1 internet Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘internet’ Category

30
Lug

Offriamo la nostra esperienza qualificata per l’applicazione del Regolamento europeo 679/2016.

I criteri imposti prima dal D.Lgs. 196/2003 ed ora dal regolamento (UE) 2016/679 per il rispetto e la salvaguardia dei dati personali e sensibili sono particolarmente rigorosi.
Il primo adempimento da adottare per implementare il sistema Privacy GDPR 2016/679 in azienda è comprendere l’importanza e il valore dei dati, avviando tutti i processi per avere un quadro completo dell'organizzazione, ruoli, figure, competenze, processi e regole che impattano sul trattamento dei dati
MODI eroga servizi di Consulenza qualificata per l'applicazione del Regolamento europeo 2016/679 in quanto può contare su cinque RPD-DPO con esperienza in materia di trattamento dei dati.
MODI si propone con competenza per l’adeguamento della documentazione della Clientela  alla normativa vigente.
MODI da anni forma i suoi professionisti. I nostri consulenti hanno conseguito tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018 la qualifica di Data Protection Officer - DPO (in italiano RPD Responsabile Protezione dati).
I nostri consulenti sono oggi Rpd/DPO in importanti aziende del Veneto e del Nord Est.
 Per consulenze Privacy, assunzione di incarico di DPO/RDP, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
8
Mar

FAQ sul registro delle attività di trattamento – quali informazioni deve contenere?

Il Regolamento individua dettagliatamente le informazioni che devono essere contenute nel registro delle attività di trattamento del titolare (art. 30, par. 1 del RGPD) e in quello del responsabile (art. 30, par. 2 del RGPD).
  •  nel campo “finalità del trattamento” oltre alla precipua indicazione delle stesse, distinta per tipologie di trattamento (es. trattamento dei dati dei dipendenti per la gestione del rapporto di lavoro; trattamento dei dati di contatto dei fornitori per la gestione degli ordini), sarebbe opportuno indicare anche la base giuridica dello stesso (v. art. 6 del RGPD; in merito, con particolare riferimento al “legittimo interesse”, si rappresenta che il registro potrebbe riportare la descrizione del legittimo interesse concretamente perseguito, le “garanzie adeguate” eventualmente approntate, nonché, ove effettuata, la preventiva valutazione d’impatto posta in essere dal titolare (v. provv. del Garante del 22 febbraio 2018 – [doc web n. 8080493]). Sempre con riferimento alla base giuridica, sarebbe parimenti opportuno: in caso di trattamenti di “categorie particolari di dati”, indicare una delle condizioni di cui all’art. 9, par. 2del RGPD; in caso di trattamenti di dati relativi a condanne penali e reati, riportare la specifica normativa (nazionale o dell’Unione europea) che ne autorizza il trattamento ai sensi dell’art. 10 del RGPD;
  • nel campo “descrizione delle categorie di interessati e delle categorie di dati personali” andranno specificate sia le tipologie di interessati (es. clienti, fornitori, dipendenti) sia quelle di dati personali oggetto di trattamento (es. dati anagrafici, dati sanitari, dati biometrici, dati genetici, dati relativi a condanne penali o reati, ecc.);
  • nel campo “categorie di destinatari a cui i dati sono stati o saranno comunicati” andranno riportati, anche semplicemente per categoria di appartenenza, gli altri titolari cui siano comunicati i dati (es. enti previdenziali cui debbano essere trasmessi i dati dei dipendenti per adempiere agli obblighi contributivi). Inoltre, si ritiene opportuno che siano indicati anche gli eventuali altri soggetti ai quali – in qualità di responsabili e sub-responsabili del trattamento– siano trasmessi i dati da parte del titolare (es. soggetto esterno cui sia affidato dal titolare il servizio di elaborazione delle buste paga dei dipendenti o altri soggetti esterni cui siano affidate in tutto o in parte le attività di trattamento). Ciò al fine di consentire al titolare medesimo di avere effettiva contezza del novero e della tipologia dei soggetti esterni cui sono affidate le operazioni di trattamento dei dati personali;
  • nel campo “trasferimenti di dati personali verso un paese terzo o un’organizzazione internazionale” andrà riportata l’informazione relativa ai suddetti trasferimenti unitamente all’indicazione relativa al Paese/i terzo/i cui i dati sono trasferiti e alle “garanzie” adottate ai sensi del capo V del RGPD (es. decisioni di adeguatezza, norme vincolanti d’impresa, clausole contrattuali tipo, ecc.);
  • nel campo “termini ultimi previsti per la cancellazione delle diverse categorie di dati” dovranno essere individuati i tempi di cancellazione per tipologia e finalità di trattamento (ad es. “in caso di rapporto contrattuale, i dati saranno conservati per 10 anni dall’ultima registrazione – v. art. 2220 del codice civile”). Ad ogni modo, ove non sia possibile stabilire a priori un termine massimo, i tempi di conservazione potranno essere specificati mediante il riferimento a criteri (es. norme di legge, prassi settoriali) indicativi degli stessi (es. “in caso di contenzioso, i dati saranno cancellati al termine dello stesso”);
  • nel campo “descrizione generale delle misure di sicurezza” andranno indicate le misure tecnico-organizzative adottate dal titolare ai sensi dell’art. 32 del RGDP tenendo presente che l’elenco ivi riportato costituisce una lista aperta e non esaustiva, essendo rimessa al titolare la valutazione finale relativa al livello di sicurezza adeguato, caso per caso, ai rischi presentati dalle attività di trattamento concretamente poste in essere. Tale lista ha di per sé un carattere dinamico (e non più statico come è stato per l’Allegato B del d. lgs. 196/2003) dovendosi continuamente confrontare con gli sviluppi della tecnologia e l’insorgere di nuovi rischi. Le misure di sicurezza possono essere descritte in forma riassuntiva e sintetica, o comunque idonea a dare un quadro generale e complessivo di tali misure in relazione alle attività di trattamento svolte, con possibilità di fare rinvio per una valutazione più dettagliata a documenti esterni di carattere generale (es. procedure organizzative interne; security policy ecc.).
  • Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
10
Mag

Consulente esperto applicazione Regolamento 679/2016 Generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation, GDPR)

CONSULENTE ESPERTO PRIVACY REGOLAMENTO UE 679/2016 Il diritto alla privacy è oggi messo in costante pericolo da fenomeni come la “globalizzazione delle relazioni interpersonali” favorite dalla crescita costante delle possibilità di comunicazione e scambio di informazioni non solo tra individui ma anche tra aziende derivanti dall’uso sempre più diffuso e invasivo delle reti di comunicazione e internet.
Lo staff tecnico di ConsulenzaPrivcyRegolamentoue679.it by MODI Srl  di Mestre e Spinea (VE) segue le organizzazioni del Veneto alle prese con l’applicazione del Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali.
Il Regolamento 679/2016 Generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation, GDPR),  diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento.
Nel corso della pluridecennale storia di MODI abbiamo acquisito una solida esperienza trattando numerosi “casi Privacy” diversi tra loro.
Questo ci ha permesso di aumentare la nostra capacità di prevedere le possibili problematiche del  cliente, specifiche del settore di appartenenza e della tipologia di azienda, offrendo sempre soluzioni personalizzate alle esigenze del singolo.
Siamo quindi in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali.
Contattando lo staff tecnico di ConsulenzaPrivcyRegolamentoue679.it by MODI Srl al servizio gratuito (raggiungibile anche da mobile) numero verde 80030033 è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato
Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
5
Dic

Nell’ambito dei siti internet non basta inserire la privacy policy in un’unica pagina web indicante ogni informazione sui dati trattati.

I cookies sono delle stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale o browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente.
I cookies possono essere di prima e terza parte. Per l'informativa dei cookies è ammessa la possibilità di avere due livelli di approfondimento successivi.
I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica. L'installazione dei cookies tecnici prevede che nel sito vi sia almeno l'informativa.
Tra i cookies tecnici ci sono i cookies di navigazione o di sessione, i cookies analitici, i cookies di funzionalità.
Nell'ambito dei siti internet non basta inserire la privacy policy in un'unica pagina web indicante ogni informazione sui dati trattati.
L'editore del sito è chiamato a dare informativa sui cookies da lui installati. In presenza di un sito internet contenente cookies analitici di terze parti dove sono adottati strumenti che riducono il potere identificativo dei cookies e la terza parte no incrocia le informazioni raccolte con altre di cui già si dispone è necessaria l'informativa dei cookies. In presenza di "profilazione" con cookies analitici di terza parte è necessaria l'informativa e il banner in home page.
E' necessaria l'informativa sui cookies, il banner e  la notifica al GARANTE PRIVACY quando si è in presenza di cookies analitici di prima parte.
Per una consulenza personalizzata i nostri tecnici sono a disposizione. Chiamateci al numero verde 800300333 o contatteci in chat, skipe e mail. Invia un contact!
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
27
Feb

Quanto è complesso tutelare il diritto alla PRIVACY? Quando entra in vigore il Regolamento europeo n. 679/16 in materia di protezione dei dati?

La Società MODI SRL ha ben chiara l'importanza della Privacy
Il DIRITTO ALLA PRIVACY nell’era di internet e della globalizzazione, è diventato il diritto all’identità personale. Tutelare questo diritto sta diventando giorno dopo giorno sempre più complesso, in quanto non è più possibile gestirlo con singole misure tecniche/legislative valide peraltro in modo diverso da nazione a nazione. Esso richiede una visione sovranazionale e complessiva della problematica, che consideri tutti i fattori specifici in gioco.
Occorre quindi seguire quello che gli addetti ai lavori chiamano un “approccio sistemico” , guardare cioè al processo di trattamento da tutelare come un componente che vive e si evolve all’interno di un sistema più ampio che è il sistema azienda, il quale a sua volta è inserito in un contesto ormai di dimensioni mondiali.
MODI S.r.l. di Mestre e Spinea (VE) avvisa le aziende che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento. Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004. Per informazioni 800300333 o contattateci!
 
 
23
Feb

La tutela della “PRIVACY”in un mondo in costante evoluzione è possibile?

   
I principi che tutelano l'identità dell'individuo, tengono conto dei cambiamenti del nostro modo di vivere, sempre più influenzato dall' utilizzo di strumenti informatici in continua evoluzione tecnologica? A causa di tali cambiamenti l’informatica è diventata uno strumento di comunicazione di massa. Con l’uso quotidiano di internet, i concetti di networking, di cloud computing, ecc., sono ormai diventati  familiari a tutti coloro che utilizzano un computer o un dispositivo informatico? Essi infatti non richiedono particolari competenze per essere usati, non necessitano di particolari configurazioni ed aggiornamenti e sono in grado di interagire autonomamente ed in modo automatico con altri apparecchi già presenti nel sistema informatico.
Lasciamo perciò sempre più informazioni digitali nei sistemi che utilizziamo, spesso senza saperlo e  senza alcuna forma di tutela della sicurezza e riservatezza. Alcuni esempi di attività tracciabili possono essere:
         Dati memorizzati su banche dati e su PC;
         Navigazione in internet (cookies, profili, indirizzi email, ecc…);
         Pagamenti Bancomat o con Carte di Credito;
         Carte fedeltà, sistemi di data mining;
         Uso dei telefoni fissi e dei cellulari;
         Carte del cittadino, carte sanitarie;
         Sistemi di identificazione (DRM, telepass, firma digitale, ecc..);
         RFID (informazioni su oggetti, animali, persone, ecc..);
         Sistemi di localizzazione (antifurti satellitari, controllo posizione, ecc..);
         Sistemi di videosorveglianza.
MODI S.r.l. di Mestre e Spinea (VE) avvisa tutte le imprese che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali il quale sarà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018. Entro questa scadenza ogni stato membro dovrà perciò allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento. Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004. Per informazioni 800300333 o contattateci!
29
Ago

Obbligatorietà dei Cookie

Sono obbligatori i cookie?
Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookie, che in alcuni casi sono quindi tecnicamente necessari: a titolo esemplificativo, l'accesso all'home banking e le attività che possono essere svolte sul proprio conto corrente online (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.) sarebbero molto più complesse da svolgere e meno sicure senza la presenza di cookie che consentono di identificare l'utente e mantenerne l'identificazione nell'ambito della sessione. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
29
Ago

Obbligatorietà dei Cookie

Sono obbligatori i cookie?
Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookie, che in alcuni casi sono quindi tecnicamente necessari: a titolo esemplificativo, l'accesso all'home banking e le attività che possono essere svolte sul proprio conto corrente online (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.) sarebbero molto più complesse da svolgere e meno sicure senza la presenza di cookie che consentono di identificare l'utente e mantenerne l'identificazione nell'ambito della sessione. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
23
Giu

Obbligatorietà dei Cookie

Sono obbligatori i cookie?
Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookie, che in alcuni casi sono quindi tecnicamente necessari: a titolo esemplificativo, l'accesso all'home banking e le attività che possono essere svolte sul proprio conto corrente online (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.) sarebbero molto più complesse da svolgere e meno sicure senza la presenza di cookie che consentono di identificare l'utente e mantenerne l'identificazione nell'ambito della sessione.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it