1 PROFESSIONE Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘PROFESSIONE’ Category

11
Dic

‘Geometri manager’, Federarchitetti contro l’accordo INVIMIT-CNGeGL

11/12/2019 – È un’ingiusta discriminazione nei confronti delle altre professioni tecniche l’accordo di INVIMIT con i geometri che prevede la possibilità di affidare solo ed esclusivamente ai geometri l’incarico di valorizzare gli edifici della pubblica amministrazione gestiti dalla INVIMIT. A dichiararlo Federarchitetti che, a tutela degli architetti e ingegneri liberi professionisti, ha inviato una lettera all’INVIMIT (società partecipata al 100% dal MEF) per protestare contro il recente accordo tra quest’ultima e il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) che riserva, anche sotto il profilo energetico, a questa categoria di professionisti tecnici la possibilità di diventare ‘manager’ del patrimonio immobiliare pubblico. Manager immobili pubblici: perché solo i geometri? Dopo l’invio della lettera, è stato organizzato un incontro tra INVIMIT e Federarchitetti.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Dic

Regolamento Appalti, RPT chiede correzioni su appalto integrato e equo compenso

11/12/2019 – Chiarire quali sono le regole stabili e quelle transitorie del Codice Appalti, garantire la centralità del progetto, evitando passi indietro sull’appalto integrato, e favorire l’applicazione del principio dell’equo compenso. Sono le richieste della Rete delle Professioni Tecniche (RPT), intervenuta in audizione presso la Commissione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che sta curando la stesura del regolamento attuativo del Codice Appalti. Regolamento appalti: regole stabili e transitorie La richiesta di distinguere in modo netto le regole stabili da quelle transitorie, mira a evitare incertezze interpretative che provocherebbero il rallentamento delle procedure per la realizzazione dei lavori pubblici. Tutto nasce dalle deroghe temporanee inserite nel Codice Appalti con lo Sblocca Cantieri. Si pensi ad esempio alla reintroduzione temporanea dell’appalto integrato, all’innalzamento del tetto dei.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Dic

Crediti formativi professionali, la Lega chiede di ridurne il numero e attenuare le sanzioni

10/12/2019 - Ridurre il numero dei crediti formativi professionali (CFP), agevolarne il conseguimento da parte dei liberi professionisti e rivedere il meccanismo della sanzione disciplinare per coloro che non li conseguono. Sono le richieste che il deputato leghista Antonino Minardo fa al Governo attraverso una interrogazione a risposta scritta presentata venerdì scorso alla Camera. Minardo ricorda che l’articolo 3, comma 5, del DL 138/2011 ha dettato una serie di princìpi cui gli ordinamenti professionali devono uniformarsi, tra i quali vi è l’obbligo per il professionista di seguire percorsi di formazione permanente. “È certamente vero - spiega - che la formazione obbligatoria continua per i professionisti iscritti agli ordini e collegi, assume un ruolo di garanzia per la collettività in quanto l’aggiornamento delle proprie competenze professionali è imprescindibile ed essenziale, ma appare,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
9
Dic

Resto al Sud, al via le domande di incentivi per professionisti under 46

09/12/2019 – A partire dalle ore 12:00 di oggi, i professionisti under 46 residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017 possono accedere agli incentivi previsti da ‘Resto al Sud’ e presentare i progetti sulla piattaforma online di Invitalia. È stata, infatti, pubblicata la Circolare 22/2019, che modifica la circolare del 2017 in attuazione del DM 134/2019, con le modalità operative per inviare le domande relative alla misura ‘Resto al Sud’ con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro. Resto al Sud per professionisti La nuova circolare, oltre ad indicare la data di apertura dello sportello di Invitalia, conferma l’innalzamento dell’età dei beneficiari da 35 a 45 anni e consente l’invio della domanda di contributo anche per le attività libero-professionale svolte.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Dic

Regime forfettario, cosa può fare chi sa già che nel 2020 non supererà 65 mila euro?

06/12/2019 – Può accedere al regime forfettario nel 2020 chi nel 2019 ha superato i 65.000 euro di fatturato ma nel 2020 presume di non superarli? La risposta dell’Agenzia delle Entrate alla domanda di un contribuente arriva tramite la posta di FiscoOggi. Regime forfettario 2020: necessario possedere i requisiti nel 2019 L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che per accedere al regime forfettario è necessario non superare i 65 mila euro di ricavi nell’anno precedente; di conseguenza chi vuole passare al forfettario nel 2020 deve tener presente i ricavi del 2019. Se nel 2019 è stato superato il limite dei ricavi/compensi, non sarà possibile passare nel 2020 al regime forfettario. ‘Reddito presunto’ nel 2020: ecco chi può accedere al forfettario L’Agenzia precisa che solo chi inizia un’attività può avvalersi di questo regime comunicando, nella dichiarazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
5
Dic

Professionista inattivo da tre anni? Il Fisco chiude d’ufficio la Partita Iva

05/12/2019 – Professionisti e imprenditori che, nelle tre annualità precedenti, non hanno esercitato alcuna attività, si vedranno chiudere d’ufficio la Partita Iva. Lo ha stabilito l’Agenzia delle Entrate per dare attuazione al Decreto Fiscale del 2016, che ha modificato il Dpr 633/1972 introducendo il comma 15-quinquies all’articolo 35. Nei giorni scorsi, l’Agenzia delle Entrate ha inoltre adottato un provvedimento che definisce i criteri, le modalità di applicazione della norma e le forme di comunicazione preventiva al contribuente. Partite Iva inattive, come individuarle Le partite Iva inattive, spiega l’Agenzia delle Entrate, vengono individuate sulla base di riscontri automatizzati con le informazioni disponibili in Anagrafe tributaria, volti a identificare i titolari di partita Iva che nelle tre annualità precedenti non hanno presentato, se dovuta, la dichiarazione Iva o dei redditi di lavoro.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Dic

Sismabonus, nasce il portale nazionale delle classificazioni sismiche

04/12/2019 – Un portale nazionale delle classificazioni sismiche (PNCS) per facilitare l’accesso al sismabonus. La piattaforma è stata presentata lo scorso 8 novembre da Casa Italia alla Rete delle Professioni tecniche (RPT). All’incontro sono intervenuti anche i rappresentanti della Conferenza Unificata, Agenzia delle Entrate, Istat, Ministero delle infrastrutture e Trasporti (Mit), Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Enea, Dipartimento Funzione Pubblica, Team per la trasformazione digitale. Portale nazionale classificazioni sismiche, come funzionerà Il Consiglio nazionale degli Ingegneri (CNI), con una circolare rivolta ai propri iscritti, ha spiegato il funzionamento del nuovo portale. Una volta a regime, fungerà da piattaforma per il conferimento dei dati di classificazione sismica delle costruzioni, utili per l’accesso al sismabonus e per la verifica dell’applicazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
2
Dic

Laurea per geometri, il CNGeGL riaccende i riflettori sulla riforma

02/12/2019 – Concludere entro il prossimo anno la riforma che porterà al corso di laurea triennale abilitante per geometri, caratterizzato da un piano di studi altamente professionalizzante e da un impianto didattico capace di tutelare la specificità dell’indirizzo. Questo l’obiettivo del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) ribadito nel corso del 45esimo Congresso nazionale tenutosi dal 28 al 30 novembre. Laurea professionalizzante per geometri entro l'anno prossimo? Durante il convegno si sono riaccesi i riflettori sull’iter legislativo che porterà all’attivazione del corso di laurea triennale abilitante dedicato alla professione. I geometri puntano a ‘concludere la partita’ entro l’anno prossimo. Ma qual è la differenza fondamentale tra le lauree triennali riservate ai professionisti tecnici e la nuova laurea per geometri? Un aspetto fondamentale per la Categoria.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
2
Dic

Inarcassa: nel 2020 patrimonio a quota 11,7 miliardi di euro

02/12/2019 - Con un flusso di entrate contributive in aumento, al di sopra di 1 miliardo di euro, e un avanzo economico di oltre 428 milioni di euro, nel 2020 il patrimonio di Inarcassa raggiungerà gli 11,7 miliardi di euro. Lo comunica la stessa Inarcassa, la Cassa di Previdenza degli Ingegneri e Architetti liberi professionisti, spiegando che le stime contenute nel Budget 2020, approvato dal Comitato Nazionale dei Delegati nell’adunanza del 28 e 29 novembre, hanno permesso di traguardare un risultato positivo legato al buon andamento della gestione previdenziale, di quella operativa e di quella patrimoniale. “Affidiamo a questo bilancio di previsione il compito di traguardare il quinquennio di questa consiliatura - ha dichiarato il Presidente Giuseppe Santoro -, in coerenza con il Piano strategico 2015-2020. In questi anni impegnativi di mandato, abbiamo operato per il raggiungimento degli obiettivi in cui abbiamo sempre creduto: dal miglioramento.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
28
Nov

‘SPID professionale’ in vigore dal 1° dicembre

28/11/2019 – Dal prossimo 1° dicembre l’identità digitale sarà anche professionale e faciliterà l’accesso ai servizi della pubblica amministrazione da parte dei professionisti. L’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID), infatti, ha pubblicato le Linee guida per il rilascio delle identità digitali per uso professionale, regolamento cui le pubbliche amministrazioni e i privati potranno fare riferimento per verificare l’appartenenza di una persona fisica ad un’organizzazione e/o la sua qualità di professionista. Identità digitale professionale: le linee guida Le indicazioni contenute nel regolamento individuano le modalità che gli Identity Provider devono seguire per il rilascio delle identità per uso professionale, consentendo di veicolare attraverso SPID, oltre ai dati della persona fisica, anche i dati dell’organizzazione di appartenenza per la quale si sta agendo.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231