica garantita dal coordinamento del Politecnico di Milano. Il progetto di ricerca è stato selezionato..
Continua a leggere su Edilportale.com

20
Mar

L’approccio BIM nella progettazione impiantistica MEP e nella gestione BEMS

20/03/2019 – Come ormai sappiamo, il BIM è un innovativo processo basato sulla raccolta e l'uso delle informazioni, geometriche e non geometriche, che riguardano la progettazione, la gestione e la manutenzione dell'opera costruita. Non esiste una definizione universalmente accettata di BIM, anche se diversi enti autorevoli hanno pubblicato definizioni in merito. Per la progettazione impiantistica (comunemente chiamata MEP, acronimo di Mechanical, Electrical and Plumbing) la definizione rilasciata dalla Cooperative Research Centre (CRC), ente di riferimento in Australia, è considerata la più adatta: “il BIM è una tecnologia model-based collegata a un database contenente le informazioni del progetto e la rappresentazione grafica, la documentazione per la costruzione e le analisi.” Un progetto BIM contiene tutte le informazioni relative all’opera e alla sua realizzazione, comprese le caratteristiche fisiche, funzionali e le..
Continua a leggere su Edilportale.com

12
Mar

BIM.archiproducts a MADE expo 2019

12/03/2019 - Al via domani la nona edizione di MADE expo, la più grande manifestazione in Italia per il mondo delle costruzioni e dell’architettura, che si terrà a Fiera Milano-Rho dal 13 al 16 marzo 2019. I temi al centro di MADE expo sono di grande attualità. L’argomento portante della qualità dell’abitare viene declinato con attenzione alla rigenerazione urbana ed infrastrutturale e con focus su comfort, sicurezza, sostenibilità, innovazione. L’impatto della evoluzione digitale del settore avrà un focus dedicato ma sarà anche una grande componente trasversale di tutta la manifestazione. Materiali, soluzioni e sistemi per la progettazione, il cantiere e l’edilizia, la filiera completa del serramento, i sistemi di involucro, le soluzioni outdoor e di schermatura dalla luce, il mondo delle finiture e degli interni saranno tutti pronti ad accogliere i visitatori con le loro novità. La manifestazione.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Feb

BIM nelle gare pubbliche, Oice: ‘nel 2018 balzo del 219% sul 2017’

18/02/2019 - Nel 2018 le gare pubbliche che prevedono l’utilizzo delle metodologie BIM hanno fatto registrare un balzo del 219% sul totale del numero delle gare dell’anno precedente. Anche il 2017 era stato molto positivo, con un +70% sul 2016. Nel solo mese di dicembre 2018 sono stati pubblicati 104 bandi, 90 dei quali emessi da diverse direzioni regionali dell’Agenzia del Demanio, ente che si è dimostrato fra i più attivi già nel 2017. Sono i dati del Rapporto OICE sulle gare BIM 2018 presentato a Roma giovedì scorso. È BIM il 4,6% dei bandi di progettazione Nel 2018 il confronto tra i bandi per servizi di ingegneria e architettura con richiesta di BIM (o appalti di servizi o concorsi di progettazione) e il totale del mercato dei servizi di ingegneria e architettura rilevati, vede i bandi BIM al 4,6% del totale nel numero. Nel valore, i bandi BIM raccolgono 161.046,8 milioni di euro, contro i 1.250.230.624.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Feb

2018: il valore delle gare in BIM è aumentato di 8 volte rispetto al 2017

12/02/2019 - Il mercato del BIM in Italia sta crescendo velocemente nel settore pubblico. Nel 2018, infatti, l’ammontare delle gare di progettazione in BIM è salito a 246 milioni di euro. Una crescita pari a 8 volte, se confrontata con i 36 milioni registrati nel 2017. Inoltre, si nota una chiara accelerazione nel quarto trimestre del 2018, quando si toccano gli 80 bandi per 163 milioni di euro. E' quanto emerge dallo studio "BIM-MONITORING: L’innovazione e il mercato in Italia" condotto dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Cnappc) e dal Cresme, che commentano “La rivoluzione del BIM è partita e, in alcuni casi, prima ancora della sua obbligatorietà” L’analisi del numero di bandi in BIM mostra che si è passati da circa 30 procedure nel biennio 2015-2016 a 99 iniziative nel 2017 e poi a  291 procedure nel 2018, il.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Feb

Lavori pubblici, Cnappc e Cresme: ‘è partita la rivoluzione del BIM’

11/02/2019 - Nel 2018 l’ammontare delle gare di progettazione in BIM (Building Information Modeling) è salito a 246 milioni di euro, contro i soli 36 milioni nel 2017, registrando una crescita pari a 8 volte e una forte accelerazione nel quarto trimestre quando si sono toccati gli 80 bandi per 163 milioni di euro. I dati arrivano da uno studio condotto dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Cnappc) e dal Cresme che commentano: “la rivoluzione del BIM è partita e, in alcuni casi, prima ancora della sua obbligatorietà”. Ricordiamo, infatti, che dal 1° gennaio 2019 l’utilizzo del BIM è obbligatorio per le opere pubbliche di importo pari o superiore a 100 milioni di euro. Dal 2020 lo sarà per i lavori complessi oltre i 50 milioni di euro; dal 2021 per i lavori complessi oltre i 15 milioni di euro e così via fino al dal 2025 per tutte le nuove.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
29
Gen

Formazione BIM a Vicenza

29/01/2019 - Condivisione, collaborazione e comunicazione sono i concetti fondamentali su cui si fonda il BIM. Abbracciando a pieno questo spirito, è nato a Vicenza un ambizioso progetto che mette assieme Confindustria, ordini e collegi professionali della provincia di Vicenza per la preparazione di un’offerta informativa e formativa BIM, rivolta agli iscritti, comune, diversificata e rispondente alle esigenze del territorio, frutto di “un tavolo di lavoro BIM”, particolarmente attento alle dinamiche delle piccole e medie realtà professionali ed aziendali. Preso atto che il BIM è una trasformazione ormai irreversibile nel mondo delle costruzioni, e in considerazione delle scadenze in termini di obblighi (progettazione BIM obbligatoria per appalti della PA: dal 2019 sopra i 100 milioni di euro; dal 2020 sopra i 50 milioni di euro; dal 2025 per tutti gli appalti pubblici), il progetto prevede una sua implementazioneentro la prima.. Continua a leggere su Edilportale.com  
10
Gen

BIM: opportunità o divario generazionale?

10/01/2019 – Come già visto nei precedenti focus (clicca QUI per la parte 1; clicca QUI per la parte 2), con la metodologia BIM la figura professionale del progettista si evolve e diventa sempre più digitale e orientata alla gestione, si aggiungono al suo dizionario terminologie per la gestione dei dati, di informatica generale e linguaggi di scrittura dei software CAD-BIM. Questo tipo di upgrade potrebbe creare delle difficoltà ai progettisti senior, che si trovano a dover imparare nuovi linguaggi di comunicazione, informatica e strumenti di lavoro sofisticati. Dall’altro lato, ci sono le nuove leve di professionisti che si affacciano al mondo del lavoro già in parte formati sul BIM e decisamente più propensi all’uso del digitale. Potrebbe, quindi, sembrare che queste due macro categorie siano in contrapposizione tra loro e che i nativi digitali siano in netto vantaggio sui senior... Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
3
Gen

Appalti pubblici: in vigore l’obbligo del BIM per appalti pubblici oltre i 100 milioni di euro

03/01/2019 – Il conto alla rovescia è scaduto e da 48 ore è ufficialmente in vigore l’obbligo all’utilizzo del Building Information Modeling (BIM) per le opere pubbliche di importo pari o superiore a 100 milioni di euro, in attuazione di quanto previsto dal Decreto BIM (DM 560 del 1 dicembre 2017). Le tappe dell’obbligatorietà secondo il Decreto La richiesta, obbligatoria da parte delle stazioni appaltanti, dell’utilizzo di metodi e strumenti elettronici di modellazione decorre: - dal 1° gennaio scorso per le opere di importo da 100 milioni di euro; - dal 2020 per i lavori complessi oltre i 50 milioni di euro; - dal 2021 per i lavori complessi oltre i 15 milioni di euro; - dal 2022 per le opere oltre i 5,2 milioni di euro; - dal 2023 per le opere oltre 1 milione di euro; - dal 2025 per tutte le nuove opere. Fino al 31 dicembre dello scorso anno, l’utilizzo di metodi e strumenti elettronici specifici è.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
3
Gen

Appalti pubblici: in vigore l’obbligo del BIM per bandi oltre i 100 milioni di euro

03/01/2019 – Il conto alla rovescia è scaduto e da 48 ore è ufficialmente in vigore l’obbligo all’utilizzo del Building Information Modeling (BIM) per le opere pubbliche di importo pari o superiore a 100 milioni di euro, in attuazione di quanto previsto dal Decreto BIM (DM 560 del 1 dicembre 2017). Le tappe dell’obbligatorietà secondo il Decreto La richiesta, obbligatoria da parte delle stazioni appaltanti, dell’utilizzo di metodi e strumenti elettronici di modellazione decorre: - dal 1° gennaio scorso per le opere di importo da 100 milioni di euro; - dal 2020 per i lavori complessi oltre i 50 milioni di euro; - dal 2021 per i lavori complessi oltre i 15 milioni di euro; - dal 2022 per le opere oltre i 5,2 milioni di euro; - dal 2023 per le opere oltre 1 milione di euro; - dal 2025 per tutte le nuove opere. Fino al 31 dicembre dello scorso anno, l’utilizzo di metodi e strumenti elettronici specifici è.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231