1 norma Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘norma’ Category

1
Feb

Dall’OHSAS 18001:2007 alla ISO 45001 confermata la migrazione di 3 anni dalla pubblicazione della nuova norma.

Per il passaggio dall’OHSAS 18001:2007 alla ISO 45001, gli anni che le Organizzazioni hanno a disposizione per adeguarsi sono tre.  Si parte a "contarli" dalla data di pubblicazione della nuova norma IS0 45001 che è prevista per marzo 2018.
Lo IAF (International Accreditation Forum) ha rilasciato il 18 gennaio 2018 un importante documento "IAF MD 21:2018" che conferma il periodo di migrazione di 3 anni dalla data di pubblicazione della ISO 45001.
Nel documento realizzato da ISO, IAF e OHSAS Project group s indica anche che con la pubblicazione della ISO 45001 lo standard OHSAS 18001:2007 sarà ritirato.
Una volta pubblicata la norma ISO 45001 gli enti di normazione internazionali, tra cui l’UNI, provvederanno alla traduzione della norma dall'inglese alla lingua in uso nel loro Stato.
MODI SRL si propone per l'adeguamento formativo e organizza seminari gratuiti sulla nuova norma ISO 45001. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
19
Dic

Lo standard ISO 14001 (tradotto in italiano nella UNI EN ISO 14001:2015) è uno standard certificabile

Lo standard ISO 14001 (tradotto in italiano nella UNI EN ISO 14001:2015) è uno standard certificabile. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera online, abbiamo tratto la definizione della sigla ISO 14001 in quanto ne condividiamo la semplice ma esaustiva descrizione:
 
"La sigla ISO 14001 identifica uno standard di gestione ambientale (SGA) che fissa i requisiti di un «sistema di gestione ambientale» di una qualsiasi organizzazione e fa parte della serie ISO 14000 sviluppate dall'"ISO/TC 207". Lo standard può essere utilizzato per la certificazione, per una auto-dichiarazione oppure semplicemente come linea guida per stabilire, attuare e migliorare un sistema di gestione ambientale.
La norma ISO 14001, giunta alla sua seconda edizione del 2015, si ispira esplicitamente al modello PDCA (Plan-Do-Check-Act), detto anche Ciclo di Deming dal nome del suo ideatore William Edwards Deming. Una estesa linea guida è contenuta nella ISO 14004, che riporta i principi, sistemi e tecniche di supporto per i SGA. Una più sintetica "guida all'uso" è contenuta nella stessa ISO 14001:2015. La nuova revisione della norma (14001:2015 "Environmental management systems"), che ISO (International Organization for Standardization) ha pubblicato il 15 settembre 2015",
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
5
Dic

A seguito della pubblicazione definitiva della ISO 45001 prevista per la primavera del 2018, gli standard OHSAS 18001/18002 verranno ritirati.

A seguito della pubblicazione definitiva della ISO 45001 prevista per la primavera del 2018, gli standard OHSAS 18001/18002 verranno ritirati. Le organizzazioni certificate secondo queste norme avranno a disposizione un periodo di migrazione di 3 anni per effettuare il passaggio. La norma ISO 45001 è destinata ad essere applicabile a qualsiasi organizzazione indipendentemente dalle sue dimensioni, tipo e natura e tutti i suoi requisiti devono essere integrati nei processi di gestione dell'organizzazione.
Oltre al suo fine primario, la norma consente ad un'organizzazione di impegnarsi su altri aspetti della salute e della sicurezza, come il benessere dei lavoratori. Lo scorso 30 novembre 2017, il Comitato Tecnico ISO per i Sistemi di Gestione per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro ha rilasciato il FDIS (Final Draft) del nuovo standard ISO 45001. La fase di approvazione dovrebbe concludersi alla fine gennaio 2018. Se l'esito sarà positivo la pubblicazione della norma potrebbe avvenire con l'inizio della primavera o nel 2018. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
5
Dic

Dalla OHSAS 18001 alla ISO 45001. Quali sono le novità introdotte?

 
La norma ISO 45001 è uno standard internazionale che specifica i requisiti per l'implementazione di un Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro. L'adozione di un Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro, in accordo alla norma ISO 45001 garantisce all'organizzazione numerosi vantaggi.
Le aziende che implementano la norma ISO 45001 migliorano la loro capacità di rispondere ai problemi di conformità normativa e riducono:
  •  i costi in caso di infortuni, incidenti e le problematiche relative alla salute e sicurezza dei lavoratori;
  •  i tempi di fermo e i costi di interruzione delle attività;
  •  i costi dei premi assicurativi;
  •  i problemi di assenteismo;
  •  il turnover dei dipendenti.
Il riconoscimento per aver implementato un sistema di gestione riconosciuto internazionalmente porta un ritorno di immagine e consente ad un'organizzazione di impegnarsi su altri aspetti della salute e della sicurezza, come il benessere di tutti i lavoratori.
Implementare un sistema di gestione in accordo al nuovo standard ISO 45001 può essere una mossa  strategica per un’organizzazione funzionale a supporto di iniziative legate alla sostenibilità, ma anche perché garantisce che dipendenti “in sicurezza” e sani aumentino allo stesso tempo la redditività.
La norma ISO 45001 è applicabile a qualsiasi organizzazione indipendentemente dalle sue dimensioni, tipo e natura e tutti i suoi requisiti devono essere integrati nei processi di gestione dell'organizzazione.
Lo scorso 30 novembre 2017, il Comitato Tecnico ISO per i Sistemi di Gestione per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro ha rilasciato il FDIS (Final Draft) del nuovo standard ISO 45001. La fase di approvazione dovrebbe concludersi alla fine gennaio 2018. Se l'esito sarà positivo la pubblicazione della norma potrebbe avvenire con l'inizio della primavera o nel 2018.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
20
Nov

La UNI ISO 37001:2016 è la prima norma sui sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione certificabile.

La UNI ISO 37001:2016 definisce requisiti generici, applicabili a qualsiasi organizzazione indipendentemente dal tipo, dalle dimensioni e dalla natura dell’attività, sia nel settore pubblico, sia in quello privato o del no profit. La UNI ISO 37001:2016 è la prima norma sui sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione certificabile. La norma UNI ISO 37001:2016, dal titolo "Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione - Requisiti e guida all'utilizzo", è stata pubblicata da UNI il 20 dicembre 2016. La norma UNI ISO 37001:2016 specifica i requisiti e fornisce una guida per l'implementazione di un sistema di gestione progettato per "aiutare" le organizzazioni a prevenire, rintracciare e affrontare la corruzione e a rispettare le leggi sulla prevenzione e lotta alla corruzione. La struttura della norma si basa su HLS (High-Level Structure) è utilizzata da ISO anche per gli altri standard sui Sistemi di Gestione, con lo scopo di favorire l'integrazione tra essi. In Italia la norma non “supera” in nessun modo le leggi di riferimento (D.Lgs. 231 e la Legge 190/2012), ma rappresenta con certezza per l’adozione di sistemi di prevenzione della corruzione come richiesti dalle citate leggi. Il Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231 si concentra sui fenomeni di corruzione a vantaggio dell’ente, un sistema di gestione conforme alla norma ISO 37001 dovrà efficacemente prevenire anche i fenomeni di corruzione passiva a vantaggio della persona fisica, elemento invece sul quale la Legge 190/2012 già si concentra. Per la consultazione di materiali sulla ISO 37001 come slide, video, materiali, faq ecc., Maurizio Billi e lo staff di Consulenza Certificazione ISO 37001.it by MODI S.r.l. hanno messo a un sito internet dedicato www.consulenzaregolamentoiso37001.it A disposizione per gli imprenditori del Veneto e del Nord Est di aziende interessate all’adozione della norma UNI EN ISO 37001:2016 il numero verde 800300333 per richiedere un sopralluogo gratuito e un preventivo personalizzato.
 
18
Nov

ISO 37001:2016 “Anti-bribery management systems”

 
La Certificazione del Sistema di Gestione anticorruzione ISO 37001 da parte di una società terza indipendente (organismo di certificazione), non certifica l’assenza di atti di corruzione da parte delle Aziende, ma assicura che l'Organizzazione abbia applicato al proprio sistema di gestione anticorruzione i requisiti previsti dalla norma UNI EN ISO 37001:2016.
 
 
I requisiti della norma se correttamente implementati, permettono di ridurre i rischi di commissione di atti corruttivi.
 
La norma ISO 37001:2016 “Anti-bribery management systems” può essere un sistema dedicato oppure integrato in un sistema di gestione globale.
 
Grazie alle numerose esperienze in ambito di compliance aziendale, alle risorse e le competenze acquisite, MODI ha tutti i numeri per accompagnare le aziende nel percorso per l'ottenimento della  certificazione di un Sistema di Gestione a norma UNI EN ISO 37001:20013.
 
Per la consultazione di materiali sulla ISO 37001 come slide, video, materiali, faq ecc., Maurizio Billi e lo staff di Consulenza Certificazione ISO 37001.it by MODI S.r.l. hanno messo a un sito internet dedicato www.consulenzaregolamentoiso37001.it A disposizione per gli imprenditori del Veneto e del Nord Est di aziende interessate all’adozione della norma UNI EN ISO 37001:2016 il numero verde 800300333 per richiedere un sopralluogo gratuito e un preventivo personalizzato.
 
 
 
 
13
Feb

LA ISO 37001 PER PREVENIRE LA CORRUZIONE NEL SETTORE PUBBLICO E PRIVATO

Ricco di contenuti il nuovo standard in materia di prevenzione della corruzione ISO 37001 - Anti bribery management systems, pubblicata a fine 2016 dall'ISO.

Tale norma diventerà un asset su cui puntare anche in Italia unitamente al D. Lgs. 231/01, la legge 190/92 e le recenti misure del "Pacchetto Anticorruzione".

La nuova norma ISO 37001 si integra con i modelli di prevenzione previsti per il settore pubblico e privato con particolare attenzione ai profili di responsabilità in materia di corruzione per le Imprese e la Pubblica Amministrazione.

Modi Srl www.mog231.it Vs. Partner per le aziende del Veneto e del nord est!!! 80030033 per preventivi
2
Feb

Fasi di realizzazione di un progetto qualità a norma UN EN ISO 9001:2015

   
MODI con i suoi esperti in consulenza accompagna l’Azienda Cliente durante tutto il percorso che inizia dalla prima analisi per la valutazione dell’impegno necessario alla realizzazione del Sistema Qualità, sino all’ottenimento della certificazione ISO 9001:2015, occupandosi della definizione e stesura di tutto l’impianto documentale necessario ed assistendo il personale dell’Azienda nell’efficace applicazione dei procedimenti individuati.
Fasi di realizzazione di un progetto qualità a norma UN EN ISO 9001:2015

Analisi preliminare

viene svolta presso l’Azienda raccogliendo tutte le informazioni che permettono di tracciare un quadro della situazione esistente, stabilire gli obiettivi nelle diverse aree ed individuare il percorso necessario per la definizione delle procedure operative. Vengono coinvolte le risorse che, all’interno dell’Organizzazione, sono in grado di fornire informazioni sui processi aziendali e sulle regole che li governano. Introduzione di un concetto di qualità responsabile, semplificazione burocratica e analisi dei rischi da parte delle organizzazioni.

Attuazione del SGQ

durante questa fase prende corpo l’impianto documentale del Sistema di Gestione per la Qualità e, contestualmente, ne viene predisposta l’applicazione operativa. Vengono coinvolte le risorse, nei vari settori dell’Organizzazione, sia attraverso interventi formativi sull’efficace applicazione dei requisiti del Sistema di Gestione per la Qualità, sia per l’individuazione delle migliori regole operative da attuare. Vengono affrontati tutti gli aspetti dell’attività aziendale.

Audit interni

le procedure operative, messe in atto durante la fase di attuazione del sistema, vengono verificate attraverso specifici audit interni, eseguiti con la medesima tecnica utilizzata dagli organismi di certificazione. Tali audit permettono di valutare la completezza e l’efficacia del Sistema di Gestione per la Qualità. Nel corso dell’attività di auditing, come richiesto dalla norma di riferimento, viene formato e qualificato il personale che, nell’Organizzazione, sarà preposto all’esecuzione delle Verifiche Ispettive Interne.

Preparazione finale e certificazione

la preparazione finale consiste nel completamento della documentazione operativa, predisponendo il “Riesame della Direzione” come previsto dalla norma. Il progetto si conclude con l’affiancamento e l’assistenza al personale dell’Azienda durante gli audit per la certificazione ISO 9001:2015 da parte dell’Organismo incaricato.

Adeguamento alla norma ISO 9001:2015

la pubblicazione della nuova edizione della norma comporta l’adeguamento della documentazione del Sistema di Qualità. Da ISO 9001:2008 a ISO 9001:2015.  L’adeguamento è necessario per mantenere la certificazione di Qualità. Le organizzazioni hanno tempo tre anni dalla data della pubblicazione della norma per adeguarsi.
Uno dei principali cambiamenti della ISO 9001:2015 per la Gestione della Qualità e la ISO 14001:2015 per la Gestione Ambientale è l’approccio sistematico alla gestione del rischio.
Per consulenze sul mantenimento, adeguamento o realizzazione di un sistema di gestione qualità a norma uni en iso 9001:2015 chiamare il numero verde 800300333 o visitare siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI Srl di Mestre e Spinea Venezia modisq@tin.it
 
2
Dic

Fasi di realizzazione di un progetto Qualità a Norma UNI EN ISO 9001:2015

   
MODI con i suoi esperti in consulenza accompagna l’Azienda Cliente durante tutto il percorso che inizia dalla prima analisi per la valutazione dell’impegno necessario alla realizzazione del Sistema Qualità, sino all’ottenimento della certificazione ISO 9001:2015, occupandosi della definizione e stesura di tutto l’impianto documentale necessario ed assistendo il personale dell’Azienda nell’efficace applicazione dei procedimenti individuati.
FASI DI REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO QUALITA' A NORMA UNI EN ISO  9001:2015
 
Fasi di realizzazione di un progetto qualità a norma UN EN ISO 9001:2015...continua a leggere su http://www.modiq.it/servizi/sistemi-di-gestione-qualita-iso-9001/
Analisi preliminare: viene svolta presso l’Azienda raccogliendo tutte le informazioni che permettono di tracciare un quadro della situazione esistente, stabilire gli obiettivi nelle diverse aree ed individuare il percorso necessario per la definizione delle procedure operative. Vengono coinvolte le risorse che, all’interno dell’Organizzazione, sono in grado di fornire informazioni sui processi aziendali e sulle regole che li governano. Introduzione di un concetto di qualità responsabile, semplificazione burocratica e analisi dei rischi da parte delle organizzazioni
Attuazione del SGQ: durante questa fase prende corpo l’impianto documentale del Sistema di Gestione per la Qualità e, contestualmente, ne viene predisposta l’applicazione operativa. Vengono coinvolte le risorse, nei vari settori dell’Organizzazione, sia attraverso interventi formativi sull’efficace applicazione dei requisiti del Sistema di Gestione per la Qualità, sia per l’individuazione delle migliori regole operative da attuare. Vengono affrontati tutti gli aspetti dell’attività aziendale.
Audit interni: le procedure operative, messe in atto durante la fase di attuazione del sistema, vengono verificate attraverso specifici audit interni, eseguiti con la medesima tecnica utilizzata dagli organismi di certificazione. Tali audit permettono di valutare la completezza e l’efficacia del Sistema di Gestione per la Qualità. Nel corso dell’attività di auditing, come richiesto dalla norma di riferimento, viene formato e qualificato il personale che, nell’Organizzazione, sarà preposto all’esecuzione delle Verifiche Ispettive Interne. Preparazione finale e certificazione la preparazione finale: consiste nel completamento della documentazione operativa, predisponendo il “Riesame della Direzione” come previsto dalla norma. Il progetto si conclude con l’affiancamento e l’assistenza al personale dell’Azienda durante gli audit per la certificazione ISO 9001:2015 da parte dell’Organismo incaricato.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
19
Ott

FORMAZIONE E CONSULENZA ADEGUAMENTO DEI SISTEMI GESTIONE QUALITA’ E TRANSIZIONE ALLA NORMA UNI EN ISO 9001:2015

Dal 23/09/2016 è disponibile la norma UNI EN ISO 9001:2015 in italiano. L’attuale edizione UNI EN ISO 9001:2008, continuerà a valere per tutto il periodo di transizione di 3 anni. Vengono introdotte innovazioni interessanti, anche alla luce dei mutamenti economici verificatesi a livello mondiale negli ultimi anni. Una delle novità più significative della nuova norma è il cosiddetto approccio basato sul Rischio, che impone la formale analisi dei rischi per ogni processo organizzativo. Uno degli obiettivi principali è quello di allineare al massimo la nuova versione con le norme che regolano altri sistemi di gestione, nell’ottica di favorire sempre più i sistemi integrati. Per definire i nuovi parametri della ISO 9001:2015 sono stati presi in considerazione vari elementi tra cui: la diversità tra le organizzazioni certificate ISO 9001, lo sviluppo delle conoscenze e delle tecnologie e i cambiamenti nell’industria e nelle Organizzazioni. Per approfondimenti cliccare qui. MODI® si propone alle aziende già certificate ISO 9001 per l’adeguamento del loro sistema all’edizione del 2015 e alle aziende non ancora certificate per l’implementazione di un nuovo Sistema di Gestione Qualità. Organizziamo corsi on line, o presso la sede del cliente sulla TRANSIZIONE ALLA ISO 9001:2015.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.