1 incaricato Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘incaricato’ Category

15
Apr

L’Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) gestisce l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

L’Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) gestisce l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.  Il datore di lavoro, sia pubblico che privato, tenuto a stipulare l’assicurazione ed a versare i relativi premi, ed elenca i lavoratori tutelati.
In via generale il costo dell’assicurazione - vale a dire il premio assicurativo - è a carico del datore di lavoro ed è determinato applicando, alle retribuzioni pagate ai dipendenti occupati, i tassi previsti da un’apposita tariffa che tiene essenzialmente conto della diversa pericolosità tra le varie lavorazioni. MODI S.R.L. in qualità di Centro di Formazione AIFOS organizza nelle aule corsi di Mestre, Spinea, Marghera Venezia, corsi per RSPP Datori di Lavoro. Dal PC online si possono seguire molti corsi. Vasta offerta formativa anche per lavoratori, dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, antincendio, incaricati uso attrezzature di lavoro (gru, carrelli, PLE, ecc.).
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
12
Apr

Regolamento GDPR 2016/679? Tutti i professionisti dovranno adeguarsi alle nuove regole in materia di trattamento dati personali

L'applicazione del regolamento 2016/679 sulla protezione dei dati personali delle persone fisiche non dipende dalle dimensioni dell’azienda/organizzazione, ma dalla natura delle sue attività e si applica a ogni azienda o enti che trattano dati personali nell’ambito delle attività di una delle sue filiali stabilite nell’UE, indipendentemente dal luogo in cui i dati sono trattati.
Le aziende con più di 250 dipendenti devono tenere un registro delle loro attività di trattamento e nominare un DPO.
Ogni Azienda anche piccola o media impresa (PMI) che tratta i dati personali deve rispettare il regolamento UE 2016/679.  Se il trattamento dei dati personali non è una parte essenziale di un'attività e quest’ultima  non crea rischi per le persone, alcuni obblighi del GDPR non si applicheranno come ad esempio, la nomina di responsabile della protezione dei dati). Per "attività essenziale" si intende che l’elaborazione di dati personali delle persone fisiche  costituisce una parte fondamentale dell’attività del titolare o del responsabile del trattamento.
 
Una delle più importanti novità del GDPR consiste nella responsabilizzazione (in inglese “accountability”) di titolari e responsabili.
I titolari e responsabili devono adottare comportamenti proattivi e tali da dimostrare la concreta adozione di misure finalizzate ad assicurare l’applicazione del regolamento.
Pertanto viene affidato ai titolari il compito di decidere autonomamente le modalità, le garanzie e i limiti del trattamento dei dati personali, nel rispetto delle disposizioni normative e alla luce di alcuni criteri specifici indicati nel regolamento.
MODI si propone alle PMI del Veneto per le attività di Consulenza necessarie ad adottare il Regolamento UE 679.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
23
Mar

SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA STRADALE – UNI ISO 39001

SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA STRADALE - UNI EN ISO 3900:2016
La norma UNI ISO 39001 si occupa dei sistemi Road Traffic Safety che gestiscono la sicurezza del traffico stradale.
Rischio “in itinere”? Dal Rapporto Inail 2016 si evince che il 19% degli infortuni riconosciuti sul lavoro e avvenuto fuori dell’azienda. Anche la metà dei decessi accertati sul lavoro è avvenuto fuori dell’azienda.
Sulla base di tali dati emerge che la valutazione del rischio “in itinere” e la conseguente adozione di misure di prevenzione è fondamentale per aumentare il livello di sicurezza dei lavoratori.
Fino ad oggi il rischio “in itinere” è stato “subiìto” con un atteggiamento quasi fatalistico, con l’impressione che non potesse essere gestito o mitigato.
Anche se non valutato espressamente dei Documenti di Valutazione del Rischio, il rischio in itinere viene comunque percepito, e i Datori di implementano misure di prevenzione e mitigazione, quali un parco macchine verificato, adeguato e collaudato nei termini di legge, strumenti di gestione del parco auto, la formazione dei lavoratori.
Le organizzazioni più strutturate hanno inoltre sentito la necessità di dare sistematicità alla gestione delle misure di prevenzione e mitigazione implementando procedure  e protocolli dedicati alla sicurezza stradale, che sono entrate a far parte del capitolo “Controllo Operativo” di aziende certificate OHSAS 18001.
Lo standard certificabile UNI ISO 39001 è dal mese di maggio 2016 un utile "strumento" per la gestione del rischio in itinere.
I sistemi di gestione della sicurezza del traffico stradale sono utili per l’implementazione e promozzione dello sviluppo quali l’adozione di programmi della sicurezza degli spostamenti da e verso il luogo di lavoro.
Lo standard è strutturato nei 10 requisiti della High Level Structure dell’Annex SL, e si basa sull’analisi dei rischi e delle opportunità a supporto del processo decisionale della Direzione.
La norma è pertanto perfettamente integrabile con le altre norme che hanno la stessa struttura, ed ha il merito di approfondire un aspetto critico per la tutela della sicurezza dei lavoratori, aggiungendo un tassello fondamentale a valle della analisi di rischio: la gestione del rischio e delle misure di prevenzione e mitigazione.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
18
Mar

Privacy? Applica con MODI il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) 2016/679 obbligatorio dal 25 maggio 2018.

Dal 25/05/18 le Organizzazione di ogni dimensione dovranno adeguarsi al nuovo GDPR 2016/679. Il Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali delle persone fisiche introduce specifici adempimenti, nuove figure professionali quali il Data Protection Officer (DPO) e obblighi di formazione privacy in capo a tutti i Titolari e Responsabili del Trattamento dei dati, dei dipendenti che eseguono il trattamento e di chiunque abbia accesso ai dati personali. Il Regolamento Generale GDPR 2016/679 sulla Protezione dei Dati, è una somma di articoli (99), considerando e linee guida che tutte le realtà professionali dovranno rispettare per non incorrere in pesanti sanzioni, L’obiettivo è rendere omogenee le modalità di trattamento dei dati personali degli Stati membri dell'Unione europea. Il primo passo per conformarsi al GDPR 2016/679 è nominare un Responsabile della Protezione dei Dati (RPD).
Il Data Protection Officer (DPO) invece viene nominato in Società con più di 250 dipendenti, nelle aziende che trattano dati personali in larga scala e nell'Ente Pubblco. Il DPO deve essere una figura adeguatamente formata. Per assolvere al meglio il suo compito deve godere di fiducia, autonomia organizzativa e risorse economiche. Al DPO spetta l’incarico di fornire informazioni relative alla propria attività ai diretti interessati. Il presupposto di base per un trattamento dei dati personali a norma di legge, infatti, è che l’azienda-titolare del trattamento ne abbia ottenuto il consenso libero, specifico ed informato. Per ottenere il suo consenso al trattamento dei dati personali va data all'interessato una informativa privacy con dei contenuti (scopo delle operazioni di trattamento per le quali è richiesto il consenso; tipo di dati raccolti e trattati; esistenza del diritto di revoca del consenso; uso dei dati per le decisioni basate su elaborazione automatica (inclusa profilazione). Nel caso di trasferimento dei dati personali verso paesi terzi, vanno valutati i possibili rischi (PIA). È poi necessario procedere alla tutela dei dati mediante impiego di crittografia, così da renderli non fruibili a soggetti non autorizzati. Bisogna inoltre garantire che, in seguito a un eventuale problema di natura fisica o tecnica, l’accesso alle informazioni venga ristabilito in modo tempestivo (Disaster Recovery e continuità operativa). Il GDPR introduce infatti il principio di accountability per tutte le fasi del trattamento del dato personale (raccolta, conservazione, distruzione ecc.). Nel caso di una fuga di dati, dovuta a un attacco informatico o in modo accidentale, è obbligatorio darne avviso tempestivo (entro 72 ore dall’identificazione del problema) all’autorità Garante della Privacy. Eventuali ritardi nella comunicazione andranno documentati e giustificati. Le Organizzazioni con più di 250 dipendenti oltre al DPO hanno l’obbligo di tenere un registro delle attività con i dettagli sulle policy aziendali attuate in materia di privacy, sulle procedure adottate e sugli standard di sicurezza applicati.
Per consulenze Privacy, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
29
Gen

Noi di MODI crediamo che la ricerca, l’innovazione e la formazione possano essere un’opportunità grave; per il miglioramento continuo di ogni Organizzazione. Un bravo Consulente diventa un valore aggiunto al Datore di Lavoro e non un costo.

Noi di MODI crediamo che la ricerca, l'innovazione e la formazione possano essere un'opportunità per il miglioramento continuo di ogni Organizzazione. Un bravo Consulente diventa un valore aggiunto al Datore di Lavoro e non un costo. I Consulenti, i Tecnici, i Docenti, gli RSPP, i DPO dello Staff della Società di Consulenza MODI SRL, dal 1998 affiancano i Datori di Lavoro di centinaia di Piccole Medie Imprese del Veneto e del Nord Est. L'opinione della Clientela per MODI è estremamente importante. La pubblicazione in internet delle recensioni sui servizi resi sono visionabili alla pagina DICONO DI NOI  cliccando qui. Le risposte alle recensioni sono l'evidenza oggettiva di quanto teniamo in considerazione i commenti e i suggerimenti che ci vengono dati. MODI SRL vanta un’esperienza ventennale nella progettazione e nell’erogazione di servizi alle PMI. Per quanto concerne il settore della Sicurezza ed Igiene in Ambiente di Lavoro ci occupiamo di tutte le problematiche e assumiamo l'incarico di RSPP in esterno. Per gli adempimenti di Legge in materia di Privacy secondo il nuovo Regolamento UE 2016/679 siamo DPO e adeguiamo tutta la documentazione richiesta alle Organizzazioni portando formazione al personale coinvolto.
La Consulenza studiata a 360° mira a far adeguare alle normative vigenti, e al rispetto delle stesse e degli obblighi relativi alla Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro il maggior numero di Imprese.
Le attività di docenza e consulenza erogate portano la Clientela al conseguimento di molte  Certificazioni come per esempio quelle di Qualità ISO 9001:2015, Ambiente IS0 14001:2015, Sicurezza (dalla Ohsas alla ISO 45001), Anticorruzione ISO 37001, Sicurezza Stradale ISO 39001 o all'adozione di un Modello Organizzativo D.Lgs. 231/01.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 800300333, 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
21
Gen

Formazione degli incaricati “PRIMO SOCCORSO” – 16 ore ( aziende gruppo A) al costo di € 180,00 + IVA: Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto elencati:

Organizzati dal centro di Formazione MODI SRL  per tutto il  2018 i  corsi di formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I corsi di addestramento e aggiornamento per gli "incaricati al primo soccorso" sono attivitati nella sede dei corsi è  Mestre Venezia in Via Volturno 4/e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (fermata tram e bus di Via Volturno) e con l'auto (parcheggi gratuiti in zona).
Durante i corsi di PRIMO SOCCORSO, verranno trattati argormenti utili ad affrontate tutte le tematiche necessarie all’addetto alle emergenze per lo svolgimento del compiti all’interno dell’azienda.  Per visionare i commenti di chi ha già partecipato ai corsi MODI vedi DICONO DI NOI.
Addetti al "PRIMO SOCCORSO" AGGIORNAMENTO - 4 ore (per aziende gruppo B/C) al costo di € 80,00 + IVA:  Organizzato in aula a Mestre nei giorni sotto indicati: Per scaricare la scheda di iscrizione con la programmazione completa cliccare qui. lunedì 5 febbraio 2018 orario 14.00/18.00; giovedì 8 marzo 2018 orario 14.00/18.00; venerdì 30 marzo 2018 orario 14.00/18.00; venerdì 27 aprile 2018 orario 14.00/18.00; giovedì 31 maggio 2018 orario 14.00/18.00; giovedì 7 giugno 2018 orario 14.00/18.00; lunedì 2 luglio 2018 orario 14.00/18.00; mercoledì 25 luglio 2018 orario 14.00/18.00; lunedì 6 agosto 2018 orario 14.00/18.00; martedì 18 settembre orario 14.00/18.00; mercoledì 3 ottobre 2018 orario 14.00/18.00; lunedì 29 ottobre 2018 orario 14.00/18.00; giovedì 6 dicembre 2018 orario 14.00/18.00; venerdì14 dicembre 2018 orario 14.00/18.00. Incaricati  al  "PRIMO SOCCORSO" AGGIORNAMENTO - 6 ore in un'unica data (per aziende del gruppo A) al costo di € 120,00 + IVA:   Frequentabile nella sede di Mestre nelle giornate sotto indicate: Per scaricare la scheda di partecipazione con il programma completo cliccare qui. lunedì 5 febbraio 2018 orario 13.30/19.30; giovedì 8 marzo 2018 orario 13.30/19.30; venerdì 30 marzo 2018 orario 13.30/19.30; venerdì 27 aprile 2018 orario 13.30/19.30; giovedì 31 maggio 2018 orario 13.30/19.30; lunedì 2 luglio 2018 orario 13.30/19.30; mercoledì 25 luglio 2018 orario 13.30/19.30; mercoledì 3 ottobre 2018 orario 13.30/19.30; lunedì 29 ottobre 2018 orario 13.30/19.30; giovedì 6 dicembre 2018 orario 13.30/19.30; venerdì 14 dicembre 2018 orario 13.30/19.30. Addestramento degli addetti al  "PRIMO SOCCORSO" - 12 ore (aziende gruppo B/C) al costo di € 150,00 + IVA: Organizzato in aula a Mestre nelle lezioni sotto elencate: Per scaricare la scheda con la programmazione completa cliccare qui. 21, 28 febbraio 2018 e 8 marzo 2018 orario 14.00/18.00; 26, 28 e 30 marzo 2018 orario 14.00/18.00; 17, 24, 27 aprile 2018 orario 14.00/18.00; 21, 28, 31 maggio 2018 orario 14.00/18.00; 27, 28 giugno 2018 e 2 luglio 2018 orario 14.00/18.00; 18, 23, 25 luglio 2018 orario 14.00/18.00; 21, 28 settembre 2018 e 3 ottobre 2018 orario 14.00/18.00; 24, 25, 29 ottobre 2018 orario 14.00/18.00; 23, 30 novembre 2018 e 6 dicembre 2018 orario 14.00/18.00; 7, 11, 14 dicembre 2018 orario 14.00/18.00. Formazione degli incaricati "PRIMO SOCCORSO" - 16 ore ( aziende gruppo A) al costo di € 180,00 + IVA: Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto elencati:  Per scaricare la scheda con la programmazione completa cliccare qui. 21, 28 febbraio 2018 orario 14.00/19.00 e 8 marzo 2018 orario 13.30/19.30; 26, 28 marzo 2018 orario 14.00/19.00 e 30 marzo 2018 orario 13.30/19.30; 17, 24 aprile 2018 orario 14.00/19.00 e 27 aprile 2018 orario 13.30/19.30; 21, 28 maggio 2018 orario 14.00/19.00 e 31 maggio  2018 orario 13.30/19.30; 27, 28 giugno 2018 orario 14.00/19.00 e 2 luglio 2018 orario 13.30/19.30; 18, 23 luglio 2018 orario 14.00/19.00 e 25 luglio 2018 orario 13.30/19.30; 21, 28 settembre 2018 orario 14.00/19.00 e 3 ottobre 2018 orario 13.30/19.30; 24, 25 ottobre 2018 orario 14.00/19.00 e 29 ottobre 2018 orario 13.30/19.30; 23, 30 novembre 2018 orario 14.00/19.00 e 6 dicembre 2018 orario 13.30/19.30; 7, 11 dicembre 2018 orario 14.00/19.00 e 14 dicembre 2018 orario 13.30/19.30. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
15
Gen

Le Organizzazioni che hanno adottato un Modello Organizzativo D.lgs. 231/01, dovranno adeguarsi alla LEGGE 30 novembre 2017, n. 179

 
Le Organizzazioni che hanno adottato un Modello Organizzativo D.lgs. 231/01, dovranno adeguarsi alla LEGGE 30 novembre 2017, n. 179  dal titolo “Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato. (17G00193) (GU n.291 del 14-12-2017)”.
Tutte le Organizzazioni con un MOG231 dovranno aggiornarlo ai nuovi requisiti OBBLIGATORI previsti da questa legge in quanto è entrata in vigore il 29/12/2017.
Lo staff di Mog231.it by MODI SRL si propone alle aziende per assisterle nell'adeguamento documentale del loro Modello Organizzativo 231.
Chiama MODI SRL Venezia e adotta un sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016.
La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia è il partner ideale se desideri implementare un modello Organizzativo 231, la norma ISO 37001, un sistema di gestione qualità, ambiente, sicurezza, anche tra loro integrati.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
15
Gen

La Legge 30 novembre 2017 n. 179 “Tutela del dipendente o collaboratore che segnala illeciti nel settore privato”, apporta modifiche al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche) e al D.Lgs. n. 231/2001(per il settore privato)

La Legge 30/11/2017 n. 179  "Tutela del dipendente o collaboratore che segnala illeciti nel settore privato", apporta modifiche al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche) e al D.Lgs. n. 231/2001(per il settore privato).
Il 29 dicembre 2017 è entrato in vigore il provvedimento riferito alla LEGGE 30 NOVEMBRE 2017 N. 179  "WHISTLEBLOWING". Le disposizioni prevedono la "tutela" dei lavoratori pubblici e privati che segnalano reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato.
La Legge 30 NOVEMBRE 2017 N. 179  "WHISTLEBLOWING" modifica l’art. 54-bis del Decreto Legislativo 165/2001 e l'articolo 6 del Decreto Legislativo 231/2001 sul tema del cd. whistleblowing.
La LEGGE  30 NOVEMBRE 2017 N. 179  "WHISTLEBLOWING" va applicata da tutte le Organizzazioni anche private, che hanno liberamente già adottato un MOG231 Modello Organizzativo D.lgs. 231/2001 responsabilità amministrati Enti.
Lo staff di MODI SRL con questo post si propone alle aziende che hanno già addottato un MOG231 per affianarli nell'adeguamento del loro Modello così come indicato nella Legge 179. Per  infomazioni www.mog231.it e numero verde 800300333.
 
24
Nov

Cosa non cambia per TITOLARE, RESPONSABILE, INCARICATO DEL TRATTAMENTO dei dati con il Regolamento 679/16?

Il Regolamento UE 679/2016 definisce caratteristiche soggettive e responsabilità di titolare e responsabile del trattamento negli stessi termini di cui alla direttiva 95/46/CE (e, quindi, al Codice italiano). Pur non prevedendo espressamente la figura dell' "incaricato" del trattamento (ex art. 30 Codice), il regolamento non ne esclude la presenza in quanto fa riferimento a "persone autorizzate al trattamento dei dati personali sotto l'autorità diretta del titolare o del responsabile" (si veda, in particolare, art. 4, n. 10, del regolamento) Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. è disponibile al numero verde 800300333. MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it
20
Nov

Cosa cambia con il nuovo Regolamento Ue 679/146 per il TITOLARE, RESPONSABILE, INCARICATO DEL TRATTAMENTO dei dati?

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231Il Regolamento UE 679/2016 disciplina la contitolarità del trattamento (art. 26) e impone ai titolari di definire specificamente (con un atto giuridicamente valido ai sensi del diritto nazionale) il rispettivo ambito di responsabilità e i compiti con particolare riguardo all'esercizio dei diritti degli interessati, che hanno comunque la possibilità di rivolgersi indifferentemente a uno qualsiasi dei titolari operanti congiuntamente. Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. è disponibile al numero verde 800300333. MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it