1 MOG231 Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘MOG231’ Category

8
Giu

Come soggetti esterni dotati di specifiche conoscenze MODI SRL assume l’incarico di Componente dell’Organismo di Vigilanza ODV

Poiché l'ODV è “un organismo dell’ente”, i suoi componenti non devono essere scelti necessariamente all’interno dell’ente/impresa. La composizione mista caratterizzata dalla presenza di alcuni soggetti interni all’ente/impresa, in grado di apportare una conoscenza diretta della realtà aziendale, e soggetti esterni dotati di specifiche competenze professionali, tecniche, giuridiche etc. rendono l’ODV in grado di esercitare efficacemente i suoi compiti. L’assenza di mansioni operative garantisce l’autonomia dell’ODV in quanto, in caso contrario, la partecipazione alle decisioni dell’ente potrebbe compromettere la necessaria “ serenità di giudizio al momento delle verifiche”. A seguito dell’entrata in vigore della legge 12 novembre 2011, n. 183 (nota come legge di stabilità 2012), è stato stabilito che nelle società di capitali il collegio sindacale, il consiglio di sorveglianza e il comitato per il controllo della gestione possono svolgere le funzioni dell’organismo di vigilanza. Probabilmente lo spirito della norma è di evitare ulteriori costi e l’eccessivo appesantimento dovuto alla duplicazione di organi di controllo. Riassumendo il compito dell’organismo di vigilanza può essere svolto:
  • dall’organo dirigente nel caso di enti di piccole dimensioni;
  • nel caso di società di capitali anche dal collegio sindacale, dal consiglio di sorveglianza e dal comitato per il controllo della gestione;
  • taluno ritiene che tale compito possa essere svolto anche dall’Internal Auditing;
  • da un organismo ad hoc preferibilmente composto da personale qualificato interno all’ente, non operativo e da soggetti esterni quali consulenti, tecnici, etc; quest’ultima scelta è ritenuta da molti come più opportuna.
Maurizio Billi è il Direttore Operativo in MOG231.it by Modi Srl Consulenza Formazione per i modelli di organizzazione e gestione D.lgs 231/2001 e assume anche il ruolo di ODV Organismo di Vigilanza. Per ulteriori informazioni contattateci al numero verde gratuito anche da telefoni cellulari e smartphone 800300333, via e-mail mog231@gmail.com o visitate il sito www.mog231.it. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti  www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
30
Mag

Consulenza sui Sistemi di Gestione anticorruzione secondo la norma ISO 37001

I requisiti della ISO 37001 sono generali e sono applicabili a qualunque organizzazione (o parte di organizzazione), indipendentemente dalla tipologia, dimensione e natura dell’attività. La ISO 37001:2016 da il proprio contributo normativo per combattere la piaga della corruzione e si è dimostrata un valido strumento operativo per identificare e prevenire i rischi di corruzione. La norma ISO 37001 porta in evidenza che la corruzione è un fenomeno diffuso, che solleva preoccupazioni di ordine morale, politico ed economico e applicarla significa rafforzare o attuare quanto già indicato dal Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01 (MOG 231). Affidandosi ai consulenti MODI per la Consulenza sui Sistemi di Gestione anticorruzione secondo la norma ISO 37001, sarà possibile applicare un sistema di gestione anticorruzione con particolare attenzione al processo di  valutazione del rischio. Il Consulente lavorerà facendo particolare attenzione alle altre norme sui Sistemi di Gestione già applicati dall'Organizzazione Cliente come per esempio il Sistema di Qualità, ambiente, sicurezza, Risk Management, Sicurezza dei dati informatici, ecc). Chiedendo un sopralluogo personalizzato saremo in grado di rilevare i requisiti che devono essere soddisfatti per essere conformi alla ISO 37001:2016 e presentare un progetto di consulenza per fornire le tecniche per condurre un’efficace valutazione del rischio in ambito corruzione. Il nostro staff è in grado di fornire le tecniche e gli strumenti di lavoro necessari per le attività di implementazione, attuazione e controllo periodico del sistema di gestione anti-corruzione (SGA). Chiama MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia che ha ideato un sito dedicato al tema wwww.consulenzacertificazioneiso37001.it
Per Consulenza sui Sistemi di Gestione anticorruzione secondo la norma ISO 37001, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
 
11
Mag

Attraverso l’attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale mediante la Certificazione UNI EN ISO 14001 si possono avere dei vantaggi? Per consulenze ISO 14001:15 chiama MODI SRL

Attraverso l’attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale mediante la Certificazione UNI EN ISO 14001 si possono avere dei vantaggi aziendali come:
- Miglioramento nella Gestione Aziendale e nei Processi; - Agevolazioni all'accesso alle gare d'appalto; - Riduzione dei costi relativi allo smaltimento dei rifiuti e dei costi energetici; - Riduzione dei costi di acquisto di materie prime; - Riduzione degli scarti di produzione; - Riduzione del rischio di incidenti ambientali e di rischi penali e civili; - Miglioramento dell'immagine aziendale; - Apertura di nuove opportunità di mercato.
Per consulenze a Marghera, Marcon, Treviso, Jesolo, Chioggia, Padova, Vicenza e città limitrofi chiamaci!
Per offerte e iscrizione ai corsi con partecipazione ai seminari gratis chiama il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
9
Mag

L’adozione di un Modello Organizzativo 231/2001 allo stato attuale non è un obbligo di legge, la sua attuazione è volontaria.

L'adozione di un Modello Organizzativo 231/2001 allo stato attuale non è un obbligo di legge, la sua attuazione è volontaria. Vengono rilevate localmente specifiche normative, che impongono in taluni casi l'adozione del Modello per poter contrarre con la Pubblica Amministrazione o per ricevere specifici accreditamenti.
Ad esempio si ricorda che la Regione Lombardia prevede l'obbligo di dotarsi di un Modello 231/01 per gli Enti di Formazione che vogliano chiedere/mantenere l'accreditamento presso l'Albo regionale degli operatori per i servizi di istruzione e formazione professionale.
Escludendo alcuni casi specifici, dotarsi di un Modello Organizzativo 231/01 non è un obbligo, ma esserne sprovvisti significa correre costantemente il rischio di incorrere in sanzioni tali da mettere in seria difficoltà tutta l'organizzazione aziendale, specialmente in ambito di salute e sicurezza ed ambientale.
E' opportuno infine ricordare che secondo Giurisprudenza ormai consolidata, gli Amministratori che non adottino un Modello Organizzativo possono essere oggetto di azione sociale di responsabilità ex Art. 2393 C.C. da parte dei soci danneggiati a seguito di una sanzione per responsabilità amministrativa di cui al D. Lgs. 231/01, in quanto nell'ambito del loro operato avrebbero dovuto tener conto di tale normativa e dotare l'organizzazione dello strumento di protezione: il Modello 231/01.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
21
Mar

La ISO 37001 è un requisito premiante per diventare stazione appaltante qualificata?

La ISO 37001 tra i requisiti premianti per diventare stazioni appaltanti qualificate Dalle NEWS del sito internet del prestigioso Organismo di Certificazione Bureau Veritas segnaliamo quella riguardante i requisiti premianti per diventare stazioni appaltanti qualificate.  "E' attualmente al vaglio del Parlamento una proposta di modifica (n. 397 del 6/3/2017) del nuovo Codice degli Appalti (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50). Una volta approvato, il provvedimento promuoverà l'applicazione della ISO 37001 nel mondo delle stazioni appaltanti. Vediamo come. Tra le novità del nuovo Codice degli appalti spicca la creazione dell’elenco delle stazioni appaltanti qualificate. Questa disciplina si applica a tutte le amministrazioni aggiudicatrici: le amministrazioni dello Stato; gli enti pubblici territoriali; gli altri enti pubblici non economici; gli organismi di diritto pubblico; le associazioni, unioni, consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti. La disciplina si applica anche alle centrali di committenza. Le stazioni appaltanti così identificate (circa 30.000) dovranno qualificarsi, dimostrando di avere determinanti requisiti qualitativi / organizzativi. Tra i requisiti premianti - una volta approvata la proposta del 6 marzo -  sarà introdotto il possesso della certificazione accreditata ISO 37001 in ambito anticorruzione. ► Cosa succederà alle stazioni appaltanti che non riescono a qualificarsi? Le stazioni appaltanti non in possesso della qualificazione dovranno, per gli acquisti di beni e servizi superiori ai 40.000 euro e per appalti di lavori superiori a 150.000 euro, ricorrere a una centrale di committenza – qualificata  – o aggregarsi a una o più stazioni appaltanti qualificate. Questa  riforma è funzionale all'applicazione di un sistema che  valuti le capacità amministrative e gestionali  delle stazioni appaltanti e le classifichi per classi di importo o per tipologia di contratti, così da consentire che ogni amministrazione indica gare e gestisca contratti in relazione alle proprie capacità strutturali, in modo rispettoso della normativa e, soprattutto, in modo efficiente, efficace e trasparente." Per consulenze sull'applicazione della ISO 37001, Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente, Sicurezza e MODELLI ORGANIZZATIVI 231 contattare MODI SRL al numero verde 800300333.
Per visionare la fonte della notizia sito BUREAU VERITAS
http://www.bureauveritas.it/home/news/latest-news/news-cer-37001-stazioni-appaltanti?presentationtemplate=bv_master_v2/news_full_story_presentation_v2
 
 
20
Mar

IL CAPORALATO: NUOVO REATO 231

IL CAPORALATO: NUOVO REATO 231
Fra i reati che determinano la Responsabilità Amministrativa degli enti dal 4 novembre 2016 c’è anche il Caporalato. La Legge 29 ottobre 2016, n. 199 “Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo” ha introdotto l’art. 603-bis c.p. (Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro) tra i reati presupposto del D.Lgs. 231/2001 (vedasi art. 25-quinqies). Nel caso in cui l’ente commettesse tale reato, le sanzioni 231 applicabili alla società sono: - SANZIONE PECUNIARIA: da un MINIMO DI € 100.000 ad un MASSIMO di € 1.550.000 - SANZIONI INTERDITTIVE: da un anno a due, salvo l’interdizione definitiva nei casi più gravi. MODI SRL si propone per ricoprire il ruolo di ODV neglio Organismi di Vigilanza e per consulenze sull'adozione di un Modello Organizzativo 231.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it.
 
3
Feb

Adeguamento alla nuova norma UNI EN ISO 14001:2015 entro 3 anni dalla pubblicazione!

Le tempistiche per l'adeguamento alla nuova norma UNI EN ISO 14001:2015 sono fino a 3 anni dalla pubblicazione della nuova edizione 2015 della ISO 14001 che è stata pubblicata il 15 settembre 2015.
Nel mentre saranno valide le nuove certificazioni, le modifiche ed i rinnovi emessi a fronte di entrambe le edizioni delle norme: per la ISO 14001, sia 2004 che 2015.
Per consulenze per la realizzazione di un sistema di gestione ambientale a NORMA UN EN ISO 14001:2015 o per l'adeguamento della documentazione chiamare la Società di Consulenza MODI SRL operante in Veneto e nel nord est al numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
17
Gen

Modello Organizzativo ex DLgs 231: I principali vantaggi

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231  
I principali vantaggi di adottare un Modello Organizzativo ex DLgs 231 sono più palpabili quando si deve:
  1. Accedere a bandi di gara della P.A. e acquisire nuovi clienti;
  2. Accrescere la protezione dei soggetti in posizione apicale;
  3. Attribuire e limitare i poteri dei ruoli funzionari; 
  4.  Garantire un’adeguata protezione della Società rispetto ai reati previsti dal Decreto 231;
  5. Organizzare in modo strutturato i processi aziendali e facilitare la comunicazione aziendale;
  6. Responsabilizzare/proteggere i dipendenti ed ottenere un efficace rispetto delle regole
Per  ottenere un preventivo dei costi della consulenza per l’adozione di un Mog231, per iscrizione ai corsi che organizziamo su questo argomento e per partecipazione ai seminari informativi di approfondimento sulle linee guida dell’Anac e sul Dgr 2120 emesso dalla Regione Veneto chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it.
13
Gen

Consulenza per adeguamento alla UNI EN ISO 14001:2015 relativa all’ ambiente

AGGIORNAMENTO DOCUMENTAZIONE NORMA UNI EN ISO 14001:2015 CHE RITIRA E SOSTITUISCE LA UNI EN ISO 14001:2004 Disponibile in lingua italiana la norma UNI EN ISO 14001:2015, che ritira e sostituisce la UNI EN ISO 14001:2004, sui requisiti e guida per l'uso in materia di sistemi di gestione ambientale. La nuova versione presenta altri miglioramenti chiave: un più rilevante coinvolgimento della leadership, un maggiore allineamento con la direzione strategica, un miglioramento della performance ambientale con particolare accento sulle iniziative proattive, una comunicazione più efficace guidata da una strategia comunicativa e un approccio al ciclo di vita che considera ogni fase di un prodotto o di un servizio, dallo sviluppo a fine vita. Informiamo che collegandosi al sito dell’UNI e contattando il settore vendite, si può acquistare la norma UNI EN ISO 14001:2015 “Sistemi di gestione ambientale - Requisiti e guida per l'uso”. Maurizio Billi e lo Staff MODI® si propone alle aziende già certificate ISO 14001 per l’adeguamento del loro sistema all’edizione del 2015 e alle aziende non ancora certificate per l’implementazione di un nuovo Sistema di Gestione Ambientale a norma UNI EN ISO 14001:2015.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
30
Dic

SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO? Informazioni, documenti utili, FAQ e opuscoli multilingua

SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO? Informazioni, documenti utili, FAQ e opuscoli multilingua sono tutti strumenti che abbiamo messo a disposizione nei nostri siti internet.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it