1 FOCUS Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘FOCUS’ Category

12
Ott

Riscaldamento, sistemi efficienti per il controllo del calore

12/10/2017 – Il freddo autunnale è alle porte e il prossimo 15 ottobre si potranno riaccendere i riscaldamenti. Da quest’anno, però, c’è un obbligo in più per gli impianti centralizzati: dal 30 giugno 2017, infatti, è obbligatorio aver installato le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore in tutti i condomini in modo da gestire l’energia in maniera più efficiente e da suddividere equamente le bollette.   Impianti di riscaldamento: gli obblighi di manutenzione In vista della riaccensione degli impianti, molti predispongono la manutenzione e tutte le operazioni necessarie per un corretto funzionamento dell’impianto. Come ricorda la CNA Impianti, affinché la manutenzione del proprio impianto venga fatta a regola d’arte, bisogna rivolgersi ad installatori o ditte specializzate abilitate ai sensi del DM 37/2008. Inoltre, come specifica il DPR 74/2013 all’articolo 7, le tempistiche..
Continua a leggere su Edilportale.com

5
Ott

Aree a verde, come riqualificare spazi condominali e giardini privati

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/10/2017 – Il recupero e la trasformazione in aree verdi di spazi pertinenziali condominiali o privati e dei tetti è una pratica sempre più diffusa nelle città perché aumenta il valore dell’immobile e aiuta a limitare l’impatto ambientale delle costruzioni. L’incremento di aree verdi all’interno della città, infatti, permette lo sviluppo dei cosiddetti ‘corridoi ecologici’ con i quali è possibile ricostituire la biodiversità, migliorare la qualità dell’aria della città e ridurre il fenomeno di ‘isola di calore’. Trasformazione di aree verdi: gli incentivi proposti Visti i vantaggi della qualificazione a verde delle aree di pertinenza del patrimonio privato, il Governo sta studiando una detrazione fiscale per gli interventi relativi alla sistemazione a verde di aree pertinenziali di edifici unifamiliari e condominiali, poste al suolo o su.. Continua a leggere su Edilportale.com
28
Set

Pavimenti, i prodotti per la posa

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23128/09/2017 – Sia nel caso di nuove costruzioni sia nel caso di una ristrutturazione (quando si decide di rifare la rete idrico–sanitaria e gli impianti) è necessaria una corretta posa dei prodotti per la realizzazione/rifacimento dei pavimenti. La durabilità di una pavimentazione è influenzata, non solo dalla finitura superficiale che si sceglie ma soprattutto dalle caratteristiche del sottofondo e dalle modalità di preparazione, di messa in opera, di compattazione e di stagionatura del massetto. Per qualsiasi tipo di pavimentazione, infatti, sia essa in ceramica, in materiale lapideo, tessile, resiliente o in legno, la durabilità e la funzionalità dipendono strettamente dalle caratteristiche fisiche ed elasto-meccaniche del supporto. Pavimenti: la posa in opera del massetto Il massetto è un elemento costruttivo di spessore variabile previsto al fine di raggiungere le quote di progetto e fornire un piano.. Continua a leggere su Edilportale.com
21
Set

Facciate, i migliori prodotti per la manutenzione

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/09/2017 – Le facciate, essendo sottoposte costantemente agli agenti atmosferici, allo smog e alle sollecitazioni esterne, hanno bisogno di una manutenzione costante che possa proteggerle, lasciando inalterato anche l’aspetto esteriore. Le facciate, quindi, devono soddisfare sia esigenze estetiche che di comfort come: elevata durabilità, facilità di manutenzione, tenuta all’aria e all’acqua, resistenza agli urti ecc. L’obsolescenza, però, può portare al degrado delle facciate esterne e a problemi come: distacco dell’intonaco, scrostature, cavillature, fessurazioni e condensa. Degrado e manutenzione delle facciate esterne Primo passo da compiere per intervenire sulle facciate è l'individuazione dei fenomeni di degrado e delle cause che li generano. Successivamente, va eliminata la causa che l’ha provocato. Infine, si devono effettuare le operazioni di risanamento valutando.. Continua a leggere su Edilportale.com
14
Set

10 tecnologie per rendere la casa più smart

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23114/09/2017 – Impostare la temperatura interna delle stanze da remoto, controllare ogni angolo della propria abitazione direttamente da un cellulare e aprire il portone di casa senza chiavi. Queste alcune tecnologie che ieri erano solo uno spunto per qualche film futuristico ma oggi sono una realtà alla portata di tutti. Grazie alla rivoluzione che internet ha portato, con la conseguente comunicazione senza fili, oggi è possibile avere una casa connessa in cui qualunque cosa (dagli impianti termici alla lavatrice) può potenzialmente “prendere vita”. Si assiste, infatti, già alla commercializzazione di elettrodomestici connessi che si autoregolano il lavoro, allarmi intelligenti connessi alle telecamere e allo smartphone,  TV e luci di casa impostate da remoto. Una casa smart, però, non è solo una casa domotica ma è anche una casa efficiente in cui è possibile coniugare esigenze estetiche.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Set

Costruire con il legno

07/09/2017 – Le costruzioni in legno stanno crescendo nel panorama edilizio italiano, come ha recentemente messo in luce il 2° Rapporto Case ed Edifici in Legno condotto dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi per conto di Assolegno. La ricerca evidenzia che “una nuova abitazione su 14 è realizzata in legno”, a conferma dell’interesse per questa tipologia di costruzioni da parte del consumatore finale. Le costruzioni in legno, infatti, tengono conto sia della sostenibilità ambientale sia degli standard prestazionali. Costruire con il legno: i vantaggi Grazie alle sue caratteristiche di leggerezza e resistenza meccanica, con il legno è possibile realizzare facilmente edifici o sopraelevazioni, anche in aree difficilmente accessibili. In più la natura del legno ben si coniuga con i principi della prefabbricazione; ciò semplifica lo svolgimento dei lavori in cantiere, riducendo.. Continua a leggere su Edilportale.com
31
Ago

Come costruire con il laterizio

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23131/08/2017 – Il laterizio è tra i più antichi materiali da costruzione e rimane oggi tra i prodotti più versatili ed efficaci sia dal punto di vista compositivo sia dal punto di vista strutturale ed energetico. Il laterizio, nato per soddisfare le esigenze costruttive delle popolazioni residenti in luoghi in cui abbondava l’argilla ma scarseggiavano pietra e legno, è rimasto un materiale ‘attuale’ che ha trovato in ogni epoca progettisti che l’hanno reso moderno, attuale, coerente con le esigenze funzionali, prestazionali ed estetiche. Murature in laterizio Una muratura in laterizio è una struttura realizzata dall’unione di elementi resistenti (mattoni o blocchi) posti in opera, generalmente, mediante giunti di malta. Le murature si dividono in tre principali categorie: portanti o strutturali; di tamponamento; per divisori interni. Inoltre, le murature possono essere distinte secondo diversi.. Continua a leggere su Edilportale.com
27
Lug

Attrezzature per lo sport e le attività outdoor, guida alla scelta

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23127/07/2017 – L'attività sportiva è considerata spesso come un valido strumento per rimuovere gli squilibri economico sociali e incrementare la sicurezza urbana nell’ambito della rigenerazione delle aree svantaggiate e delle zone periferiche urbane. D’altra parte, già nel Decreto 1444/1968 il verde pubblico (comprensivo anche di verde sportivo, aree attrezzate per lo sport, parchi e giardini) viene considerato come standard urbanistico minimo di cui tener conto nella redazione di un Piano regolatore. Nella pianificazione urbanista, quindi, si deve dedicare ampio spazio alle attrezzature per il verde e per lo sport, soprattutto nelle periferie. Attrezzature sportive: le azioni per promuoverle Il Governo, infatti, ha incentivato tali interventi attraverso bandi specifici e leggi. Ad esempio con la Legge 9/2016 (conversione del decreto Expo-Giubileo) è stato istituito il Fondo ‘Sport e Periferie’.. Continua a leggere su Edilportale.com
20
Lug

Strutture prefabbricate in cemento armato, guida alla scelta

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 20/07/2017 – L’uso di strutture prefabbricate in calcestruzzo è una valida soluzione sia per i capannoni industriali che per l’edilizia residenziale. La prefabbricazione, sviluppatasi verso la metà dell’Ottocento insieme alla tecnologia di precompressione del calcestruzzo, prevede l’organizzazione industriale della produzione degli elementi (pilastri, travi, ecc) in appositi stabilimenti per poi essere trasportati in cantiere e assemblati. Strutture prefabbricate: cosa considerare Una struttura prefabbricata garantisce la razionalizzazione dei processi produttivi e il controllo di qualità e degli standard edilizi. Inoltre, offre numerosi vantaggi come: costi certi e ridotti rispetto all’edilizia normale (non è necessario l’allestimento e il disarmo delle casseforme), tempi brevissimi di realizzazione, smontaggio semplificato, riduzione degli scarti e riciclaggio degli elementi a fine vita. Tuttavia,.. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Lug

Come illuminare gli spazi esterni

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23113/07/2017 – Con le calde serate estive, cresce la voglia di vivere al meglio gli spazi esterni come terrazzi, balconi e giardini; attraverso un’adeguata illuminazione è più facile viverli anche in assenza di luce solare. Illuminazione per esterni: la normativa Per illuminare gli ambienti esterni in modo non eccessivo e confortevole è necessario progettare accuratamente il sistema di illuminazione, cercando di limitare il più possibile l’inquinamento luminoso, ovvero quel fenomeno che avviene quando la luce emessa dai corpi illuminanti per esterni è rivolta verso l’alto e di conseguenza dispersa. Le leggi regionali contro l’inquinamento luminoso vietano in generale flussi luminosi con componenti che superano i 90°, tranne rare eccezioni (come per le zone archeologiche). Per ovviare a questo problema, i corpi illuminanti devono essere dotati di opportuni sistemi di schermatura (cut-off).. Continua a leggere su Edilportale.com