1 IMPIANTI Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘IMPIANTI’ Category

20
Nov

Predisposizione degli edifici alla banda ultralarga, ecco la Guida

20/11/2017 – Quali regole seguire per la corretta predisposizione e installazione della banda ultralarga negli edifici di nuova costruzione o interessati da una ristrutturazione pesante? A spiegarlo la Guida di Confindustria Digitale, Assimpredil Ance e Anitec-Assinform, con il patrocinio di Anci e Ministero dello Sviluppo Economico, presentata allo Smart Building Expo 2017. Nella stessa occasione è stata presentata in anteprima l’etichetta ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico “Edificio predisposto alla banda larga” che consentirà, a cittadini e imprese, di conoscere la cablatura degli immobili, in attuazione dell’articolo 135 bis del DPR 380/2001 (Testo unico sull’edilizia) introdotto dalla Legge 164/2014 di conversione del Decreto Sblocca Italia (DL 133/2014). Banda ultralarga: gli argomenti della guida La guida ha l’obiettivo di divulgare i contenuti dei provvedimenti.. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Nov

Ascensori, riattivate le abilitazioni per le manutenzioni

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231anuten13/11/2017 – Sbloccati gli esami per conseguire l’abilitazione alla manutenzione ordinaria di ascensori e montacarichi. A darne l’annuncio la CNA Impianti che ha evidenziato che con l’approvazione definitiva della Legge europea 2017 sono state riattivate le Commissioni d’esame per l’abilitazione alla manutenzione ascensori, abolite cinque anni fa dal DL 95/2012. Manutenzione ascensori: la commissione esaminatrice Nel testo del provvedimento, all’art. 23 (Disposizioni per l'integrale attuazione della direttiva 2014/33/UE relativa agli ascensori) proprio per assicurare l'integrale attuazione della direttiva, si specifica che il certificato di abilitazione viene rilasciato dal prefetto in seguito all'esito favorevole di una prova teorico-pratica svolta davanti ad  una  commissione esaminatrice. La commissione esaminatrice viene nominata dal Prefetto stesso e deve essere composta da cinque funzionari,.. Continua a leggere su Edilportale.com
27
Ott

Legge di Bilancio 2018, nuove risorse per periferie e impianti sportivi

27/10/2017 – Rifinanziamento del Piano Periferie, messa a regime con una dotazione di 10 milioni annui del Fondo ‘Sport e Periferie’, credito d’imposta per la ristrutturazione degli impianti sportivi, 100 milioni di euro di spazi finanziari ai Comuni per l’impiantistica sportiva.   Questa alcune misure contenute nella bozza di Legge di Bilancio 2018.    Riqualificazione delle periferie Novità sul piano della riqualificazione delle periferie: la prossima Legge di Bilancio, infatti, dovrebbe rifinanziare il Piano Periferie.   Le nuove risorse per gli interventi di riqualificazione urbana e sicurezza nelle periferie, discendono dal rifinanziamento del Fondo Investimenti con 940 milioni di euro per l'anno 2018, 1 miliardo e 940 milioni di euro per l'anno 2019 e 2 miliardi e 500 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2033.   Ricordiamo che per il Piano Periferie 2016, il..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Giu

Termovalvole, dal 1° luglio multe agli inadempienti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 30/06/2017 – Da domani saranno operative le sanzioni per i condomìni e i proprietari che non hanno installato termovalvole e contabilizzatori di calore negli edifici residenziali o polifunzionali con impianto di riscaldamento centralizzato. Oggi 30 giugno, infatti, scade il termine per l’adeguamento stabilito dal Decreto Milleproroghe che ha fatto slittare di sei mesi la scadenza già fissata al 31 dicembre 2016 dal Decreto Legislativo 141/2016. Obbligo termovalvole: da domani controlli e multe La proroga ha consentito ai condomìni e ai proprietari di avere sei mesi in più per dotarsi di contatori di fornitura e valvole termostatiche sui singoli termosifoni per la regolazione della temperatura. La responsabilità dell’installazione ricade sia sui proprietari degli appartamenti che sul condominio; in caso di inadempimento saranno multati con una sanzione amministrativa da 500 a 2500 euro... Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Termovalvole, dal 1° luglio multe agli inadempienti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Da domani saranno operative le sanzioni per i condomìni e i proprietari che non hanno installato termovalvole e contabilizzatori di calore negli edifici residenziali o polifunzionali con impianto di riscaldamento centralizzato. Oggi 30 giugno, infatti, scade il termine per l’adeguamento stabilito dal Decreto Milleproroghe che ha fatto slittare di sei mesi la scadenza già fissata al 31 dicembre 2016 dal Decreto Legislativo 141/2016. Obbligo termovalvole: da domani controlli e multe La proroga ha consentito ai condomìni e ai proprietari di avere sei mesi in più per dotarsi di contatori di fornitura e valvole termostatiche sui singoli termosifoni per la regolazione della temperatura. La responsabilità dell’installazione ricade sia sui proprietari degli appartamenti che sul condominio; in caso di inadempimento saranno multati con una sanzione amministrativa da 500 a 2500 euro... Continua a leggere su Edilportale.com
3
Apr

Videosorveglianza, credito d’imposta del 100%

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23103/04/2017 – Il credito d’imposta per le spese di installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o di sistemi di allarme sostenute nel 2016 è pari al 100% dell’importo richiesto. A stabilirlo il provvedimento 62015/2017 dell’Agenzia delle Entrate. Credito d’imposta videosorveglianza: chi può usufruirne Possono usufruire del credito d’imposta, istituito dalla Legge di Stabilità 2016 con uno stanziamento di 15 milioni di euro, coloro che hanno inviato l'istanza all'Agenzia delle Entrate entro il 20 marzo 2017. E' necessario inoltre che: - le spese siano state sostenute nel 2016; - l’immobile interessato alla sorveglianza sia privato (per uso personale o familiare). Se l’immobile è utilizzato anche per l’esercizio di un’attività d’impresa o di lavoro autonomo si potrà godere dell'agevolazione ridotta al 50%. Bonus.. Continua a leggere su Edilportale.com
17
Mar

Ascensori, in vigore dal 30 marzo il nuovo regolamento

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23117/03/2017 – Dal prossimo 30 marzo entrerà in vigore il nuovo Regolamento per la sicurezza degli ascensori, in attuazione della direttiva 2014/33/Ue. Regolamento ascensori: cosa prevede Il regolamento si applicherà agli ascensori, intesi come prodotti finiti e installati in modo permanente in edifici o costruzioni, e ai componenti di sicurezza per ascensori, prodotti da un fabbricante nell’Unione europea oppure importati da un paese terzo. Sono esclusi gli ascensori inseriti in contesti particolari come gli ascensori da cantiere, gli impianti a fune, quelli progettati a fini militari, quelli usati nelle miniere ecc. Il provvedimento tiene conto delle innovazioni in materia di accreditamento degli organismi di valutazione della conformità, di vigilanza e controllo del mercato per quanto riguarda la commercializzazione dei prodotti, di principi generali della marcatura CE e di stato compatibile. Garantisce,.. Continua a leggere su Edilportale.com
21
Dic

Sicurezza impianti, dai Periti il vademecum per attestarla

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/12/2016 – Quali documenti sono necessari per il rilascio della dichiarazione di rispondenza degli impianti elettrici e come compilare la relazione tecnica? A questa domanda risponde il vademecum “La redazione della dichiarazione di rispondenza”, realizzato dal gruppo di lavoro impianti elettrici ed elettronici del Consiglio nazionale dei periti industriali (CNPI) in collaborazione con il collegio dei periti industriali di Milano e Lodi. Sicurezza impianti: dichiarazione di rispondenza La guida aiuta i professionisti a compilare in modo corretto la dichiarazione di rispondenza, cioè il documento tecnico che attesta se un impianto elettrico rispetta determinati requisiti di sicurezza. La dichiarazione di rispondenza è stata introdotta dal DM 37/2008 che riordina tutte le disposizioni per l’installazione di impianti all’interno degli edifici. La dichiarazione di rispondenza non è redatta dall’esecutore.. Continua a leggere su Edilportale.com
16
Dic

Sicurezza ascensori, ok definitivo al nuovo regolamento

16/12/2016 – Il Consiglio dei Ministri del 14 dicembre scorso ha approvato in via definitiva il regolamento di attuazione della direttiva 2014/33/Ue relativa agli ascensori, ai componenti di sicurezza degli ascensori e al loro esercizio. Il regolamento contiene le nuove disposizioni sugli adempimenti per i nuovi ascensori mentre è assente l'obbligo di adeguamento di sicurezza per impianti ante 1999. Inoltre non viene confermata la norma sulla commissione d’esami per l’abilitazione dei manutentori, presente nella precedente bozza approvata dal Consiglio dei Ministri dello scorso giugno. Sicurezza “vecchi” ascensori: rimandato l’adeguamento Il Governo, pur non avendo inserito l’obbligo di adeguamento per ascensori installati prima dell’entrata in vigore del DPCM 162/1999, ha accolto le osservazioni di Consiglio di Stato, Camera e Senato in merito all’urgenza della questione come raccomandazione.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
28
Ott

Impianti sportivi, prorogato al 5 dicembre il bando ‘Sport Missione Comune’

 28/10/2016 – E’ stata prorogata fino alle 17.00 del 5 Dicembre 2016 la scadenza per presentare le domande relative al progetto “Sport Missione Comune” che mette a disposizione 60 milioni di euro di mutui a tasso zero per progetti di costruzione, ampliamento, riqualificazione ed efficientamento energetico di impianti sportivi. L’Istituto per il Credito Sportivo, di concerto con l’Associazione Nazionale Comini Italiani (Anci), ha deciso di prorogare i termini di scadenza dopo aver riscontrato la difficoltà oggettiva dei Comuni interessati a fornire la documentazione relativa alle attestazioni di bilancio previsionale 2016, entro la data prefissata. E’ stato inoltre consentito ai Comuni che avessero già presentato le domande, di integrare le attestazioni entro e non oltre il 5 Dicembre 2016; l’esame dell’istanza ai fini dell’ammissione al contributo sarà effettuato tenendo presente.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231