1 PROFESSIONE Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘PROFESSIONE’ Category

17
Dic

Professionisti: ‘flat tax con meno vincoli e attuazione equo compenso’

17/12/2018 - Si è tenuto venerdì al Ministero dello Sviluppo economico il primo tavolo tecnico - deciso nell’incontro dello scorso 11 dicembre - con i rappresentanti delle piccole e medie imprese per discutere in maniera più approfondita delle misure contenute nella Legge di Bilancio e nel Decreto Legge Semplificazioni.   Nel corso della riunione, presieduta dal Capo della Segreteria Tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico Daniel De Vito, sono stati affrontati una serie di argomenti, tra cui Impresa 4.0 e gli incentivi per le imprese e il mondo del lavoro.   Il tavolo è stata anche l’occasione per un confronto costruttivo sulle proposte emendative da parte delle associazioni sulla Legge di Bilancio, molte delle quali sono già all’attenzione del Ministro Luigi Di Maio.   Flat tax 15%, Confprofessioni: ‘via i vincoli’ In una nota diffusa dopo l’incontro, Confprofessioni ha annunciato che..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Dic

Scuole innovative, 22 milioni di euro per progettare spazi didattici smart

06/12/2018 – In arrivo 22 milioni di euro per la progettazione di ambienti didattici innovativi e tecnologicamente all’avanguardia all’interno delle scuole. A prevederlo un decreto, firmato dal Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, che stanzia complessivamente 35 milioni di euro per il pacchetto ‘Scuola digitale’. Il decreto, inoltre, stanzia oltre 2 milioni di euro per le scuole delle aree a rischio, che saranno individuate in base a criteri oggettivi: alto tasso di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti, status socio-economico della famiglia di origine rilevato dall’INVALSI, tasso di deprivazione territoriale ISTAT. Scuole innovative: 22 milioni per g didattici A seguito della firma del decreto, il Miur ha pubblicato un bando da 22 milioni di euro destinato alle scuole statali di ogni ordine e grado per finanziare la progettazione e creazione di ambienti di apprendimento,.. Continua a leggere su Edilportale.com  

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

6
Dic

Partite Iva, come cambieranno i requisiti per il regime forfetario

06/12/2018 - Per le Partite Iva potrebbero cambiare i requisiti per accedere al regime forfetario. Se da una parte si alza a 65 mila euro la soglia dei ricavi che consente di essere tassati con l’aliquota agevolata al 15%, dall’altra subentrano una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti. È una delle novità introdotte con l’emendamento 4.34 al disegno di legge di Bilancio per il 2019, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. Partite Iva, l’accesso al regime forfetario L’accesso al regime forfetario, come lo conosciamo oggi, è normato dalla Legge di Stabilità per il 2015 (L.190/2014). Il comma 57 regola i soggetti non ammessi alla tassazione agevolata. Tra questi, la lettera d-bis indica i soggetti che nell'anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente eccedenti l'importo di 30mila euro. Il requisito della.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Dic

Scuole innovative, 22 milioni di euro per progettare spazi didattici smart

06/12/2018 – In arrivo 22 milioni di euro per la progettazione di ambienti didattici innovativi e tecnologicamente all’avanguardia all’interno delle scuole.   A prevederlo un decreto, firmato dal Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, che stanzia complessivamente 35 milioni di euro per il pacchetto ‘Scuola digitale’.   Il decreto, inoltre, stanzia oltre 2 milioni di euro per le scuole delle aree a rischio, che saranno individuate in base a criteri oggettivi: alto tasso di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti, status socio-economico della famiglia di origine rilevato dall’INVALSI, tasso di deprivazione territoriale ISTAT.   Scuole innovative: 22 milioni di euro per la progettazione A seguito della firma del decreto, il Miur ha pubblicato un bando da 22 milioni di euro destinato alle scuole statali di ogni ordine e grado per finanziare la progettazione e creazione di ambienti di..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Dic

Partite Iva, come cambieranno i requisiti per il regime forfetario

06/12/2018 - Per le Partite Iva potrebbero cambiare i requisiti per accedere al regime forfetario. Se da una parte si alza da 30mila a 65 mila euro la soglia dei ricavi che consente di essere tassati con l’aliquota agevolata al 15%, dall’altra subentrano una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti. È una delle novità introdotte con l’emendamento 4.34 al disegno di legge di Bilancio per il 2019, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera.   Partite Iva, l’accesso al regime forfetario L’accesso al regime forfetario, come lo conosciamo oggi, è normato dalla Legge di Stabilità per il 2015 (L.190/2014). Il comma 57 regola i soggetti non ammessi alla tassazione agevolata. Tra questi, la lettera d-bis indica i soggetti che, oltre all'attività professionale, nell'anno precedente hanno percepito redditi da lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente eccedenti..
Continua a leggere su Edilportale.com

4
Dic

Perizie immobiliari, ecco le nuove linee guida ABI

04/12/2018 – La valutazione degli immobili dovrà tener conto delle disposizioni in merito all’equo compenso dei periti, dei nuovi principi per hotel, centri commerciali e agroindustrie e dei criteri per calcolare l’impatto sul valore di mercato dell’efficienza energetica degli immobili. Queste le principali novità contenute nelle nuove Linee Guida ABI per le valutazioni degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, aggiornate alla luce dell’ulteriore adeguamento ai più recenti standard europei e internazionali (Direttiva mutui e Circolare 285 della Banca d’Italia con riferimento ai requisiti di professionalità dei periti). La presentazione ufficiale del documento è avvenuta lo scorso 30 novembre, in occasione dell’evento annuale “Credito al credito”, organizzato da ABI. Valutazione immobiliari: le linee guida ABI Le nuove Linee Guida riportano una serie di principi,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Dic

Perizie immobiliari, ecco le nuove linee guida ABI

04/12/2018 – La valutazione degli immobili dovrà tener conto delle disposizioni in merito all’equo compenso dei periti, dei nuovi principi per hotel, centri commerciali e agroindustrie e dei criteri per calcolare l’impatto sul valore di mercato dell’efficienza energetica degli immobili.   Queste le principali novità contenute nelle nuove Linee Guida ABI per le valutazioni degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, aggiornate alla luce dell’ulteriore adeguamento ai più recenti standard europei e internazionali (Direttiva mutui e Circolare 285 della Banca d’Italia con riferimento ai requisiti di professionalità dei periti).   La presentazione ufficiale del documento è avvenuta lo scorso 30 novembre, in occasione dell’evento annuale “Credito al credito”, organizzato da ABI.   Valutazione immobiliari: le linee guida ABI Le nuove Linee Guida riportano una serie di principi,..
Continua a leggere su Edilportale.com

3
Dic

Sicurezza nei cantieri, un ddl chiede di vietare i ribassi delle tariffe professionali

03/12/2018 – Promuovere la sicurezza negli appalti equiparando i corrispettivi dei professionisti della sicurezza ai costi della sicurezza tradizionalmente intesi.   Questo ciò che prevede il disegno di legge 743 sulle ‘Disposizioni in materia di valutazione dei costi della sicurezza sul lavoro’ presentato dai senatori Paola Nugnes e Stefano Patuanelli che è in attesa di essere calendarizzato dalla Commissione Lavoro di Palazzo Madama.   Sicurezza nei cantieri: cosa prevede il ddl La norma mira ad assicurare la qualità delle prestazioni dei professionisti coinvolti, che sono il coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione o il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione.   La norma include le tariffe professionali tra i costi della sicurezza non soggetti al ribasso. La stazione appaltante, quindi, dovrà evidenziare, nei documenti di gara, i costi per i piani di sicurezza e il costo del perso­nale,..
Continua a leggere su Edilportale.com

3
Dic

Sicurezza nei cantieri, un ddl chiede di vietare i ribassi delle tariffe professionali

03/12/2018 – Promuovere la sicurezza negli appalti equiparando i corrispettivi dei professionisti della sicurezza ai costi della sicurezza tradizionalmente intesi. Questo ciò che prevede il disegno di legge 743 sulle ‘Disposizioni in materia di valutazione dei costi della sicurezza sul lavoro’ presentato dai senatori Paola Nugnes e Stefano Patuanelli che è in attesa di essere calendarizzato dalla Commissione Lavoro di Palazzo Madama. Sicurezza nei cantieri: cosa prevede il ddl La norma mira ad assicurare la qualità delle prestazioni dei professionisti coinvolti, che sono il coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione o il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione. La norma include le tariffe professionali tra i costi della sicurezza non soggetti al ribasso. La stazione appaltante, quindi, dovrà evidenziare, nei documenti di gara, i costi per i piani di sicurezza e il costo del perso­nale,.. Continua a leggere su Edilportale.com  

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

29
Nov

Equo compenso, il Governo promette: ‘provvedimenti entro maggio 2019’

29/11/2018 - Saranno messi a punto entro maggio 2019 alcuni provvedimenti normativi finalizzati a migliorare le condizioni di lavoro dei professionisti.   Lo ha assicurato il Sottosegretario del Ministero della Giustizia, Jacopo Morrone, ai rappresentanti degli Ordini e Collegi professionali in un incontro che si è svolto martedì scorso nella sede di via Arenula, durante il quale è stato aperto un tavolo di confronto tra il Ministero e le professioni ordinistiche.   In particolare, il Sottosegretario Morrone ha espresso la volontà di rivedere provvedimenti finalizzati alla effettiva applicazione del principio dell’equo compenso e le norme che regolano le procedure elettorali degli Ordini e Collegi professionali.   La Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e il Comitato Unitario delle Professioni (CUP), in maniera unitaria, hanno illustrato al Sottosegretario alcune problematiche meritevoli di un’azione da parte del Ministero.   Equo..
Continua a leggere su Edilportale.com