1 Modelli di organizzazione Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Modelli di organizzazione’ Category

7
Feb

Servizio inserimento progetti portale INAIL attivo sino all’8 aprile 2014 – Veneto e Nord Est

Dal 21 gennaio 2014, MODI S.r.l. di Mestre e Spinea (VE) www.modiq.it, sta inserendo sul portale INAIL i progetti dei Clienti che sono interessati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nella propria Azienda. Questa attività viene da noi erogata in forma gratuita e proseguirà sino all’8 aprile 2014.

Nel caso di raggiungimento o superamento della soglia minima di ammissibilità, si potrà partecipare alla fase successiva di inoltro della domanda, nelle date di apertura dello sportello telematico che verranno comunicate successivamente
Ricordiamo che sono ammessi a contributo i progetti che ricadono in una delle seguenti tipologie:

progetti di investimento;
progetti di responsabilità sociale (SA8000) e per l’adozione di modelli organizzativi (ex D.Lgs. 231/2001);
progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro prive di marcatura CE (messe in servizio anteriormente al 21/9/1996) con attrezzature rispondenti ai requisiti di cui al Titolo III del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

I destinatari del bando sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Sono escluse quelle che erano già state ammesse a contributo con gli Avvisi Inail 2010, 2011 e 2012. Le imprese possono presentare un solo progetto e per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale.

I fondi a disposizione, pari a circa 307 milioni di euro, sono ripartiti in budget regionali e il contributo erogato è pari al 65% delle spese sostenute per la realizzazione del progetto, per un massimo di 130.000 euro.

I contributi sono a fondo perduto e vengono assegnati fino all’esaurimento delle risorse disponibili, secondo l’ordine cronologico di invio telematico delle domande.
MODI S.r.l. fornisce assistenza alle Aziende sia nella fase di ottenimento del finanziamento che di realizzazione dei progetti finanziati nel proprio ambito di attività.

Cogliamo l’occasione per ricordarLe che può scaricare il nostro modulo di richiesta di finanziamento cliccando qui. Maurizio Billi e lo staff della MODI restano a disposizione per chiarimenti.

Consulenza Sicurezza Veneto

24
Apr

Sistemi strutturati di gestione del rischio fiscale e incentivi, prime note

Il disegno di legge sulla delega fiscale, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 16 aprile, introduce - al Capo II "Contrasto all'evasione e all'elusione e revisione del rapporto tra fisco e contribuente", art. 7 "Gestione del rischio fiscale, governance aziendale e tutoraggio" -  il concetto di "sistemi strutturati di gestione del rischio fiscale": «Art. 7 (Gestione del rischio fiscale,
14
Mar

Integrare i sistemi di gestione qualità, sicurezza, ambiente e i modelli 231

Vi segnalo l'articolo "L'opportunità del sistema integrato di gestione" (di Alessandro Mazzeranghi, Federica Coucourde, Massimo Valerio), una breve riflessione sull'opportunità di integrare i sistemi di gestione qualità, sicurezza, ambiente e i modelli organizzativi esimenti secondo il seguente schema: "la struttura generale del modello e quella della norma ISO 9001 possono fare da architettura
2
Ott

L’efficace attuazione dei modelli 231

E' ora disponibile un e-book (pdf, 308kb) che raccoglie la serie di articoli pubblicati nei mesi scorsi sui "fattori critici" di successo per l'efficace attuazione dei modelli 231. E' infatti noto che non è sufficiente disegnare un modello di organizzazione, gestione e controllo formalmente idoneo a prevenire la commissione dei reati richiamati dal d.lgs 231/01 e dalla L. 146/06, ma che la vera
5
Set

Sanità: la Sicilia premia l’adozione dei Modelli 231

La regione Sicilia premia, con un incremento del budget, le strutture che entro l'esercizio 2011 si doteranno di un modello di organizzazione, gestione e controllo conforme ai requisiti del d.lgs. 231/01. Due recenti decreti della regione Sicilia (il n. 1179 e il n. 1180, entrambi del 22.06.2011) riconoscono un incremento del budget, rispetto al 2010, per le Case di Cura e per le strutture
29
Lug

Ancora sull’efficace attuazione dei Modelli 231: l’impegno pro Modello 231

Impegno: a tutti i livelli aziendali, a cominciare dal Management, è presente e manifestato concretamente nei fatti l’impegno per l’attuazione efficace del Modello 231. di Stefano Barlini, CIA, CISA, CCSA, QAR* Questa asserzione mette in evidenza l’importanza per il successo di qualsiasi processo o sistema in azienda, incluso ovviamente quello realizzato mediante il Modello di Organizzazione,
28
Lug

Ancora sull’efficace attuazione dei Modelli 231: l’integrazione del Modello 231

Integrazione: le previsioni contenute nel Modello e, in particolare le procedure si integrano nell’operatività aziendale senza entrare in conflitto e non rimanendo un corpo autonomo. di Stefano Barlini, CIA, CISA, CCSA, QAR* Per cogliere subito il merito di questa asserzione cito spesso le risposte che ho avuto l’occasione di ricevere, a fronte del mio interesse a comprendere la realtà aziendale
15
Giu

Commento di prima lettura della Legge Regione Abruzzo n. 15/2011

Legge Regione Abruzzo 27 maggio 2011 n. 15, recante “Adozione dei modelli di organizzazione e di gestione ai sensi dell’articolo 6 del Decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della L. 29 settembre 2000, n. 300)” (B.U.R. n. 35
14
Giu

Ancora sull’efficace attuazione dei Modelli 231: la comunicazione del Modello

Comunicazione - il Destinatario impiega ed è soddisfatto dei mezzi per comunicare con l’Organismo di Vigilanza di Stefano Barlini, CIA, CISA, CCSA, QAR* Da questa asserzione si ricava che l’efficace attuazione di un Modello dipende rilevantemente dal sistema di comunicazione tra Organismo di Vigilanza e Destinatari, sistema che deve essere in grado di gestire i flussi di comunicazione
8
Giu

Ancora sull’efficace attuazione dei Modelli 231: la praticità del Modello

Praticità – il Destinatario è messo nelle condizioni di contribuire all’esercizio del Modello in maniera pratica ed efficiente.di Stefano Barlini, CIA, CISA, CCSA, QAR*Questa asserzione implica che un Modello deve essere “a misura di Destinatario”: tanto più astratte e/o complicate sono le previsioni in esso contenute, tanto maggiore sarà il rischio che esso non venga attuato.In questo senso, l’