1 PROFESSIONE Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘PROFESSIONE’ Category

22
Feb

Jobs Act autonomi, debutta lo sportello nei centri per l’impiego

22/02/2019 – Si concretizza la disposizione contenuta nel Jobs Act Autonomi (Legge 81/2017) che mira a incrociare domanda e offerta di lavoro autonomo, fornire informazioni ai liberi professionisti per l'avvio di nuove start up e per l'accesso a commesse e appalti pubblici, individuare opportunità di credito e agevolazioni pubbliche a favore dei lavoratori autonomi.   È stato siglato ieri mattina, infatti, a Roma il protocollo d'intesa tra Anpal servizi e Confprofessioni per promuovere e attivare nei Centri per l'impiego l'istituzione di uno “Sportello dedicato al lavoro autonomo”.   Sportelli per il lavoro autonomo nei centri per l’impiego L'accordo sottoscritto dall'amministratore unico di Anpal Servizi, Maurizio Del Conte, e dal presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, ha una durata triennale.   L’intesa si propone di condividere l'iniziativa con ciascuna Regione per individuare..
Continua a leggere su Edilportale.com

18
Feb

Professionisti del settore edile, anche in Sicilia la legge per la certezza dei pagamenti

18/02/2019 - “Ce l’abbiamo fatta! La norma sulla certezza dei pagamenti dei professionisti del settore edile è diventata Legge. Chiunque voglia ottenere un titolo edilizio (qualunque esso sia) dovrà prima dimostrare di avere pagato l’architetto, l’ingegnere, il geometra o il geologo per la propria prestazione. Una norma che restituisce dignità ai giovani professionisti che non vengono pagati quasi mai al termine della loro attività”. Così Giampiero Trizzino, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio dell’Assemblea Regionale Siciliana, ha annunciato su Facebook l’approvazione dell’emendamento che introduce anche in Sicilia la norma per la tutela delle prestazioni professionali e ha aggiunto: “da oggi le cose cambiano: trasparenza dei contratti, tracciabilità del compenso e tutela del lavoratore sono i principi cardine di una legge che guarda al futuro dei giovani siciliani”. La.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
14
Feb

Permessi solo se si paga il progettista, la proposta dei tecnici in Toscana

14/02/2019 – Vincolare il rilascio dei permessi edilizi e la conclusione dei procedimenti amministrativi al pagamento del progettista. È l’obiettivo della proposta di legge presentata dalla Rete Toscana delle Professioni Tecniche al Governatore, Enrico Rossi. No ai permessi se non si paga il progettista La proposta di legge mira alla tutela delle prestazioni professionali rese sulla base di istanze, comunicazioni e certificazioni, presentate alla pubblica amministrazione per conto dei privati cittadini, delle imprese, da altri soggetti in qualunque forma costituiti o rese su incarico affidato da una pubblica amministrazione. Con questi obiettivi, la proposta prevede che la presentazione delle istanze, comunicazioni e certificazioni, per prestazioni professionali previste dalle norme e dai regolamenti regionali, provinciali e comunali deve essere corredata, oltre che da tutti gli elaborati previsti dalla normativa vigente, dalla lettera di affidamento.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Feb

Ingegneri part-time, possono iscriversi a Inarcassa?

13/02/2019 – Un lavoratore dipendente, iscritto all’Inps, che svolge contemporaneamente part-time la professione di ingegnere, non può iscriversi ad Inarcassa. Nonostante ciò, deve versare il contributo integrativo alla Cassa di previdenza degli Ingegneri e Architetti liberi professionisti. Lo ha spiegato la Cassazione che, con la sentenza 3913/2019, ha ribadito l’orientamento espresso anche in passato. Ingegneri part-time e Inarcassa Secondo la Cassazione, gli ingegneri e gli architetti iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie non possono iscriversi ad Inarcassa. L’esclusione, hanno illustrato i giudici, dipende dall’articolo 3, comma 2, della Legge 179/1958, che ha istituito la Cassa di previdenza degli Ingegneri e Architetti liberi professionisti, nonché dallo Statuto di Inarcassa. Queste norme non sono state abrogate dalla Legge 335/1995, che ha creato la nuova gestione separata per estendere.. Continua a leggere su Edilportale.comMODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231  
13
Feb

Lazio, saranno negate le autorizzazioni a chi non paga il progettista

13/02/2019 – Negare i permessi ai committenti che non pagano i progettisti e garantire l’applicazione dell’equo compenso nelle gare. Sono i contenuti della proposta di legge 69/2018 “Disposizioni in materia di equo compenso e di tutela delle prestazioni professionali”, allo studio del Consiglio regionale del Lazio. No al permesso se non si paga il progettista Analogamente alle norme già approvate in Calabria, Campania, Piemonte e Basilicata, la proposta di legge prevede che l’istanza di autorizzazione sia corredata dalla lettera di affidamento dell’incarico sottoscritta dal committente e che l’Amministrazione, prima di concedere il permesso, acquisisca l’autocertificazione attestante il pagamento delle spettanze da parte del committente. Equo compenso, indirizzi per gli Uffici regionali L’articolo 2 del ddl regionale stabilisce inoltre che la Regione, gli enti strumentali e le società.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Feb

Equo compenso, ecco come il Lazio intende garantirlo

08/02/2019 – Passi avanti per il riconoscimento dell’equo compenso nel Lazio. La Giunta Regionale ha approvato una delibera contenente una serie di indirizzi per gli Uffici regionali e gli Enti dipendenti della Regione che intendono bandire gare per acquisire servizi professionali. Equo compenso, gli indirizzi della Regione Lazio Le Amministrazioni, si legge nella delibera, dovranno determinare i compensi nel rispetto del Decreto Fiscale (Legge 172/2017). Ricordiamo che il decreto fiscale ha previsto che i professionisti ricevano un compenso proporzionato alla quantità e qualità del lavoro svolto e che, successivamente, la legge di Bilancio 2018 ha chiarito che un compenso, per essere considerato equo, deve essere obbligatoriamente determinato sulla base del Decreto Parametri (DM 17 giugno 2016). Nella predisposizione delle gare, continua la delibera, si dovranno evitare le formule che scoraggino i ribassi eccessivi, i criteri di valutazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Feb

Stime immobiliari, pubblicate le Linee guida Uni

08/02/2019 – Fornire informazioni dettagliate sulla metodologia per la rilevazione dei parametri economico-estimativi da applicare alle valutazioni nel settore residenziale, direzionale e commerciale. Questo l’obiettivo della nuova Prassi di Riferimento UNI, frutto della collaborazione con la Rete Professioni Tecniche, “Analisi del mercato immobiliare - Linee guida per l’individuazione del segmento di mercato e per la rilevazione dei dati immobiliari”, disponibile gratuitamente sul sito dell’UNI. Valutazioni immobiliari: cosa prevedono le linee guida La prassi di riferimento fornisce ai valutatori immobiliari e, più in generale, ai soggetti economici interessati, una metodologia finalizzata a rilevare e analizzare il mercato immobiliare al fine di conseguire obiettivi di completezza, accuratezza e veridicità dei dati rilevati, dando le informazioni necessarie per conseguire trasparenza e oggettività nelle.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Feb

Equo compenso, chieste garanzie per i professionisti che lavorano con i privati

04/02/2018 – Garantire ai professionisti che lavorano per un committente privato di incassare i compensi pattuiti. Lo prevede un ordine del giorno approvato dal Senato contestualmente al disegno di legge “Semplificazioni”. Compenso professionisti, approvato l’ordine del giorno L’ordine del giorno approvato impegna il Governo a valutare l'opportunità di garantire ai liberi professionisti di incassare il compenso pattuito per le prestazioni professionali rese alla committenza privata per tutti gli interventi regolamentati dal Testo Unico sull'edilizia (Dpr 380/2001). Come si legge nell’ordine del giorno, l'equo compenso volto a tutelare i professionisti nei rapporti di lavoro con grandi committenti e la pubblica amministrazione è stato introdotto dall'articolo 19-quaterdecies del DL “Fiscale” 148/2017, convertito nella Legge 172/2017. Sulla materia, ricorda l’ordine.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Gen

Il nuovo regime forfettario favorisce davvero i liberi professionisti?

31/01/2019 – Il nuovo regime forfettario con tassa unica al 15% potrebbe favorire maggiormente i lavoratori dipendenti rispetto a coloro i quali esercitano soltanto la libera professione. A lanciare l’allarme INARSIND, il Sindacato degli Ingegneri e degli Architetti Liberi Professionisti, che evidenzia luci e ombre (soprattutto in tema di equità fiscale) del nuovo regime di tassazione per le partite IVA. Nuovo regime forfettario: favorisce dipendenti o professionisti? INARSIND, pur evidenziando i lati positivi del nuovo regime forfettario (come l’innalzamento del tetto dei ricavi a 65.000 euro e lo snellimento di alcuni adempimenti), mette in luce alcune ‘anomalie’ della misura. Una misura poco equa per INARSIND è nascosta nell’eliminazione del tetto dei 30.000 euro lordi per i dipendenti. Il regime forfettario 2019 potrà essere utilizzato da tutti i lavoratori dipendenti, a prescindere dall’importo.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
24
Gen

Roma ha la sua mini-struttura per la progettazione

24/01/2019 - “Il Provveditorato alle Opere pubbliche di Lazio, Abruzzo e Sardegna del Mit diventa stazione appaltante per il Comune di Roma. Sblocco degli appalti e procedure più rapide nella realizzazione delle opere ordinarie e straordinarie indispensabili per la Capitale”. Così, lo scorso 11 gennaio, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti annunciava il protocollo d’intesa siglato con il Comune di Roma. Il MIT spiegava che, con la firma dell’accordo, il Provveditorato OOPP Lazio, Abruzzo e Sardegna “viene delegato nelle funzioni di stazione appaltante e centrale di committenza per Roma Capitale, così da accelerare l’avvio di lavori importantissimi e inderogabili ed evitare le lungaggini amministrative e burocratiche che da troppi anni hanno, di fatto, bloccato la Capitale”. E concludeva sottolineando che “il team messo in campo dal Provveditorato gestirà integralmente.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231