1 Consulente della Privacy Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Consulente della Privacy’ Category

30
Mag

Il Garante Privacy ha pubblicato un video istituzionale sul Nuovo Regolamento Ue 679 in materia di dati personali.

A un anno dell'entrata in vigore del nuovo Regolamento Ue 679/16, il Garante Privacy ha pubblicato un video istituzionale. Gli Stati membri dovranno applicare questo Regolamento obbligatoriamente a maggio del 2018.
Il Garante Privacy ha pubblicato un video istituzionale sul Nuovo Regolamento Ue 679 in materia di dati personali autoprodotto che è stato reso disponibile sui social media ufficiali e  sul sito web dell’Autorità (www.garanteprivacy.it). Il filmato fa parte delle strategie di comunicazione avviate dall’Autorità del Garante della Privacy per sensibilizzare e informare le persone e per accompagnare le pubbliche amministrazioni e le Organizzazioni nel percorso verso la definitiva applicazione del Regolamento Euopero 679/16. Per visionare il link youtube https://www.youtube.com/watch?v=eLr5qFP68iQ Per consulenze Privacy contattare lo staff di MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia operativi in tutto il Nord Est al numero verde 800300333 www.modiq.it e sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it.
15
Mar

Privacy? Quali sono le modalità tecniche da adottare nel trattamento dei dati secondo il nuovo regolamento europero 679

Il “Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza” (Allegato B) specifica le modalità tecniche da adottare a cura del Titolare, del Responsabile (ove designato) e dell’Incaricato, in caso di trattamenti di dati con strumenti elettronici o senza strumenti elettronici. Tali modalità vengono “lette” a partire da quanto indicato negli articoli dal 33 al 36 del Codice in materia di protezione dei dati personali relative alla cosiddette “Misure minime di sicurezza” che indicano che “nel quadro dei più generali obblighi di sicurezza” i titolari del trattamento sono comunque tenuti ad adottare le misure minime di seguito indicate (suddivise tra misure da adottare per i trattamenti effettuati con strumenti elettronici e misure da adottare per trattamenti effettuati senza strumenti elettronici.)
Il trattamento di dati personali effettuato con strumenti elettronici è consentito solo se sono adottate, nei modi previsti dal disciplinare tecnico contenuto nell’allegato B, le seguenti misure minime: Autenticazione informatica; Adozione di procedure di gestione delle credenziali di autenticazione; Utilizzo di un sistema di autorizzazione; Aggiornamento periodico dell’individuazione dell’ambito del trattamento consentito ai singoli incaricati e addetti alla gestione o alla manutenzione degli strumenti elettronici; Protezione degli strumenti elettronici e dei dati rispetto a trattamenti illeciti di dati, ad accessi non consentiti e a determinati programmi informatici; Adozione di procedure per la custodia di copie di sicurezza, il ripristino della disponibilità dei dati e dei sistemi; Tenuta di un aggiornato documento programmatico sulla sicurezza; Adozione di tecniche di cifratura o di codici identificativi per determinati trattamenti di dati idonei a rivelare lo stato di salute o la vita sessuale effettuati da organismi sanitari.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
14
Mar

PRIVACY – Cosa deve contenere il Il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS)?

 
Il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) deve contenere, al minimo (regola 19 dell’allegato B, “Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza”, del D. Lgs. N. 196): L’elenco dei trattamenti di dati personali; La distribuzione dei compiti e delle responsabilità nell’ambito delle strutture preposte al trattamento dei dati; L’analisi dei rischi che incombono sui dati; Le misure da adottare per garantire l’integrità e la disponibilità dei dati, nonché la protezione delle aree e dei locali, rilevanti ai fini della loro custodia e accessibilità; La descrizione dei criteri e delle modalità per il ripristino della disponibilità dei dati in seguito a distruzione o danneggiamento (…); La previsione di interventi formativi degli incaricati del trattamento (…); La descrizione dei criteri da adottare per garantire l’adozione delle misure minime di sicurezza in caso di trattamenti di dati personali affidati, in conformità al codice, all’esterno della struttura del Titolare. La redazione dell’autocertificazione privacy  espone il Titolare al rischio penale se effettuata in modo superficiale e inesatta a differenza di quanto potrebbe accadere con la redazione del DPS che espone al rischio di sanzioni amministrative qualora contenga informazioni errate o inesattezze Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
13
Mar

Autocertificazione ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000 – PRIVACY

 
In sostituzione del DPS il Titolare del trattamento dovrà redigere una autocertificazione ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000, ovvero una DSAN (Dichiarazione sostitutiva di stato e condizioni) nella quale dichiara di trattare solo dati non sensibili ad eccezione dello stato di salute o malattia dei propri dipendenti senza indicazione della relativa diagnosi, e che sono state messe in atto le misure di sicurezza previste dal Codice e dall’allegato B. Va osservato che la redazione dell’autocertificazione espone il Titolare al rischio penale se effettuata in modo superficiale e inesatta a differenza di quanto potrebbe accadere con la redazione del DPS che espone al rischio di sanzioni amministrative qualora contenga informazioni errate o inesattezze.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
7
Mar

ll “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer

 
Il “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer (letteralmente “Responsabile della Protezione dei Dati”) in breve il “Privacy Officer”, è un professionista o dipendente/collaboratore di azienda, che:
         Possiede competenze specifiche sulla protezione dei dati personali e approfondite conoscenze della normativa che la regolamentano
         Fornisce tutta la consulenza necessaria per progettare, verificare e mantenere un Sistema Organizzativo di Gestione dei dati personali comprendente l’adozione di un complesso di idonee misure di sicurezza finalizzate alla tutela e allo salvaguardia del patrimonio basato sui dati e sulle informazioni che assicuri un elevato grado di sicurezza e riservatezza
La Società di Consulenza MODI S.r.l. con sedi a  Mestre e Spinea (VE), comunica alle Aziende che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento.
Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004.
Se cercate un “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer chiamate  www.modiq.it, servizio clienti 800300333.