1 LAVORI PUBBLICI Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘LAVORI PUBBLICI’ Category

21
Feb

Dibattito pubblico, Realacci ‘estenderlo alle infrastrutture energetiche’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/02/2018 – “Il débat public va esteso alle infrastrutture energetiche, era questa la volontà del Parlamento”. È il commento del presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, dopo l’approvazione, insieme alla Commissione avori Pubblici del Senato, del decreto attuativo del Codice Appalti. Dibattito pubblico, infrastrutture energetiche e periodo transitorio La bozza di decreto attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) è stata approvata all’unanimità con due condizioni. La prima è l’inserimento delle infrastrutture energetiche tra le opere da sottoporre a dibattito pubblico. La seconda è il bisogno di una verifica sull’efficacia del nuovo strumento dopo un primo periodo di applicazione. Dibattito pubblico, esclusi oleodotti impianti nucleari e opere energetiche Inizialmente per le infrastrutture energetiche era stato previsto il dibattito pubblico... Continua a leggere su Edilportale.com
21
Feb

Beni culturali, dal Mibact quasi 600 milioni di euro per un piano antisismico

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/02/2018 – In arrivo quasi 600 milioni di euro di investimenti per l’adeguamento antisismico e la riqualificazione del patrimonio culturale italiano. Il comitato tecnico scientifico del Ministero dei Beni Culturali (Mibact), infatti, ha approvato il DM 19 febbraio 2018 che prevede un piano di investimenti da 597.058.875 milioni di euro. Vedi tutti gli interventi Beni culturali: il Piano antisismico del Mibact Il piano, che attinge al Fondo Investimenti per lo sviluppo infrastrutturale del Paese istituito dalla Legge di Bilancio 2017, risponde a una visione organica che considera strategico il ruolo del patrimonio culturale nelle politiche di tutela, sviluppo e promozione dei territori. I fondi stanziati sono immediatamente disponibili per realizzare in tutta Italia interventi di adeguamento antisismico ricompresi in un piano antisismico per l’adeguamento del patrimonio museale statale e il restauro dei beni culturali. Risorse.. Continua a leggere su Edilportale.com
21
Feb

Sardegna, in arrivo una legge regionale sugli appalti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/02/2018 – Superare la frammentaria legislazione regionale nel rispetto delle direttive comunitarie e delle competenze statali, definite dal nuovo codice dei contratti pubblici, per costituire un insieme organico di norme nelle materie di competenza della Regione. È l’obiettivo del disegno di legge sugli appalti pubblici, approvato dalla commissione del Consiglio Regionale della Sardegna. Il testo punta alla centralità della programmazione, alla qualità architettonica e alla valorizzazione della progettazione. Qualità architettonica e centralità della programmazione L’assessore dei Lavori Pubblici, Edoardo Balzarini, ha spiegato che vengono valorizzate le competenze regionali riguardanti la programmazione, la qualità architettonica della progettazione, la sostenibilità ambientale e sociale e l’organizzazione amministrativa. Nella consapevolezza della centralità della fase di.. Continua a leggere su Edilportale.com
21
Feb

Fondo Investimenti, a breve la ripartizione dei 36 miliardi di euro

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/02/2018 – “Nei prossimi giorni presenteremo la ripartizione del piano investimenti per i prossimi anni”. Lo ha annunciato il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, durante l’incontro organizzato dall’Agenzia del Demanio per presentare i risultati dell’attività del 2017. “Oltre a ripartire questi 37-38 miliardi - ha annunciato Gentiloni - l’obiettivo sarà dimostrare una capacità di spesa, cioè tradurre velocemente gli investimenti in lavori “con un corpo a corpo contro le regole burocratiche”. Le risorse a disposizione ammontano in realtà a 36 miliardi di euro. Inizialmente si era ipotizzato uno stanziamento da quasi 38 miliardi, ma poi parte dei fondi sono stati dirottati sulla manutenzione stradale. Fondo Investimenti, 36 miliardi dalla Legge di Bilancio 2018 La Legge di Bilancio 2018, lo ricordiamo, ha incrementato di 36 miliardi di euro il Fondo Investimenti.. Continua a leggere su Edilportale.com
19
Feb

Amianto, anche le scuole possono accedere ai 6 milioni di euro per la bonifica

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23119/02/2018 – Anche le scuole possono accedere al Fondo da 6 milioni di euro per la bonifica dell’amianto sugli edifici pubblici. Lo ha chiarito la Struttura di missione di Palazzo Chigi, Italiasicura, con un comunicato diramato nei giorni scorsi. Bonifica dell’amianto sugli edifici pubblici Con il DM 21 settembre 2016 sono stati stanziati 17,5 milioni di euro  per la progettazione preliminare e definitiva degli interventi di bonifica dall’amianto sugli edifici pubblici. Le risorse sono ripartite su tre annualità: 5,536 per il 2016, 6,018 milioni di euro per il 2017 e 6,018 milioni di euro per il 2018. Le risorse relative al 2016 sono state assegnate con un bando pubblicato all’inizio del 2017. A fine anno è stato pubblicato il bando 2017, con cui sono stati stanziati i 6,018 milioni di euro previsti e sono state definite le modalità per richiedere i fondi. Italiasicura: ‘bando aperto.. Continua a leggere su Edilportale.com
19
Feb

Sicurezza di edifici pubblici e territorio, nel bonus non rientra la progettazione

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23119/02/2018 – I servizi di progettazione non possono accedere al bonus per la messa in sicurezza degli edifici pubblici, comprese le scuole, e del territorio. A disposizione, lo ricordiamo, ci sono 150 milioni di euro stanziati dal comma 853 della Legge di Bilancio 2018 (150 milioni per l'anno 2018, 300 milioni per l'anno 2019 e 400 milioni per l'anno 2020). Le domande per richiedere i contributi scadono domani 20 febbraio, ma i Comuni non hanno le idee chiare e fino ai giorni scorsi hanno inoltrato richieste di chiarimento al Ministero dell’Interno. Sicurezza edifici pubblici e territorio, i contributi ai Comuni Ricordiamo che, come previsto dalla Legge di Bilancio 2018, i Comuni devono comunicare al Ministero dell’Interno le richieste di contributo entro le ore 24:00 del 20 febbraio 2018. Non possono essere richiesti contributi di importo superiore a 5.225.000 euro complessivi. Le opere per cui si richiede il finanziamento.. Continua a leggere su Edilportale.com
16
Feb

Appalti: soccorso istruttorio sì, ma con limiti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23116/02/2018 – Con il soccorso istruttorio, il Codice Appalti consente alle imprese che partecipano ad una gara di sanare le irregolarità formali della domanda entro un limite di tempo stabilito dalla Stazione Appaltante. Questa possibilità presenta dei limiti, che però non sono molto chiari, tanto da aver generato una serie di contenziosi, cui i giudici amministrativi hanno risposto in modi diversi. Per cercare di dare alla norma un’interpretazione univoca è intervenuto il Consiglio di Stato con la sentenza 815/2018. No al soccorso istruttorio nell’offerta economica Il Consiglio di Stato è intervenuto in una controversia sorta tra due società che avevano partecipato ad una gara per l’affidamento di servizi di connettività satellitare. Un’impresa, risultata poi vincitrice, non aveva indicato i costi relativi alla sicurezza e le era stata concessa l’integrazione attraverso il soccorso.. Continua a leggere su Edilportale.com
15
Feb

Appalti sotto soglia, Consiglio di Stato: ‘nessuno sconto sulla rotazione degli inviti’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23115/02/2018 – Sono possibili pochissime eccezioni al principio di rotazione degli inviti negli appalti sotto soglia. Lo ha ribadito il Consiglio di Stato nel parere sulle linee guida Anac "Contratti sotto la soglia comunitaria aggiornate al D.lgs. 56/2017" attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Il parere del CdS verte in particolare sul principio di rotazione e sulle possibilità di reinvito, ma anche sui criteri di sostenibilità energetica e ambientale, sulle autodichiarazioni e sul confronto competitivo. Tutto per semplificare le procedure a carico delle stazioni appaltanti, ma senza violare i principi comunitari di concorrenza e par condicio. Rotazione degli inviti Il criterio di rotazione degli affidamenti e degli inviti, spiega il CdS, mira ad evitare l’asimmetria informativa nel libero mercato a causa del consolidamento di rendite di posizione in capo al contraente uscente, la cui posizione di vantaggio deriva soprattutto.. Continua a leggere su Edilportale.com
15
Feb

Patrimonio pubblico, online 17 bandi da 478 milioni di euro per efficientarlo

15/02/2018 - L’Agenzia del Demanio ha pubblicato 17 bandi per la manutenzione e la riqualificazione energetica di edifici pubblici per un valore complessivo di circa 478 milioni di euro.   I bandi riguardano 69 lotti distribuiti su tutto il territorio nazionale e sono consultabili sul sito dell’Agenzia del Demanio all’interno della sezione 'gare e aste'. Le offerte potranno essere presentate entro il 23 marzo 2018. Consulta qui i bandi    I bandi per l’efficientamento del patrimonio pubblico L’intera operazione prevede un investimento economico di 477.700.000 euro, grazie alle risorse messe a disposizione principalmente dal Manutentore Unico: il sistema accentrato di gestione delle manutenzioni statali all’interno del quale l’Agenzia del Demanio opera come soggetto decisore della spesa e come centrale di committenza per la stipula di accordi quadro, mentre i Provveditorati alle Opere Pubbliche sono i soggetti tecnici..
Continua a leggere su Edilportale.com

14
Feb

Dibattito pubblico, Consiglio di Stato: ‘abbassare le soglie e coinvolgere più opere’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23114/02/2018 – Potenziare il dibattito pubblico assoggettando al confronto anche le piccole opere e tutti i beni culturali, ma anche snellire l’organizzazione per poter svolgere il confronto in tempi certi. Sono i suggerimenti formulati dal Consiglio di Stato nel parere sulla bozza di dpcm attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Il giudizio di massima, espresso dal Consiglio di Stato, è positivo perché il decreto “contempera l’esigenza di non allungare troppo i tempi di realizzazione delle grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevanza sociale e quella di dare effettività al coinvolgimento dei cittadini”. Tuttavia, il CdS ha segnalato alcune criticità. Dibattito pubblico limitato a poche opere Le soglie economiche e dimensionali che delimitano l’applicazione del dibattito pubblico sono, secondo il CdS, di importo così elevato da limitare il ricorso al confronto a.. Continua a leggere su Edilportale.com