1 Inail Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Inail’ Category

8
Feb

Modello OT24 per le istanze che verranno inoltrate entro febbraio 2017

Il modello è destinato alle imprese che intendono presentare istanze di riduzione del tasso medio di tariffa per interventi di prevenzione, dopo il primo biennio di attività. L'”oscillazione per prevenzione” riduce il tasso di premio applicabile all’azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all’Inail. In base al decreto ministeriale 3 marzo 2015, che ha sostituito l’articolo 24 decreto ministeriale 12 dicembre 2000, la riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori/anno del periodo: – Fino a 10 lavoratori/anno la riduzione è del 28% – Da 11 a 50 lavoratori/anno la riduzione è del 18% – Da 51 a 200 lavoratori/anno la riduzione è del 10% – Oltre i 200 lavoratori/anno la riduzione è del 5% Potranno beneficiarne, su domanda, tutte le aziende in possesso dei requisiti per il rilascio della regolarità contributiva ed assicurativa ed in regola con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro e che abbiano effettuato interventi di miglioramento nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro. A differenza dello scorso anno, le misure utili per la presentazione della domanda sono state modificate, soprattutto in relazione al loro peso (“punteggio”) e, cosa ancora più significativa, è stato introdotto un diverso peso a seconda del tipo di azienda ovvero del suo settore produttivo. Le misure sono classificate come: TG: Trasversale Generale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi e produce effetti su tutte le PAT della ditta); T: Trasversale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi ma non necessariamente attuato in tutte le PAT della ditta); SG: Settoriale Generale (può essere realizzato solo in alcuni settori e produce effetti su tutte le PAT); S: Settoriale (il punteggio varia in funzione dei settori e può essere attuato non necessariamente in tutte le PAT). Altre invece sono siglate come GG+num o G+num e sono misure pesate diversamente per Grande gruppo o Gruppo  di Tariffa dei premi Inail. La riduzione riconosciuta dall’Inail opera solo per l’anno nel quale è stata presentata la domanda ed è applicata dall’azienda stessa, in sede di regolazione del premio assicurativo dovuto per lo stesso anno. La scadenza per l’invio telematico è il 28 febbraio 2017. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
31
Gen

OT24 La scadenza per l’invio telematico è il 28 febbraio 2017.

La riduzione riconosciuta dall’Inail opera solo per l’anno nel quale è stata presentata la domanda ed è applicata dall’azienda stessa, in sede di regolazione del premio assicurativo dovuto per lo stesso anno. La scadenza per l’invio telematico è il 28 febbraio 2017. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
23
Gen

Organizzato un servizio di supporto tecnico per le Aziende nostre Clienti che devono provvedere all’invio dell’ OT24

Abbiamo organizzato un servizio di supporto tecnico per le Aziende nosstre Clienti che devono provvedere all'invio dell'OT24 . Il modello è destinato alle imprese che intendono presentare istanze di riduzione del tasso medio di tariffa per interventi di prevenzione, dopo il primo biennio di attività. L'”oscillazione per prevenzione” riduce il tasso di premio applicabile all’azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all’Inail. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
20
Feb

1 marzo 2016 via all’inserimento dei progetti da presentare all’ INAIL per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Dal primo marzo c.a si possono inserire nel portale dell'INAIL  i progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per ottenere un contributo. I progetti d'investimento sono per la messa a norma di macchine, impianti e attrezzature oppure progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. I destinatari del bando sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Sono escluse quelle che erano già state ammesse a contributo con gli Avvisi Inail 2011, 2012, 2013 e 2014.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
25
Gen

OLTRE 276 MILIONI DI EURO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DALL’INAIL

OLTRE 276 MILIONI DI EURO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DALL’INAIL
nuovo bando ISI  pubblicato  dall’INAIL per sostenere le imprese che intendono realizzare progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sono ammessi a contributo progetti di investimento, ad esempio interventi per messa a norma di macchine, impianti e attrezzature oppure progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. I destinatari del bando sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Sono escluse quelle che erano già state ammesse a contributo con gli Avvisi Inail 2011, 2012, 2013 e 2014. Le imprese potranno presentare un solo progetto e per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale. I fondi a disposizione, pari a circa 276 milioni di euro, sono ripartiti in budget regionali e il contributo erogato è pari al 65% delle spese sostenute per la realizzazione del progetto, per un massimo di 130.000 euro. La partecipazione al bando prevede tre fasi successive: inserimento online del progetto, inserimento del codice identificativo e invio del codice identificativo (click-day). Dal 1 marzo al 5 maggio 2016, le aziende interessate a partecipare e registrate nel portale Inail, avranno a disposizione un’applicazione per la compilazione on line della domanda, che consentirà di effettuare simulazioni per verificare il raggiungimento del punteggio “soglia” di ammissibilità e salvare la domanda inserita. A partire dal 12 maggio 2016 inizierà la seconda fase: le imprese che hanno raggiunto la soglia minima di ammissibilità e salvato la domanda potranno accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo. Nella terza e ultima fase, denominata click-day, le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito. I contributi sono a fondo perduto e vengono assegnati fino all’esaurimento delle risorse disponibili, secondo l’ordine cronologico di invio della domanda. La data e gli orari del click day saranno pubblicati sul portale Inail a partire dal 19 maggio 2016. MODI S.r.l. fornisce assistenza alle Aziende sia nella fase di ottenimento del finanziamento che di realizzazione dei progetti finanziati. Cliccare qui per richiedere l'assistenza necessaria. Per l'inserimento sul portale dell'INAIL del progetto compilare il seguente modulo.
LOGO MODI CON GONDOLA - per facebook
24
Apr

Bando ISI Inail 2012 finanziamenti sicurezza lavoro, pubblicati i risultati

ROMA – Inail bando ISI 2012. Pubblicati dall’Istituto gli elenchi cronologici delle domande ricevute il 18 aprile, con in evidenza le domande ammesse al contributo.

Gli elenchi sono suddivisi in regioni e province autonome e per ognuno di essi sono presenti due liste suddivise in questo modo:

  1. “per i progetti della tipologia 1 (di cui all’allegato 1 dell’Avviso) ed i progetti della tipologia 2 relativi all’adozione di sistemi di responsabilità sociale certificati SA 8000 e a modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente (di cui all’allegato 2 dell’Avviso, tabella “parametri e punteggi”, sezione 3 lettere f e g);  – I RELATIVI FILE SONO CONTRADDISTINTI DALLA LETTERA “I”;
  2. per i progetti di tipologia 2 relativi all’adozione di modelli organizzativi (di cui all’allegato 2 dell’Avviso, tabella “parametri e punteggi”, sezione 3 lettere a-b-c-d-e). – I RELATIVI FILE SONO CONTRADDISTINTI DALLA LETTERA “M”.

Entro il 27 maggio 2013 le imprese che avranno ottenuto il finanziamento, dovranno inviare alla sede territoriale Inail di riferimento la documentazione necessaria e finale richiesta dal bando. Pena l’esclusione.

MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231

26
Mar

Agenti chimici, sul canale Sicurezza Inail una nuova area tematica per conoscere i rischi

La sezione offre una panoramica su uno degli argomenti principali dell’igiene del lavoro, che investe sia l’ambito domestico sia quello produttivo, con contributi di tipo informativo e approfondimenti di carattere tecnico-scientifico sull’impiego di prodotti potenzialmente rischiosi per la salute

ROMA – Il canale Sicurezza sul lavoro del portale Inail si arricchisce di una nuova area tematica dedicata agli agenti chimici, caratterizzata da contributi di tipo informativo e approfondimenti di natura tecnico-scientifica. Il tema affrontato è uno degli argomenti principali dell’igiene del lavoro, in quanto l’impiego di sostanze, preparati, derivati e rifiuti dei prodotti chimici potenzialmente rischiosi per la salute degli utilizzatori, in ambito domestico così come nei cicli produttivi, necessita di una serie di competenze specifiche che ne rendano possibile l’utilizzo in sicurezza.

La classificazione degli agenti pericolosi. La nuova sezione comprende una parte introduttiva dedicata alla natura e alla classificazione degli agenti chimici pericolosi che possono indurre effetti dannosi più o meno gravi sull’organismo, in funzione delle specifiche proprietà chimico-fisiche e tossicologiche, delle modalità di utilizzo e della dose assorbita. La sezione delinea la tematica alla luce dell’attuale normativa, che risulta completata con gli ultimi documenti tecnici – predisposti dal comitato 9, sottogruppo “Agenti chimici”, della Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro – sui criteri e gli strumenti per la valutazione e la gestione del rischio nei luoghi di lavoro, alla luce delle ricadute del regolamento Reach, adottato dall’Unione europea per migliorare la protezione della salute e dell’ambiente dai rischi delle sostanze chimiche, e di quello Clp, che disciplina la loro classificazione ed etichettatura.

Una rassegna delle metodologie applicabili. Un altro tema di grande attualità affrontato nella nuova area tematica è quello della valutazione del rischio al quale sono esposti i lavoratori per effetto dell’utilizzo di queste sostanze, rispetto alla quale viene proposta una rassegna delle principali metodologie applicabili: da quelle modellistiche, che utilizzano algoritmi per la simulazione dell’esposizione, alle campagne di monitoraggio per la misurazione della concentrazione ambientale e dell’esposizione personale, sia per via inalatoria che attraverso la pelle, insieme a indicazioni sui limiti di riferimento che possono essere applicati.

Le misure di prevenzione e protezione. La sezione appena inaugurata nel canale Sicurezza si occupa, inoltre, delle misure di prevenzione e protezione, che nel caso del rischio chimico il Testo unico sulla sicurezza distingue tra misure di carattere generale e misure di carattere specifico. La sostituzione dell’agente pericoloso o del processo con altri che, nelle condizioni di uso, non lo sono, o lo sono in misura inferiore, resta quella più importante, ma quando ciò non è possibile occorre attuare interventi di diversa natura.

MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231

9
Gen

FONDI INAIL PER L’ADOZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI E SISTEMI DI GESTIONE

L’INAIL mette a disposizione per tutte le aziende, anche individuali, nuovi incentivi per l’adozione di Modelli di Organizzazione e Gestione ex D.Lgs. 231/2001, la realizzazione di Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza e di responsabilità sociale e per progetti di investimento, per es. l’installazione e/o sostituzione di macchine, impianti, attrezzature.
La somma totale stanziata ammonta a 205 milioni di euro. Lo stanziamento è stato ripartito in budget regionali, in funzione del numero di addetti e dell’andamento infortunistico di ciascun territorio.
Il progetto da finanziare deve essere tale da comportare un contributo compreso tra un minimo di Euro 5.000 ed un massimo di Euro 100.000.
Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di spesa.
Da mercoledì 28 dicembre 2011 sino al 7 marzo 2012 gli interessati possono accedere tramite il portale dell’INAIL, Sezione Punto Cliente, ai singoli bandi regionali.
La procedura consente, attraverso la semplice compilazione di campi obbligati (dati anagrafici dell’impresa e particolari relativi al progetto), di verificare il raggiungimento del punteggio minimo di ammissibilità, pari a 105 (punteggio soglia).
Dopo il 14 marzo 2012, l’INAIL comunicherà la data e l’ora assegnate a ciascuna regione per l’inoltro online delle domande (click-day).
In caso di ammissione all’incentivo, l’impresa ha un termine massimo di 12 mesi per realizzare e rendicontare il progetto.
Lo staff tecnico della MODI resta a disposizione per chiarimenti e per assisterVi nella presentazione delle richieste di finanziamento online

Consulenza Sicurezza Veneto