1 LAVORI PUBBLICI Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘LAVORI PUBBLICI’ Category

17
Set

Appalti sotto soglia, Anac ribadisce l’obbligo di rotazione degli inviti

17/09/2018 – Negli appalti di importo inferiore alla soglia comunitaria bisogna sempre garantire la rotazione degli inviti e un discreto bacino di operatori cui attingere per l’invio degli inviti. Lo ha spiegato l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) con le Faq 5 e 6 pubblicate nei giorni scorsi. Appalti sotto soglia e rotazione degli inviti L’Anac ha ricordato che, in base alle linee guida n.4, attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), negli appalti di importo inferiore alle soglie comunitarie (5,5 milioni di euro per i lavori, 221mila euro per gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da amministrazioni che non sono autorità governative centrali e 144mila euro per gli appalti di servizi e forniture banditi dalle autorità governative centrali), non si seguono le procedure ordinarie, ma la Stazione Appaltante invita un numero predefinito di operatori economici. Questa.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Set

Edilizia residenziale pubblica, in arrivo 321 milioni di euro

17/09/2018 – La Conferenza Unificata ha dato il via libera alla bozza di decreto che ripartisce 321 milioni di euro tra le Regioni per il recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni e degli Istituti autonomi case popolari (Iacp). Le risorse sono state stanziate dall'articolo 1, comma 140, della Legge di Bilancio per il 2017 (L.232/2016) Case popolari, la ripartizione delle risorse Rispetto al passato, il decreto del Ministero delle Infrastrutture fissa nuovi criteri per la ripartizione delle risorse, che sarà calcolata per il 35% sulla base dei criteri fissati dal DM 16 marzo 2015 (che ha definito il finanziamento del Piano casa voluto dal Governo Renzi), cioè numero di alloggi di risulta, di sfratti e di Comuni ad alta tensione abitativa, e per il 65% secondo il fabbisogno delle Regioni, accertato dal Ministero delle Infrastrutture con il DM 21 dicembre 2017. Inizialmente, il Mit aveva proposto.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Set

Bando Periferie, INU: erogare ai Comuni il 20% dei fondi e realizzare le opere principali

14/09/2018 - Erogare ai Comuni, a prescindere dallo stato della progettazione, l’anticipazione del 20% prevista al momento della firma della convenzione del Bando Periferie e chiedere a tutte le 120 città beneficiarie di individuare le opere trainanti/strategiche la cui realizzazione sia condizione necessaria per la realizzazione delle opere ad esse funzionali. Sono le due proposte avanzate dall’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU), in attesa delle modalità con cui verrà attuata la decisione del Governo di sopperire al congelamento dei fondi per la riqualificazione delle periferie, annunciata dopo l’incontro con l’Anci. Bando Periferie, INU: erogare ai Comuni il primo 20% Innanzitutto, spiega l’INU, occorrerà ribadire che l’anticipazione del 20%, prevista al momento della firma della convenzione del Bando Periferie, venga confermata ed effettivamente erogata ai Comuni nel 2018, a prescindere dallo stato.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
14
Set

Sicurezza infrastrutture, dal 1° dicembre un’Agenzia ad hoc

14/09/2018 – Norme urgenti volte a velocizzare le operazioni di demolizione e ricostruzione del ponte Morandi, istituzione dell’Agenzia per la sicurezza delle infrastrutture e indennizzi a per gli immobili danneggiati. Queste alcune ‘disposizioni urgenti’ per la città di Genova presenti nel decreto-legge approvato ieri dal Consiglio dei Ministri per far partire velocemente la ‘macchina dei lavori’ per la città. Sicurezza infrastrutture: da dicembre un’Agenzia ad hoc Al fine di rafforzare le misure di prevenzione e di garantire la piena sicurezza nella mobilità e nei trasporti, il decreto prevede l’istituzione di una Agenzia di vigilanza per la sicurezza delle strade e autostrade (ANSFISA), con parallelo ampliamento degli organici tecnici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti dedicati ai controlli di sicurezza. L’Agenzia dovrebbe essere operativa dal 1° dicembre 2018.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Set

Bando Periferie, premier Conte: ‘la soluzione nel primo decreto utile’

13/09/2018 - “Ho ascoltato con grande disponibilità le istanze dell’Anci e con i sindaci presenti ho condiviso l’obiettivo di avviare un percorso per giungere alla migliore soluzione possibile e nei tempi più rapidi”. Così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo l’incontro con la delegazione Anci che si è svolta a Palazzo Chigi nella serata di martedì. “La soluzione che intendiamo adottare è quella di inserire nel primo decreto utile (successivo alla conversione del Milleproroghe) una norma che di fatto dia la possibilità di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata”. “In sostanza - ha aggiunto il premier -, questo garantirà un’agevole prosecuzione dei progetti già esecutivi, fondamentali per mettere le amministrazioni comunali nelle condizioni di garantire ai cittadini servizi e investimenti, offrendo le risorse.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Set

Codice Appalti, Ance chiede il ritorno all’appalto integrato

13/09/2018 – Si è conclusa la consultazione per la riforma del Codice Appalti indetta dal Ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Diversi i contributi giunti al Mit, che saranno ora valutati per capire quale strada intraprendere. Riforma Codice Appalti, la consultazione voluta da Toninelli Il processo di partecipazione è stato voluto dal Governo per raccogliere le proposte degli operatori del settore che quotidianamente devono mettere in pratica le norme sui contratti pubblici. In fase di presentazione della consultazione, Toninelli ha reso noto che gli obiettivi della riforma sono la creazione di tante piccole opere diffuse, abbandonando quindi la logica delle grandi opere, l’utilizzo della tecnologia implementando il BIM nelle opere pubbliche per incoraggiare un’edilizia di qualità. Per il Governo è inoltre necessario "il superamento delle incertezze interpretative e di talune rigidità".. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
7
Set

Appalti, dalla UE una Guida per scegliere le corrette procedure

07/09/2018 – Adottare il criterio di aggiudicazione adeguato, ricorrere agli accordi quadro ed evitare di falsare la concorrenza. Sono gli obiettivi degli “Orientamenti in materia di appalti pubblici per professionisti”. Le linee guida, pubblicate a febbraio dalla Commissione Europea e oggi disponibili anche in italiano, suggeriscono come evitare gli errori più comuni nei progetti finanziati dai Fondi strutturali e di investimento europei. Appalti, gli errori più comuni Secondo la Commissione Europea, gli errori più comuni avvengono nella scelta della procedura, perché ad esempio c’è stato un frazionamento illegittimo del contratto o è stato sottostimato il valore dell’appalto. Frequenti anche l’inosservanza degli obblighi di pubblicazione, dei termini per la presentazione delle offerte e la mancata pubblicazione dei criteri di selezione. Rilevati con una certa frequenza anche la.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
7
Set

Ristrutturazione delle scuole, presto 1 miliardo di euro per l’antisismica

07/09/2018 – Procedure più veloci per la realizzazione degli interventi di edilizia scolastica. È l’obiettivo dell’accordo siglato in Conferenza Unificata promosso dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, in collaborazione con la responsabile per gli Affari Regionali, Erika Stefani.   Con le regole più snelle ipotizzate dal nuovo sistema, promette il Ministro Bussetti, sarà sbloccato presto il primo miliardo di euro per l’antisismica.   Ristrutturazione scuole, procedure più veloci L’accordo mira a ridurre i tempi per l’assegnazione agli Enti locali delle risorse per la messa in sicurezza delle scuole, con meno decreti e atti ministeriali da produrre. Per tradurre questa novità in pratica, sarà probabilmente necessario modificare una serie di norme che regolano le procedure di assegnazione e trasferimento dei fondi..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Set

Genova, Renzo Piano svela il suo progetto per il ponte

07/09/2018 – Semplice, normale, solido, parsimonioso ma non banale. Un ponte tutto in acciaio costruito per ‘durare 1000 anni’.   A svelarlo l’architetto Renzo Piano che oggi, al termine di una riunione con il Governatore della Liguria, Giovanni Toti, il sindaco di Genova, Marco Bucci, e i vertici di Autostrade e Fincantieri, ha presentato alla stampa il suo progetto per il nuovo ponte.   Genova, ecco come sarà il nuovo ponte Il ponte sarà realizzato tutto in acciaio, il passo tra i pilastri sarà più breve (ci sarà un maggior numero di pilastri ma saranno più snelli). “In questo progetto c'è qualcosa di una nave. Perché c'è qualcosa di Genova” ha detto Piano.   Come si deduce dalle sezioni progettuali che l’architetto Piano ha fatto vedere, il ponte sarà più largo, ci saranno 4 corsie da 3,45 mt più 2 corsie d’emergenza. Il..
Continua a leggere su Edilportale.com

5
Set

Ponte Morandi, Toninelli: ‘Non lo ricostruirà Autostrade ma lo Stato’

05/09/2018 – La ricostruzione del Ponte Morandi non sarà ‘lasciata’ ad Autostrade per l'Italia (che metterà solo i soldi) ma sarà affidata a un soggetto a partecipazione pubblica dotato di adeguate capacità tecniche. A ribadirlo il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ieri alla Camera per le comunicazioni sul crollo del Ponte che ha anche annunciato la predisposizione di un decreto legge per Genova e per le infrastrutture. Ricostruzione ponte Morandi allo Stato Secondo quanto dichiarato da Toninelli, per la ricostruzione “dovrà esserci il sigillo dello Stato mantenendo in capo al concessionario l'ovvio onere dei costi". “L'integrale finanziamento dell'opera da parte della Società concessionaria” ha continuato Toninelli “rappresenta solo una minima parte del risarcimento dovuto e non ha nulla a che vedere con la procedura.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231