1 PROFESSIONE Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘PROFESSIONE’ Category

12
Set

Nuove Partite Iva, più del 48% ha aderito al forfettario

12/09/2019 – Nel secondo trimestre del 2019 sono state aperte 136.323 nuove partite Iva; di queste 66.126 hanno aderito al regime forfetario, pari al 48.5% del totale delle nuove aperture.   Sono questi alcuni risultati presenti nella sintesi pubblicata dal dipartimento Finanze del Ministero dell’economia (Mef).   Partite Iva: boom nel regime forfettario L’aumento di coloro che hanno aderito al regime forfetario è pari al +35.8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.   Secondo il Mef, ciò è dovuto alle modifiche normative introdotte con la Legge di Bilancio 2019, che ha elevato a 65mila euro il limite di ricavi per fruire del regime forfetario.   Nuovo regime forfettario: cosa prevede Ricordiamo che il nuovo regime forfettario prevede un’imposta sostitutiva unica al 15%, ai contribuenti che hanno conseguito nell’anno precedente ricavi, ovvero percepito compensi, fino a un massimo di..
Continua a leggere su Edilportale.com

11
Set

Indici sintetici di affidabilità, le Entrate rispondono ai dubbi

11/09/2019 – Come vengono considerati i contribuenti che presentano un punteggio particolarmente basso? Quando è possibile modificare l’Isa precompilato? Come sono cambiati gli Isa dopo le modifiche del DM 9 agosto 2019?   A queste e ad altre domande ha risposto l’Agenzia delle Entrate nella circolare 20/E che raccoglie i chiarimenti forniti alle associazioni di categoria e agli ordini professionali in occasione degli incontri e convegni sugli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) svoltisi negli scorsi mesi di giugno e luglio.   Isa: controlli e cause di esclusione A chi chiedeva come vengono considerati i contribuenti che presentano un punteggio compreso tra 6 e 7,99 l’Agenzia ha risposto che l’attribuzione di quel punteggio non comporta, di per sé, l’attivazione di un’attività di controllo.   L’Agenzia terrà conto di un livello di affidabilità minore o uguale a 6..
Continua a leggere su Edilportale.com

9
Set

Indici di affidabilità fiscale: online il software per i controlli telematici

09/09/2019 – L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il software per il controllo degli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale (Isa) allegati ai modelli Redditi 2019.   Affidabilità fiscale: cosa fa il nuovo software Il software informa il contribuente della presenza di eventuali anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche de “Il tuo ISA 2019” e da quelle riguardanti i controlli telematici.   In una nota l’Agenzia ha ricordato che per verificare la correttezza delle dichiarazioni contenenti allegati Isa, è necessario installare l’applicazione, altrimenti si va incontro allo scarto e il modello Redditi “con allegati” finisce tra le dichiarazioni non conformi. In ogni caso, il diagnostico della procedura segnala tale situazione al contribuente.   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

5
Set

Equo compenso, il Veneto approva la legge che tutela la professione

05/09/2019 – Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato, lo scorso 3 settembre, una legge sull’equo compenso e sulla tutela delle prestazioni professionali.   La norma, frutto dell’accorpamento di tre progetti di legge vertenti sul medesimo oggetto, intende contrastare lo svilimento della figura del libero professionista, che in questi ultimi anni si è visto concretizzarsi con la corresponsione di compensi non corrispondenti alla qualità e quantità delle prestazioni richieste, se non addirittura simbolici.   Equo compenso Veneto: cosa prevede la norma Per prima cosa il provvedimento disciplina il diritto all’equo compenso e il contrasto all’inserimento di clausole vessatorie nell’esecuzione degli incarichi conferiti dalla Regione, dagli enti strumentali e dalle società controllate, nei confronti dei professionisti.   In particolare, verrà considerato “equo” il compenso che risponde..
Continua a leggere su Edilportale.com

2
Set

Regime forfettario, può accedervi un professionista che rientra dall’estero?

02/09/2019 - Un professionista italiano che lavora all’estero, può tornare in Italia usufruendo del regime forfettario? Con la risposta 335/2019, l’Agenzia delle Entrate ha risposto che bisogna tenere in considerazione una serie di fattori. Regime forfettario e professionista residente all’estero Il Fisco si è pronunciato sul caso di un professionista italiano residente all’estero, che lavorava come consulente per una società estera. Il professionista stava valutando la possibilità di rientrare in Italia, con contestuale riacquisto della residenza e l’apertura di partita IVA per lo svolgimento dell’attività di consulente per aziende italiane e straniere. A questo scopo, aveva chiesto se, date le sue condizioni, potesse accedere al regime forfettario. Regime forfettario se non c’è trasformazione artificiosa del rapporto di lavoro L’Agenzia delle Entrate ha.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Ago

Resto al Sud, pronti gli incentivi per professionisti e under 46

30/08/2019 – È attesa a giorni la pubblicazione del decreto che darà attuazione alla nuova versione dell’incentivo “Resto al Sud”. Il provvedimento, firmato a inizio agosto dal Ministro per il Mezzogiorno, approderà a breve in Gazzetta Ufficiale. Resto al Sud, incentivi per under 46 e liberi professionisti La prima versione della misura “Resto al Sud” è stata introdotta nel 2017 dalla legge “Mezzogiorno” per agevolare i progetti imprenditoriali presentati da giovani dai 18 ai 35 anni. Le modalità operative sono state definite dal  DM 174/2017. Gli incentivi inizialmente erano limitati alle imprese. La Legge di Bilancio 2019 ha poi esteso l’incentivo, finalizzato a sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno, agli under 46 e ai liberi professionisti. Resto al Sud, come.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Ago

Resto al Sud, pronti gli incentivi per under 46 e professionisti

30/08/2019 - È attesa a giorni la pubblicazione del decreto che darà attuazione alla nuova versione dell’incentivo “Resto al Sud”. Il provvedimento, firmato a inizio agosto dal Ministro per il Mezzogiorno, approderà a breve in Gazzetta Ufficiale. Resto al Sud, incentivi per under 46 e liberi professionisti La prima versione della misura “Resto al Sud” è stata introdotta nel 2017 dalla legge “Mezzogiorno” per sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali promosse da giovani dai 18 ai 35 anni nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). Le modalità operative sono state definite dal DM 174/2017. Gli incentivi inizialmente erano limitati alle imprese; la Legge di Bilancio 2019 ha poi esteso l’incentivo agli under 46 e ai liberi professionisti. Resto al Sud,.. Continua a leggere su Edilportale.com
28
Ago

Indici di affidabilità fiscale, con le modifiche di ferragosto bisognerà ricalcolarli

28/08/2019 – Le modifiche agli Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), apportate dal Ministero dello Sviluppo Economico con il DM 9 agosto 2019, non piacciono ai commercialisti. Che hanno chiesto, senza successo, di rinviarne l’applicazione. ISA, le ultime modifiche Il decreto del Mef, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 agosto, ha sostituito l’Allegato 10 del DM 27 febbraio 2019, modificando alcuni dati precompilati forniti dall’Agenzia delle Entrate. Un cambiamento che ha reso necessario l’aggiornamento del software messo a punto a giugno dal Fisco per il calcolo degli ISA e che, come lamentato da molti operatori del settore, richiederà a molti professionisti il ricalcolo degli Indici di affidabilità fiscale Il decreto limita inoltre la possibilità per il contribuente di modificare le variabili fornite dall’Agenzia delle Entrate, come ad esempio l’anno di inizio attività. ISA,.. Continua a leggere su Edilportale.com
26
Ago

Sisma Centro Italia, gli Architetti lanciano l’allarme su ritardi della ricostruzione

26/08/2019 - A tre anni dal sisma che ha colpito il Centro Italia, il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e gli Ordini delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Ascoli Piceno, Perugia, Terni, Aquila, Teramo, Rieti hanno lanciato da Camerino, durante il ciclo di seminari su "Architettura contemporanea e contesto storico", un nuovo allarme sui ritardi, le problematiche e le forti criticità che stanno compromettendo le attività di ricostruzione e di messa in sicurezza di edifici e territori. Cappochin (CNAPPC): ‘grave la mancanza di una strategia’ Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio nazionale degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori (CNAPPC), ha chiesto che “i Presidenti delle Regioni interessate ed i politici locali siano promotori, anche con iniziative radicali, di una significativa svolta nella ricostruzione. È grave la mancanza, ad oggi, di una strategia.. Continua a leggere su Edilportale.com
26
Ago

Partite Iva, chi opta per il forfettario può detrarre i familiari a carico?

27/08/2019 – Le partite Iva che scelgono il regime fiscale forfettario possono usufruire delle detrazioni per familiari a carico? La risposta dell’Agenzia delle Entrate arriva tramite la posta di FiscoOggi. Forfettario e detrazione spese familiari L’Agenzia ha ricordato che le partite Iva che scelgono il regime forfettario non hanno diritto alle detrazioni per carichi di famiglia; infatti, i ricavi e i compensi dei contribuenti che aderiscono al regime forfettario non concorrono alla formazione del reddito complessivo ma sono tassati con un’imposta sostitutiva dell’imposta sui redditi, delle addizionali regionali e comunali e dell’imposta regionale sulle attività produttive. Per questi contribuenti, infatti, il reddito imponibile si calcola applicando all’ammontare dei ricavi o dei compensi percepiti un coefficiente di redditività, diverso a seconda dell’attività svolta. Da tale reddito.. Continua a leggere su Edilportale.com