1 LAVORI PUBBLICI Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘LAVORI PUBBLICI’ Category

16
Lug

Scuole Centro Italia, dal Miur 120 milioni per la messa in sicurezza

16/07/2019 – In arrivo 120 milioni di euro alle Regioni del Centro Italia colpite dal sisma del 2016 e 2017 per la messa in sicurezza delle scuole, l’adeguamento sismico e/o la nuova costruzione di edifici.   A prevederlo il bando pubblicato dal Ministero dell’Istruzione (Miur) per gli enti locali di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.   Scuole Centro Italia: cosa prevede il bando Potranno presentare richiesta di finanziamento tutti gli enti locali proprietari di edifici pubblici adibiti ad uso scolastico statale di ogni ordine e grado, appartenenti alle Regioni interessate e ricadenti nelle zone sismiche 1 e 2. Ogni ente locale potrà presentare la propria candidatura per uno o più edifici scolastici di cui è proprietario.   I Comuni e/o unioni di comuni possono chiedere, per ogni intervento, un contributo massimo di 3.000.000 euro mentre le Province e/o le Città metropolitane possono chiedere, per ciascun intervento, un..
Continua a leggere su Edilportale.com

16
Lug

Codice Appalti, via alla consultazione sul nuovo Regolamento unico

16/07/2019 – Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) ha avviato, sul suo sito, la consultazione sulla stesura del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici. La consultazione sarà attiva fino al 2 settembre 2019 all’indirizzo http://regolamentounico.mit.gov.it/.  Regolamento unico, gli operatori non vogliono la soft law Si tratta della seconda richiesta di partecipazione alla stesura della normativa sugli appalti proposta dal Ministro Toninelli. Dalla precedente consultazione pubblica sul Codice dei contratti pubblici, avviata dal Mit lo scorso anno e conclusasi il 10 settembre 2018, è emersa una precisa presa di posizione degli stakeholder e degli operatori istituzionali per la sostanziale abrogazione della soft law e delle linee guida Anac. Secondo gli operatori, infatti, il sistema di linee guida e decreti monotematici non ha sortito gli effetti di semplificazione voluti con la riforma, determinando..
Continua a leggere su Edilportale.com

15
Lug

Sicurezza delle scuole, 50 milioni di euro per progettarla in 323 Comuni

15/07/2019 – I 50 milioni di euro messi a disposizioni dal Ministero dell'Istruzione (Miur) per finanziare la progettazione di interventi di messa in sicurezza delle scuole saranno distribuiti tra 323 Comuni; mediamente ogni ente locale potrà contare su 150 mila euro ma sono previsti anche stanziamenti ‘irrisori’ come i poco più di 7 mila euro per il Comune di Gorgonzola. Il Miur, infatti, ha pubblicato la graduatoria dei 323 Enti locali ammessi al finanziamento per la progettazione di interventi di edilizia scolastica, secondo quanto previsto dall’articolo 42 del Decreto Genova. Scuole risorse per la progettazione della messa in sicurezza Ricordiamo che l’importo richiesto per l’affidamento dell’incarico di progettazione per ogni singolo edificio non poteva essere superiore all’8% dell’importo presunto dei lavori, comprensivo di IVA. e oneri previdenziali. Il contributo che.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231s
12
Lug

Efficienza energetica e sostenibilità, ecco come i Comuni spenderanno i 500 milioni di euro

12/07/2019 - Presto 7.915 Comuni potranno realizzare i progetti di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile grazie ai 500 milioni di euro stanziati con il Decreto Crescita. È in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, infatti, il provvedimento che disciplina le modalità di attuazione della misura a sostegno dei Comuni prevista dalla norma Fraccaro, ovvero dall’articolo 30 del Decreto Crescita (DL 34/2019 convertito nella Legge 58/2019). Efficientamento energetico Comuni: ecco gli interventi ammissibili Il decreto riporta, per ciascuna opera pubblica in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, a titolo esemplificativo e non esaustivo, gli interventi ammissibili e, per ciascuno di essi, le tipologie di interventi realizzabili. Ad esempio, sono ammissibili gli interventi volti all’efficientamento dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
9
Lug

Appalti, a Bolzano affidamenti diretti fino a 150mila euro

09/07/2019 – La Provincia Autonoma di Bolzano ha dato il via libera alla legge sulle semplificazioni negli appalti pubblici. “Le disposizioni – riferisce il presidente della Provincia Arno Kompatscher - sono state modificate al fine di semplificare le procedure riducendo la burocrazia creando i presupposti per le amministrazioni di poter reagire in modo più rapido e flessibile e soprattutto però di poter agire”. Un obiettivo analogo a quello della legge nazionale “Sblocca Cantieri”, con cui condivide alcuni contenuti. Bolzano, affidamento diretto fino a 150mila euro La norma innalza la soglia per il conferimento degli appalti diretti. Grazie alle nuove regole, sarà possibile conferire incarichi diretti nel settore delle costruzioni, previa consultazione di almeno tre società, fino ad un importo di 150mila euro. Fino ad ora la soglia è stata di 40mila euro. Le stesse regole,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
5
Lug

Piano nazionale dighe, in arrivo 540 milioni di euro

05/07/2019 – In arrivo altri 540 milioni di euro per interventi nel settore idrico; le risorse saranno ripartite da un decreto di prossima firma del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), Danilo Toninelli. Il via libera arriva dopo l’intesa con Regioni, Anci e l’Upi che conclude il processo per individuare gli indicatori di valutazione delle azioni e i criteri di ripartizione delle risorse ai fini della predisposizione degli ulteriori stralci del Piano nazionale degli interventi nel settore idrico. Dighe: i criteri di ripartizione dei 540 milioni di euro Il provvedimento di ripartizione delle risorse prevede 13 parametri, di cui 10 quantitativi e 3 qualitativi, decisi di concerto tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i dicasteri di Ambiente, Agricoltura, Beni culturali e Economia e finanze, le Autorità di Distretto e l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Il sistema di valutazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
3
Lug

Edilizia residenziale pubblica, 22 milioni di euro ripartiti tra le Regioni

03/07/2019 – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 16 maggio 2019 che ripartisce 22.480.752 euro tra le Regioni per il recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica per le annualità 2019-2024. La Lombardia, con quasi 4 milioni di euro, si è accaparrata la quota maggiore di risorse. Seguono la Campania con circa 2,5 milioni di euro, il Lazio con circa 2,3 milioni di euro e la Sicilia con 2,1 milioni di euro. Case popolari: la storia del Piano Il provvedimento si inserisce nel percorso sull’edilizia residenziale pubblica cominciato con il “Piano casa Renzi” (DL 47/2014, convertito nella Legge 80/2014) che ha lanciato il programma per la realizzazione di alloggi popolari e il recupero di quelli esistenti articolato in due filoni: uno per la realizzazione di lavori di lieve entità l’altro per interventi più pesanti di ripristino e manutenzione straordinaria. Con il Decreto.. Continua a leggere su Edilportale.com
1
Lug

Pubblicità delle gare, al via il Portale unico nazionale

01/07/2019 - È operativo da oggi 1° luglio il Portale unico per la pubblicità delle gare e dei programmi di lavori, beni e servizi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT). Lo fa sapere il Ministero con un comunicato. Grazie al nuovo portale - prosegue la nota -, “con un solo clic, sarà possibile avere una panoramica di tutte le gare di appalto in corso in Italia, sia a livello nazionale che regionale”. Con la consultazione di un’unica piattaforma a livello nazionale, il portale ha l’obiettivo di semplificare gli obblighi informativi a carico delle stazioni appaltanti e di migliorare sia la trasparenza che la diffusione dei dati e delle informazioni relative a bandi, avvisi ed esiti di gara e alla programmazione di lavori, beni e servizi. La nuova piattaforma è il risultato della cooperazione applicativa tra la piattaforma informatica del Servizio Contratti Pubblici (SCP).. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
26
Giu

Sport bonus, gli enti non commerciali possono beneficiarne?

26/06/2019 - “Gli enti non commerciali possono beneficiare dello sport bonus?” Lo ha chiesto un contribuente alla posta dei FiscoOggi, il magazine dell’Agenzia delle Entrate. Lo sport bonus - ricordiamo - è il credito d’imposta, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018, per le erogazioni liberali destinate a interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche. La Legge di Bilancio 2019 (Legge 145/2018, articolo 1, commi da 621-628), spiega l’Agenzia, ha stabilito che lo sport bonus spetta anche agli enti non commerciali e alle persone fisiche. Quindi, la risposta alla domanda del contribuente è affermativa: gli enti non commerciali possono beneficiare dello sport bonus. Prossima scadenza: 4 luglio 2019 Ricordiamo, infine, che c’è tempo fino al 4 luglio per accedere alla prima delle due finestre previste nell’anno,.. Continua a leggere su Edilportale.com

24
Giu

Edilizia sociale, 250 milioni di euro ripartiti tra le Regioni

24/06/2019 – Passi avanti per il programma di edilizia residenziale sociale. La Conferenza Unificata ha dato il via libera al decreto del Mit che ripartisce tra le Regioni 250 milioni di euro da destinare ad interventi di rigenerazione e riorganizzazione urbana per migliorare l’offerta di edilizia sociale. Le risorse provengono dalla Legge per l’edilizia residenziale (L.457/1978) e sono state riorganizzate dal Cipe con la delibera 127/2017. Il passaggio successivo era la ripartizione tra le Regioni, che il Mit avrebbe dovuto emanare, previa intesa con le Regioni, circa un anno fa. Il cambio di Governo ha fatto inceppare il meccanismo, che adesso è ripartito. Edilizia sociale, il programma da 250 milioni Oltre alla rigenerazione e riorganizzazione urbana, gli interventi dovranno prevedere la messa in sicurezza degli edifici esistenti mediante interventi di adeguamento o miglioramento sismico ed efficientamento impiantistico. Il.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231