1 preposti Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘preposti’ Category

14
Dic

Quali sono gli obblighi del datore di lavoro in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro? Questi obblighi sono delegabili?

Il Datore di Lavoro deve obbligatoriamente valutare i fattori di rischio per quanto riguarda le attrezzature e i luoghi di lavoro e designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi (RSPP).
Insieme a quest’ultimo deve occuparsi della redazione del Documento di Valutazione dei Rischi. E’ suo compito attuare le misure di prevenzione, di tutela della salute e programmare eventuali miglioramenti dei luoghi di lavoro.
E’ tenuto a designare e formare gli addetti al Servizio di Protezione e Prevenzione e garantire un’adeguata formazione ai lavoratori in materia di antincendio, primo soccorso e gestione dell’emergenza in base al rischio e alle dimensioni aziendali e a nominare il Medico Competente ove previsto dalla normativa.
Questi obblighi non sono delegabili (art. 17 D. Lgs 81/08) in quanto il Datore di Lavoro può delegare solo i poteri di organizzazione, gestione e controllo ad una persona purché il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate.

Deve essere formalizzato con un atto scritto che verrà sottoscritto per accettazione dal delegato.

Il delegato dovrà avere l’autonomia di spesa per lo svolgimento delle funzioni delegate. 

La delega di funzioni non esclude l’obbligo di vigilanza in capo al datore di lavoro in ordine al corretto espletamento da parte del delegato delle funzioni trasferite.

Il datore di lavoro dovrà comunque controllare il corretto adempimento delle funzioni da parte del delegato (art. 16 D. Lgs 81/08).

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

14
Dic

Quali sono gli obblighi del datore di lavoro in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro? Questi obblighi sono delegabili?

Il Datore di Lavoro deve obbligatoriamente valutare i fattori di rischio per quanto riguarda le attrezzature e i luoghi di lavoro e designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi (RSPP).
Insieme a quest’ultimo deve occuparsi della redazione del Documento di Valutazione dei Rischi. E’ suo compito attuare le misure di prevenzione, di tutela della salute e programmare eventuali miglioramenti dei luoghi di lavoro.
E’ tenuto a designare e formare gli addetti al Servizio di Protezione e Prevenzione e garantire un’adeguata formazione ai lavoratori in materia di antincendio, primo soccorso e gestione dell’emergenza in base al rischio e alle dimensioni aziendali e a nominare il Medico Competente ove previsto dalla normativa.
Questi obblighi non sono delegabili (art. 17 D. Lgs 81/08) in quanto il Datore di Lavoro può delegare solo i poteri di organizzazione, gestione e controllo ad una persona purché il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate.

Deve essere formalizzato con un atto scritto che verrà sottoscritto per accettazione dal delegato.

Il delegato dovrà avere l’autonomia di spesa per lo svolgimento delle funzioni delegate. 

La delega di funzioni non esclude l’obbligo di vigilanza in capo al datore di lavoro in ordine al corretto espletamento da parte del delegato delle funzioni trasferite.

Il datore di lavoro dovrà comunque controllare il corretto adempimento delle funzioni da parte del delegato (art. 16 D. Lgs 81/08).

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

1
Dic

A dicembre 2019 in aule situate a Mestre, Spinea e Marghera corsi per ricoprire il ruolo di addetto antincendio a rischio medio e basso.

Il ruolo di responsabile “addetto antincendio” è fondamentale per supervisionare le procedure per la prevenzione, lotta e gestione delle emergenze incendi e diventa ancora più importante quando l’ ambiente di lavoro è articolato e complesso.
Ogni corso di incaricato alla lotto antincendio, prevede esercitazioni teoriche e pratiche con confronti  in aula riguardo le tematiche dell’antincendio, il tutto In accordo al monte ore previsto dal quadro normativo  dall’art. 46 del D.lgs 81/2008 e s.m.i. seguendo quanto indicato nell’art. 7 del D.M. del 10 Marzo 1998.
I corsi di aggiornamento e formazione per addetti alle emergenze prevedono una formazione teorico e pratico per addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze in attività a rischio basso e medio come previsto dall’art. 46 del D.lgs 81/2008 e s.m.i. seguendo quanto indicato nell’art. 7 del D.M. del 10 Marzo 1998.
Ognuno dei corsi antincendio proposti da MODI SRL è validato e certificato in accordo ai contenuti minimi previsti dal quadro normativo  dall’art. 46 del D.lgs 81/2008 e s.m.i. seguendo quanto indicato nell’art. 7 del D.M. del 10 Marzo 1998.
I docenti durante l’erogazione del corso per incaricati antincendio favoriranno simulazioni, mostreranno situazioni di rischio già precedentemente accadute e/o prevedibili, identificheranno responsabilità, ruoli e competenze.
 
  • Formazione per  addetti antincendio a rischio basso della durata di 4 ore: 11 dicembre 2019 orario 14.00/18.00;
  • Formazione per  addetti antincendio a rischio medio della durata di 8 ore:  11 dicembre 2019 orario 14.00/18.00 e 17 dicembre 2019 orario 08.30/13.30 la quota di partecipazione è pari a € 150,00 + IVA;
  • Corso per addetti antincendio a rischio basso che devono effettuare aggiornamento periodico:11 dicembre 2019 orario 14.00/16.00 è di € 80,00 + IVA - durata 2 ore;
  • Corso per addetti antincendio a rischio medio che devono effettuare aggiornamento periodico:17 dicembre 2019 orario 08.30/13.30 il prezzo è pari a € 150,00 + IVA - durata 5 ore .
I corsi antincendio, promossi da MODI con periodicità mensile presso le nostre aule, possono anche essere organizzati presso la sede del cliente dal lunedì al sabato, se è previsto un numero di partecipanti congruo. Per visionare le opinioni, i commenti e le recensioni lasciate in rete dai nostri allievi cliccare qui. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
21
Nov

Cos’è la sorveglianza sanitaria, cosa comprende e in che casi risulta obbligatoria?

La sorveglianza sanitaria è l'insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa.  Consiste nell’effettuazione di visite mediche (art. 41, comma 2 D.Lgs. 81/2008):
•    preventive all’inizio di una attività lavorativa, che esponga ad un rischio per il quale è prevista la sorveglianza sanitaria; •    preventive in fase preassuntiva per volontà del Datore di Lavoro; •    prima della ripresa dal lavoro, dopo un’assenza per motivi di salute superiore ai 60 giorni continuativi; •    periodiche con la cadenza definita dalla normativa o stabilita a discrezione tecnico-professionale del medico competente; •    alla cessazione del rapporto di lavoro, per i casi stabiliti dalla normativa. La sorveglianza sanitaria rappresenta una misura di prevenzione fondamentale adottabile dai datori di lavoro per tutelare la salute dei dipendenti circa eventuali patologie che si potrebbero manifestare a fronte di esposizione continuativa a rischi per la salute di una certa entità. Il datore di lavoro ha, infatti, l’obbligo di rispettare eventuali limitazioni o prescrizioni, eventualmente previste dal medico competente, proprio al fine di evitare l’insorgere di malattie professionali. La sorveglianza sanitaria è obbligatoria, oltre ai casi singoli in cui il Lavoratore la richieda e il Medico Competente la ritenga pertinente, in presenza di esposizione ai seguenti rischi: •    movimentazione manuale dei carichi, sulla base della valutazione del rischio; •    agenti fisici:
a)    rumore, vibrazioni; b)    radiazioni ottiche artificiali; c)    campi elettromagnetici; •    agenti chimici pericolosi classificati come: molto tossici, tossici, nocivi, sensibilizzanti, corrosivi, irritanti, tossici per il ciclo riproduttivo, cancerogeni e mutageni di III categoria, amianto, e comunque quando il rischio è rilevante per la salute e alto per la sicurezza; •    uso di attrezzature munite di videoterminale oltre le 20 ore settimanali; •    agenti biologici. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
8
Nov

Cos’è il Testo Unico sulla Sicurezza dei Lavoratori e qual è il suo campo di applicazione?

Il Testo Unico per la Sicurezza dei Lavoratori è un complesso di norme della Repubblica Italiana, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, emanate con il D.Lgs. 81/2008, integrato con il decreto correttivo n. 106/2009. In Italia è la norma di riferimento per quanto concerne la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.
Il D.Lgs. 81/2008 ha riformato, riunito ed armonizzato, abrogandole, le disposizioni dettate da numerose precedenti normative in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro succedutesi nell'arco di quasi sessant’anni, al fine di adeguare il corpus normativo all’evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro. Il D.Lgs. 81/2008 fornisce, quindi, disposizioni generali per quanto concerne la sicurezza e l’igiene sul lavoro, i requisiti dei luoghi di lavoro, la prevenzione incendi, l’evacuazione dei lavoratori e il primo soccorso.
L’ultima revisione del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro è di Maggio 2017. Nella pagina del sito dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, è disponibile il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, edizione maggio 2017, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, integrato con circolari, accordi Stato Regioni, interpelli e altre fonti normative e amministrative e norme.
Il D.Lgs. 81/2008 si applica a tutti i settori di attività, privati e pubblici ed a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati. Sono tutelati dal suddetto decreto, oltre i lavoratori con contratto di lavoro subordinato, anche i soci lavoratori, i tirocinanti, gli allievi degli istituti di istruzione ed universitari che utilizzano agenti chimici, biologici, videoterminali o che possono essere esposti ad agenti fisici, i volontari dei VV.FF. e della protezione civile e gli addetti a lavori socialmente utili. Riferimento Articolo 3 - Campo di applicazione modificato dall'articolo 3 del decreto legislativo 106/09 e dall'articolo 20, comma 1, lettera a, del decreto legislativo 151/15 - ndr Decreto legislativo n° 81, 9 aprile 2008).
Sono esclusi dalla disciplina del Testo Unico della Sicurezza gli addetti ai servizi domestici e familiari. Tuttavia, visto l’importanza dell’osservanza da parte dei Datori di Lavoro di questa Legge, suggeriamo di prestare la massima attenzione e farsi “consigliare” per una corretta valutazione da un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
1
Nov

A novembre 2019 a Mestre corsi per addetti antincendio di nuova nomina a rischio basse e medio e corsi di aggiornamento per mantenimento qualifica durata 2 e 5 ore

Il datore di lavoro ed il dirigente devono, a seguito della valutazione del rischio di incendio, eseguita secondo i criteri di cui al D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e al D.M. 10.03.98 e relativi allegati fare:
•    b) designare preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza;
•    l) adempiere agli obblighi di informazione, formazione e addestramento di cui agli articoli 36 (informazione ai lavoratori) e 37 (formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti) I corsi organizzati da MODI SRL  a Mestre, Spinea, Marghera, Venezia, Treviso, Padova, consentono agli addetti alla squadra antincendio di attività a rischio di incendio di mantenere la qualifica acquisita o di ottenere l’attestato che dichiara l’avvenuta formazione e il conseguimento del titolo.
Di seguito date e prezzi. Incluso coffee break nella quota. Disponibilità di posti auto nei limitrofi della sede. Autobus e tram nelle vicinanza di Via Volturno 4/e Mestre. Telefono 041 616289. Previsti sconti per partecipazioni multiple alla stessa edizione del corso:
  •  Corso per addetti antincendio a rischio basso che devono effettuare aggiornamento periodico: 18 novembre 2019 orario 14.00/16.00. Prezzo € 50,00 + IVA;
  • Corso per addetti antincendio a rischio medio che devono effettuare aggiornamento periodico: 18 novembre 2019 orario 08.30/13.30. Prezzo € 100,00 + IVA;
  • Formazione per  addetti antincendio a rischio basso della durata di 4 ore: 18 novembre 2019 orario 14.00/18.00. Prezzo € 80,00 + IVA;
  • Formazione per  addetti antincendio a rischio medio della durata di 8 ore: 18 novembre 2019 orario 14.00/18.00 e 20 novembre 2019 orario 08.30/13.30. Prezzo € 150,00 + IVA.
I corsi antincendio, organizzati con periodicità mensile presso le nostre aule, possono anche essere organizzati presso la sede del cliente dal lunedì al venerdì, se è previsto un numero di partecipanti congruo.
Per visionare le opinioni, i commenti e le recensioni lasciate in rete dai nostri allievi cliccare qui.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
2
Apr

Quali sono i compiti dell’RSPP (Responsabile Servizio Prevenzione Protezione) e dell’ASPP (L’Addetto del Servizio Prevenzione e Protezione)?

Le principali funzioni del Responsabile Servizio Prevenzione Protezione  si possono così sintetizzare:
•    individuazione dei fattori di rischio, valutazione dei rischi e individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, elaborazione delle misure preventive e protettive per la sicurezza e la salute dei Lavoratori;
•    elaborazione delle misure preventive e protettive, di cui all'articolo 28, comma 2, e dei sistemi di controllo di tali misure;
•    elaborazione delle procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
•    elaborazione dei programmi di informazione, formazione dei Lavoratori.
Le attività dell’RSPP dovranno integrarsi con quelle del datore di lavoro e dell’RLS, oltre che del medico competente, qualora previsto, al fine di ridurre o eliminare i rischi di infortuni o di danni per la salute e migliorare le condizioni di lavoro nell’azienda.
Il ruolo può essere affidato ad una persona esterna all’azienda che dovrà rispondere ad alcuni requisiti minimi così come stabilito dall’art. 32 del D. Lgs. 81/08.
Ci sono solo alcuni casi in cui l’RSPP deve essere obbligatoriamente interno all’azienda:
nelle aziende industriali con oltre 200 lavoratori, nelle industrie estrattive e nelle strutture di ricovero e cura pubbliche e private con oltre 50 lavoratori, nelle centrali termoelettriche, nelle aziende per la fabbricazione e il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, infine nelle aziende industriali soggette all’obbligo di notifica o rapporto ai sensi degli articoli 6 e 8 del D. Lgs. 17 agosto 1999 e negli impianti ed installazioni di cui agli articoli 7, 28 e 33 del Decreto Legislativo 17 marzo 1995, n. 230.
L’Addetto del Servizio Prevenzione e Protezione è una figura di supporto all’RSPP. Il D.Lgs 81/2008 prevede che vi siano “un  numero adeguato” di addetti al servizio di prevenzione e protezione, in relazione alle caratteristiche, alla complessità, alle dimensioni e alle attività dell'azienda ed in base alla valutazione del rischio.
Il corso per ASPP e quello per RSPP condividono i primi due moduli (modulo A e B), ma l’ASPP è esonerato dal dover frequentare il modulo C, riguardante gli aspetti relazionali.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
18
Mar

E’ richiesta una specifica abilitazione degli operatori che utilizzano le attrezzature? Quali sono gli obblighi del Datore di Lavoro in merito all’utilizzo delle attrezzature citate nell’Accordo Stato-Regioni? Quali sono le attrezzature per le quali è necessaria una specifica abilitazione degli operatori?

E' richiesta una specifica abilitazione degli operatori che utilizzano le attrezzature? Quali sono gli obblighi del Datore di Lavoro in merito all’utilizzo delle attrezzature citate nell’Accordo Stato-Regioni? Quali sono le attrezzature per le quali è necessaria una specifica abilitazione degli operatori?
L’Accordo Stato-Regioni sull’uso delle attrezzature del 22 febbraio 2012 è entrato in vigore il 12 marzo 2013 cercando di dare delle risposte ai quesiti sopra indicati.  
Il Datore di Lavoro deve provvedere affinché i Lavoratori incaricati dell'uso delle attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilità particolari, di cui all'articolo 71, comma 7 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., ricevano una formazione, informazione ed addestramento adeguati e specifici, tali da consentire l’utilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possano essere causati ad altre persone.
 
Il 12 marzo 2018 è scaduto il primo quinquennio dall’entrata in vigore dell’Accordo Stato Regioni sulla abilitazione per l’uso di attrezzature di lavoro. Il 12/03/2018 è scaduto perciò il termine per l'adempimento dell'obbligo di aggiornamento delle abilitazioni all'uso di attrezzature di lavoro ottenute prima dell’entrata in vigore dell’Accordo Stato Regioni, sancito al comma 5 dell'art. 73 del D. Lgs n. 81/2008, e le cui modalità sono state definite dall'Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012.
Ora, è possibile frequentare i corsi d’aggiornamento sull'uso delle attrezzature di lavoro, anziché corsi completi, solo se i lavoratori sono in possesso di un attestato da cui si evinca che, nella formazione pregressa (effettuata prima dell’entrata in vigore dell’accordo 22/02/2012), siano stati comunque rispettati i punti previsti dall’Accordo stesso ovvero:
  • durata del corso non inferiore al minimo previsto;
  • effettuazione di un modulo giuridico;
  • di un modulo tecnico;
  • di un modulo pratico;
  • Test per verifica finale di apprendimento.
Qualora i lavoratori che usano attrezzature di lavoro siano in possesso di una formazione pregressa NON equiparabile a quella prevista dall’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, dovranno rifare il corso completo.
In particolare, le attrezzature per la conduzione delle quali è necessario possedere una specifica abilitazione, sono:
  • le gru a torre, mobile e per autocarro, gru mobili braccio telescopico o tralicciato ed eventuale falcone fisso, gru mobili braccio con falcone telescopico o brandeggiabile
  • i carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo (a braccio telescopico, industriali semoventi, sollevatori / elevatori semoventi telescopici rotativi);
  • le macchine movimento terra (escavatori idraulici, a fune, pale caricatrici frontali, terne, autoribaltabile a cingoli);
  • le pompe per calcestruzzo;
  • i trattori agricoli o forestali.
 
MODI SRL propone i docenti dei corsi specifici sull'uso delle attrezzature di lavoro in stretta collaborazione con Aifos che emetterà gli attestati. I corsi vengono erogati presso la sede dell'Azienda Cliente che dovrà avere uno spazio adeguato per effettuare le prove pratiche e dotare i partecipanti di DPI. Nel caso in cui i lavoratori della azienda interessata ai corsi in questione siano in possesso di una formazione pregressa equiparabile a quella prevista dall’Accordo, chiediamo di mandare tramite mail i loro attestati (da cui si evinca quanto indicato sopra), per una verifica degli stessi.
 
L’abilitazione deve essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio dell’attestato di abilitazione attraverso la partecipazione ad un corso di aggiornamento della durata minima di 4 ore.
Risulta necessario sapere che la formazione specifica sull’uso delle attrezzature di lavoro è aggiuntiva della formazione obbligatoria prevista dall’art. 37 del D.Lgs. 81/2008 e dall’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 sulla formazione dei Lavoratori, Preposti e Dirigenti.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it  
18
Mar

Rispetto agli adempimenti di Legge in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa succede se non si viene trovati in regola?

Il Datore di Lavoro è la prima figura incaricata a garantire la sicurezza sul lavoro e sulla quale ricade l’obbligo del mantenimento dei livelli della stessa.
Il Datore di Lavoro ha l’obbligo di evitare che probabili e possibili pericoli dovuti all’esercizio della sua attività, possano tradursi in rischi per i Lavoratori che vengono assunti per il compimento di tale attività.
Al Datore di Lavoro sono equiparati i Dirigenti ed i Preposti che organizzano tutte le attività svolte dai Lavoratori, per i quali il Testo Unico in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro stabilisce che essi oltre ad adottare tutte le misure di sicurezza necessarie per la tutela dei dipendenti, devono anche informare gli stessi sui rischi specifici cui sono esposti, devono insegnare le norme fondamentali di prevenzione e devono addestrare i Lavoratori all’utilizzo corretto dei mezzi e degli strumenti di protezione.
Se un ispettore del lavoro durante un’ispezione accerta delle violazioni, darà delle prescrizioni affinché l’irregolarità venga eliminata, indicando tempi e modi di correzione nel verbale di ispezione. Comunicherà comunque la violazione alla Procura della Repubblica. La mancata regolarizzazione o il mancato pagamento danno avvio ad un procedimento penale.
 
Attraverso lo Sportello informativo "Lavorare in Sicurezza" MODI SRL  risponde ai quesiti posti dai Datori di Lavoro delle aziende del nostro territorio. Il numero verde dedicato è 800300333.
MODI SRL a Mestre, Marghera, Spinea, Noale, Padova, Vicenza, Treviso, organizza mensilmente per tutto l'anno 2018, corsi di formazione e aggiornamento e seminari tecnici gratuiti.
La formazione è importante e deve essere vista dal Datore di Lavoro come un investimento e non come un obbligo o peggio ancora una perdita di tempo.
Per questo motivo MODI avvalendosi dei propri consulenti tecnici esperti in prevenzione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è a  disposizione degli imprenditori delle P.M.I. del Veneto e del Nord Est per un sopralluogo gratuito per suggerire le misure atte a garantire il massimo livello di sicurezza per tutti i lavoratori e i clienti e per rispondere agli obblighi di Legge.
MODI organizza nei mesi di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre 2018 corsi con cadenza mensile per lavoratori modulo generale, rischio specifico basso, medio, alto, corsi per dirigenti, preposti, RSPP Datore di Lavoro, addetti all'uso di attrezzature ecc.
Le sedi delle aule corsi situate nelle città di Mestre, Marghera, Spinea, Noale, Venezia, Treviso, Padova, Vicenza sono comode e facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici (treno, tram e autobus) e con parcheggio gratuito per chi viene in auto.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.ite www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
 
18
Mar

L’obbligo di ripetizione delle analisi strumentali per la valutazione del rischio rumore e altri agenti fisici è ogni 4 anni?

L'obbligo di ripetizione delle analisi strumentali per la valutazione del rischio rumore e altri agenti fisici è ogni 4 anni La valutazione dei rischi da agenti fisici (rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici, radiazioni ottiche artificiali, ecc.) va ripetuta almeno ogni 4 anni, o comunque in caso di mutamenti dei macchinari, delle tecnologie utilizzate o di particolari risultati della sorveglianza sanitaria.
Con il servizio "Lavorare in Sicurezza" MODI SRL  si rende disponibile a rispondere ai Datori di Lavoro delle aziende del nostro territorio al numero verde 800300333. MODI SRL a Mestre, Marghera, Spinea, Noale, Padova, Vicenza, Treviso, organizza mensilmente per tutto l'anno 2018, corsi e seminari.
La formazione è importante e deve essere vista dal Datore di Lavoro come un investimento e non come un obbligo o peggio ancora una perdita di tempo.
Per questo motivo MODI avvalendosi dei propri consulenti tecnici esperti in prevenzione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è a  disposizione degli imprenditori delle P.M.I. del Veneto e del Nord Est per un sopralluogo gratuito per suggerire le misure atte a garantire il massimo livello di sicurezza per tutti i lavoratori e i clienti e per rispondere agli obblighi di Legge.
MODI organizza nei mesi di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre 2018 corsi con cadenza mensile per lavoratori modulo generale, rischio specifico basso, medio, alto, corsi per dirigenti, preposti, RSPP Datore di Lavoro, addetti all'uso di attrezzature ecc.
Le sedi delle aule corsi situate nelle città di Mestre, Marghera, Spinea, Noale, Venezia, Treviso, Padova, Vicenza sono comode e facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici (treno, tram e autobus) e con parcheggio gratuito per chi viene in auto.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.ite www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.