1 Privacy Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Privacy’ Category

14
Ago

Quali sono le attività di rischio in base all’ accordo Stato – Regioni?

Quali sono le attività di rischio in base all' accordo Stato - Regioni?

Ogni lavoratore deve fare il corso di formazione generale della durata di 4 ore. La normativa vigente (D.LGS 81/08 ed accordo Stato - Regioni) individua la necessità di far fare della formazione aggiuntiva specifica per i lavoratori.

Il rischio specifico del livello di rischio aziendale è  determinato in base alla classificazione ATECO di appartenenza ed al relativo macrosettore e viene così suddiviso:

  •     rischio basso durata 4 ore;
  •     rischio medio durata 8 ore;
  •     rischio alto durata 12 ore.
Di seguito alcuni esempi di attività per rischio in base all' accordo Stato - Regioni:

- Basso (uffici e servizi, commercio, artigianato e turismo);
- Medio (agricoltura, pesca, P.A., istruzione, trasporti, magazzinaggio);
- Alto (costruzioni, industria, alimentare, tessile, legno, manifatturiero, energia, rifiuti, raffinerie, chimica, sanità, servizi residenziali).

La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



11
Ago

Adozione di un sistema di gestione della sicurezza sul Lavoro (OHSAS 18001 e Linee guida UNI INAIL)


Adottare un Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (OHSAS 18001 e Linee guida UNI INAIL) consente di ridurre i costi della non sicurezza perché riduce la probabilità di accadimento degli infortuni e i costi che ne conseguono.

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza nei luoghi di Lavoro OHSAS 18001 e UNI INAIL possono facilmente integrarsi con i Sistemi di Gestione Ambientale ISO 14001 e per la Qualità ISO 9001; inoltre si integrano anche con i Modelli Organizzativi 231/01.

Questi Sistemi di Gestione diventano un concreto strumento di tutela del Datore di Lavoro e dell'Azienda dal rischio di commissione di reati anche di natura colposa in materia di salute e sicurezza, così come previsti dal D. Lgs. 81/2008 e dal D. Lgs. 231/2001.

Annualmente con il "Modello OT24"  si richiede all'INAIL la riduzione del tasso di tariffa, ai sensi dell'art. 24 delle modalità di applicazione delle Tariffe.

Questa e riduzione  con il meccanismo bonus malus, può determinare uno sconto complessivo del 35%-40% dei premi assicurativi INAIL, in funzione di diversi parametri.

La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.



17
Mar

Sistema di Sicurezza Informatica? Una corretta gestione dei rischi informatici è il punto di partenza

 
Una corretta gestione dei rischi informatici è quindi il punto di partenza per progettare e mantenere efficace nel tempo il Sistema di Sicurezza Informatica e quindi anche il Sistema di Gestione Privacy.
Il D. Lgs. 196/2003 ha definito i principi e le regole per assicurare il rispetto della Privacy, cioè per trattare e conservare con criteri di riservatezza, integrità e disponibilità, i dati personali ed in particolare i dati “sensibili” contenuti negli archivi e nei sistemi informativi.
Un ruolo importante nel processo che assicura alle Aziende il raggiungimento ed il mantenimento della conformità è svolto dall’Analisi dei rischi, tanto che essa è stata esplicitamente prevista dal Codice Privacy.
L’analisi dei rischi ha l’obiettivo di individuare i principali eventi potenzialmente dannosi per la sicurezza dei dati, valutare le vulnerabilità intrinseche del sistema e di prevenire le possibili conseguenze o di limitarne la gravità in relazione al contesto fisico - ambientale di riferimento.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
 
 
8
Mar

Novità introdotte dal nuovo Regolamento Europeo – Il Data Protection Officer

Notiamo un crescente interesse sulle novità introdotte dal nuovo Regolamento Europeo 679/16 e in particolare sulla figura del  "Data Protection Officer".
Il Privacy Officer è un supervisore indipendente:
         Con competenze informatiche e giuridiche;
         Che conosce il mercato in cui opera l’Ente/Azienda designante;
         Indipendente rispetto all’Ente;
         Designato con mandato, un contratto di lavoro o di servizi, in carica almeno 2/4 anni (ciò anche per garantire la continuità necessaria nell’applicazione della normativa);
         Con compiti di sorveglianza e applicazione della normativa anche rispetto alla privacy by default
         Che dovrà comunicare all’Autorità eventuali violazioni che interessano i dati.
Esso sarà designato obbligatoriamente, da soggetti apicali di tutte le pubbliche amministrazioni e anche in ambito privato.
La Società di Consulenza MODI S.r.l.  con sedi a  Mestre e Spinea (VE), informa le PMI che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento.
Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004. Per informazioni www.modiq.it, servizio clienti 800300333. Contattateci!
7
Mar

ll “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer

 
Il “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer (letteralmente “Responsabile della Protezione dei Dati”) in breve il “Privacy Officer”, è un professionista o dipendente/collaboratore di azienda, che:
         Possiede competenze specifiche sulla protezione dei dati personali e approfondite conoscenze della normativa che la regolamentano
         Fornisce tutta la consulenza necessaria per progettare, verificare e mantenere un Sistema Organizzativo di Gestione dei dati personali comprendente l’adozione di un complesso di idonee misure di sicurezza finalizzate alla tutela e allo salvaguardia del patrimonio basato sui dati e sulle informazioni che assicuri un elevato grado di sicurezza e riservatezza
La Società di Consulenza MODI S.r.l. con sedi a  Mestre e Spinea (VE), comunica alle Aziende che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento.
Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004.
Se cercate un “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer chiamate  www.modiq.it, servizio clienti 800300333.
21
Feb

IL DIRITTO ALLA PRIVACY E LE ESIGENZE DI SICUREZZA INFORMATICA – MODI SRL A VENEZIA ORGANIZZA INCONTRI INFORMATIVI

A tutela del nostro diritto alla privacy oltre al Codice Privacy, esiste anche il “Garante per la protezione dei dati personali” costituito nel 1997, un organo collegiale composto da quattro membri, eletto dal Parlamento con il compito di vigilare sul rispetto delle norme sulla privacy. Il Garante per lo svolgimento delle sue attività istituzionali di tutela e controllo si avvale di un Ufficio con un organico di circa 100 unità. Il Codice, in concreto definisce qual è il “processo corretto di trattamento dei dati personali” indicando come devono essere svolte le sue attività: Modalità di raccolta dei dati, Obblighi di ci raccoglie, detiene o tratta dati personali, Le responsabilità e sanzioni in caso di danni. MODI S.r.l. di Mestre e Spinea (VE) avvisa le aziende che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento. Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004. Per informazioni 800300333 o contattateci!
20
Feb

CONSULENZA PRIVACY – REGOLAMENTO EUROPEO N. 679/2016 IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

In Italia il 31/12/1996 è entrata in vigore la  Legge n. 675 “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali” comunemente definita come “Legge sulla Privacy”. Essa riconosce formalmente il “diritto alla protezione dei dati personali”.
Nel tempo, tale legge ha subito notevoli modifiche e integrazioni che hanno reso necessaria una sua completa revisione. Nel 2003 la Legge n. 675 è stata abrogata e sostituita dal D.Lgs. 196/03 noto come “Codice in materia di protezione dei dati personali”entrato in vigore il primo gennaio 2001 (di seguito brevemente Codice Privacy) Il diritto alla privacy è oggi messo in costante pericolo da fenomeni come la “globalizzazione delle relazioni interpersonali” favorite dalla crescita costante delle possibilità di comunicazione e scambio di informazioni non solo tra individui ma anche tra aziende derivanti dall’uso sempre più diffuso e invasivo delle reti di comunicazione e internet. MODI S.r.l. di Mestre e Spinea (VE) avvisa le aziende che dal 25 Maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che diventerà definitivamente applicabile in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, data entro la quale ogni stato membro dovrà allineare la propria legge sulla privacy al nuovo regolamento. Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004. Per informazioni 800300333 o contattateci!
16
Feb

Il D. Lgs. 196/2003 ha definito i principi e le regole per assicurare il rispetto della Privacy


 Il D. Lgs. 196/2003 ha definito i principi e le regole per assicurare il rispetto della Privacy, cioè per trattare e conservare con criteri di riservatezza, integrità e disponibilità, i dati personali ed in particolare i dati “sensibili” contenuti negli archivi e nei sistemi informativi.

Un ruolo importante nel processo che assicura alle Aziende il raggiungimento ed il mantenimento della conformità è svolto dall’Analisi dei rischi, tanto che essa è stata esplicitamente prevista dal Codice Privacy.

L’analisi dei rischi ha l’obiettivo di individuare i principali eventi potenzialmente dannosi per la sicurezza dei dati, valutare le vulnerabilità intrinseche del sistema e di prevenire le possibili conseguenze o di limitarne la gravità in relazione al contesto fisico - ambientale di riferimento.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it


30
Nov

Nel REGOLAMENTO UE 679/2016 viene indicato il nucleo minimo dei compiti assegnati al DPO Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer)

Nel nuovo Regolamento Generale sulla protezione dei dati personali 679/2016 il Data Protecion Officer - DPO va designato in funzione delle qualità professionali, della conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati e della capacità di assolvere i compiti.
Nel REGOLAMENTO UE 679/2016 viene indicato il nucleo minimo dei compiti assegnati al DPO Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer)
Secondo il nuovo regolamento UE 679/2016 il Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) può essere un dipendente del Titolare o del Responsabile del trattamento oppure un consulente esterno che assolve i suoi compiti in base a un contratto di servizi. Un gruppo imprenditoriale può nominare un unico DPO.
I dati del Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) DPO vanno comunicati al Garante per la protezione dei dati personali e resi pubblici.
 
25
Nov

Regolamento Generale UE sulla protezione dei dati personali n. 679/2016

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
Nel Regolamento Generale UE sulla protezione dei dati personali n. 679/2016, l'informativa all'interessato viene rafforzata.
Rispetto all’art. 13 del Codice Privacy, si prevedono numerose informazioni aggiuntive da fornire agli interessati in forma concisa, trasparente, intelligibile e facilmente accessibile, con un linguaggio semplice e chiaro.
L’Informativa va resa per iscritto o con altri mezzi, anche elettronici. Anche oralmente, purché sia richiesto dall’interessato e sia comprovata con altri mezzi l'identità dell'interessato. Le informazioni possono essere fornite anche in combinazione con iconestandardizzate per dare, in modo facilmente visibile, intelligibile e chiaramente leggibile, un quadro d'insieme del trattamento previsto. Se presentate elettronicamente, le icone devono essere leggibili da qualsiasi dispositivo.
Si attendono quindi le decisioni del Garante Privacy in merito agli interventi di adeguamento alla normativa italiana che, ricordiamo, è il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali D.Lgs. n. 196/2003 in vigore dal 1 gennaio 2004. Per informazioni 800300333