1 RISPARMIO ENERGETICO Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘RISPARMIO ENERGETICO’ Category

23
Mag

Marche: 28 milioni di euro per gli atenei danneggiati dal sisma

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 23/05/2018 - Più sicurezza e più efficienza energetica per quattro atenei marchigiani danneggiati dal sisma, grazie allo stanziamento di 28 milioni di euro. Al via finalmente l’adeguamento delle Università di Camerino, Macerata, Urbino e Ancona, cuore strategico della vita della Regione. Parte del finanziamento complessivo dell’Asse 8 del Por Marche Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) 2014/2020, per un ammontare pari a 248 milioni di euro aggiuntivi stanziati dall’Ue e dallo Stato, andrà a favorire la rinascita delle zone terremotate marchigiane e dare nuovo impulso alla crescita dell’intero territorio. Marche, fondi alle Università di Camerino, Macerata, Urbino, Ancona I fondi del Por Marche Fesr sono stati ripartiti in funzione delle priorità segnalate dagli stessi Atenei: Camerino – Unicam: Edificio di Science chimiche: 10.500.000 euro Macerata –.. Continua a leggere su Edilportale.com
22
Mag

Detrazioni fiscali ecobonus, il Fisco spiega come cederle

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 22/05/2018 - L’Agenzia delle Entrate fa chiarezza sulla cessione del credito corrispondente all’Ecobonus. È stata pubblicata la circolare 11/E, che spiega come usufruire della misura pensata per incentivare maggiormente gli interventi di efficientamento energetico degli edifici. Ecobonus, come funziona la cessione del credito Il meccanismo della cessione del credito corrispondente alla detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici è stato introdotto inizialmente per favorire i condòmini incapienti, che altrimenti non avrebbero potuto partecipare alla riqualificazione delle parti comuni dei condomìni. La possibilità di optare per la cessione del credito oggi non è limitata solo agli interventi sulle parti comuni dei condomìni, ma vale anche per quelli sulle singole unità immobiliari. Per quanto riguarda il condominio, tutti i condòmini possono optare per la.. Continua a leggere su Edilportale.com
17
Mag

Contratto di Governo, le misure per l’edilizia ci sono ma sulle detrazioni è rebus

17/05/2018 - Lega e Movimento Cinque Stelle ha raggiunto l’accordo sul ‘Contratto di Governo’. I due leader, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, hanno trovato la convergenza sulla maggior parte dei contenuti del programma che guiderà l’azione dell’Esecutivo nei prossimi cinque anni. In queste ore si tratta sul nome del Presidente del Consiglio.   Delle oltre 40 pagine che compongono il ‘Contratto di Governo’, analizziamo i temi di interesse per il nostro settore.   Contratto di Governo: ambiente, green economy e rifiuti zero Lega e M5S intendono portare la questione ecologica al centro della politica, concentrare le risorse nella manutenzione del territorio e nella innovazione, sostenere la ‘green-economy’, la ricerca, e la formazione per lo sviluppo del lavoro ecologico, per ‘decarbonizzare’ e ‘defossilizzare’ produzione e finanza promuovendo l’economia circolare.   Il Contratto..
Continua a leggere su Edilportale.com

16
Mag

Efficienza energetica, via libera alla nuova direttiva UE sugli edifici smart

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 16/05/2018 – Si è chiuso il processo di revisione della direttiva UE sull’efficienza energetica negli edifici che porterà ad ottenere un parco immobiliare europeo a emissioni quasi zero entro il 2050. Il Consiglio Europeo, infatti, ha adottato lo scorso 14 maggio la revisione  della direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia, dopo l'approvazione del Parlamento europeo dell'aprile scorso. Efficienza energetica edifici: la revisione della direttiva La direttiva ha l’obiettivo principale di migliorare l'efficienza energetica degli edifici attraverso: - la promozione di ristrutturazioni economicamente efficienti; - l’introduzione di un ‘indicatore d'intelligenza’ per gli edifici che, grazie all’interazione con la rete, potrà adattare il consumo energetico alle esigenze reali degli abitanti; - la semplificazione delle ispezioni degli impianti.. Continua a leggere su Edilportale.com
14
Mag

Ecobonus, sostituire le finestre dà sempre diritto alla detrazione?

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 14/05/2018 – La semplice sostituzione degli infissi in un appartamento accede sempre all’ecobonus? Come hanno ricordato più volte l’Enea e l’Agenzia delle Entrate, la risposta è negativa in quanto un intervento di riqualificazione energetica, per essere agevolato, deve assicurare il conseguimento di un risparmio rispetto alla situazione originaria. Ecobonus: i requisiti per accedere alla detrazione La sostituzione degli infissi o il rifacimento dell’involucro degli edifici non permettono di usufruire dell’agevolazione qualora già conformi agli indici richiesti. In questo caso è necessario che, a seguito dei lavori, gli indici di trasmittanza termica si riducano ulteriormente. L’ecobonus, infatti, è un beneficio teso ad agevolare gli interventi da cui si consegua un risparmio energetico. L’intervento, oltre a configurarsi come sostituzione o modifica di.. Continua a leggere su Edilportale.com
14
Mag

Detrazioni fiscali per l’efficienza energetica anche ai ruderi

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 14/05/2018 – Ecobonus anche per gli interventi di riqualificazione energetica sulle unità collabenti, per l’installazione di impianti di riscaldamento centralizzato e per i lavori di risparmio energetico effettuati in concomitanza agli ampliamenti volumetrici. Sono alcune delle spiegazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate con la circolare 7/E/2018, contenente la guida alla dichiarazione dei redditi. Efficienza energetica nelle unità collabenti L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che l’agevolazione è ammessa se gli interventi sono realizzati su edifici esistenti situati nel territorio dello Stato. La prova dell’esistenza dell’edificio è fornita dall’iscrizione in Catasto o dalla richiesta di accatastamento e dal pagamento dell’Imu, se dovuta. Per usufruire dell’Ecobonus non conta la categoria catastale. La detrazione spetta quindi anche agli immobili rurali e strumentali.. Continua a leggere su Edilportale.com
9
Mag

Conto termico, nessun incentivo agli impianti forniti gratuitamente

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 08/05/2018 – Il Conto Termico non ammette incentivi qualora un impianto sia stato fornito gratuitamente. Lo specifica il GSE nelle nuove FAQ relative al Conto Termico. Conto termico: no ad incentivi per impianti ceduti gratuitamente In particolare il GSE ha chiarito che in nessun caso, grazie ai benefici del Conto Termico, può essere fornito un impianto gratuitamente. A tal proposito il GSE scrive: “il Conto Termico restituisce, al più, il 65% delle spese sostenute. Pertanto, non saranno ammessi agli incentivi gli impianti forniti gratuitamente. Qualsiasi operazione che comporti la fornitura gratuita d’impianti grazie al beneficio del conto termico si deve presumere sottenda indicazioni ingannevoli. Si invita chiunque venisse a conoscenza di azioni di questo tipo a segnalarle prontamente al GSE.” Incentivi conto termico: come effettuare i pagamenti Inoltre, il GSE ribadisce che non sono in alcun modo incentivabili.. Continua a leggere su Edilportale.com
9
Mag

Bonus ristrutturazione, ok agli interventi di risparmio energetico senza opere edilizie

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 09/05/2018 – L’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia possono accedere al bonus ristrutturazioni anche in assenza di opere edilizie purché si acquisisca idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici. A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate nella circolare 7/E/2018 con cui ha fornito una guida alla dichiarazione dei redditi. Bonus ristrutturazioni e impianto fotovoltaico La circolare spiega che tra gli interventi per il conseguimento del risparmio energetico rientra l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull’impiego della fonte solare e, quindi, sull’impiego di fonti rinnovabili di energia. L’agevolazione spetta anche se non si sono realizzati lavori edili; in questo caso è necessario che si acquisisca la scheda tecnica del produttore che attestanti il conseguimento.. Continua a leggere su Edilportale.com
4
Mag

Bonus verde, tetti e facciate abbassano la temperatura interna fino a 3 gradi

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 04/05/2018 - Risparmi fino al 15% in bolletta, abbattimento del 40% del flusso termico nelle abitazioni, riduzione fino a 3 gradi della temperatura interna; il tutto grazie a piante ed essenze vegetali coltivate su tetti, terrazzi e pareti esterne. Sono alcuni dei risultati del progetto pilota che l’ENEA sta portando avanti nel Centro Ricerche Casaccia. Il ‘cappotto verde’ “Abbiamo realizzato una parete vegetale basata su un sistema estensivo di tetto-giardino e su una struttura autoportante posizionata a 50 cm dalla parete dell’edificio della Scuola delle Energie, dove svolgiamo corsi di formazione” - afferma Carlo Alberto Campiotti del Dipartimento Unità per l'efficienza energetica -. “Successivamente abbiamo iniziato lo studio delle interazioni tra le coperture verdi, i flussi energetici, il microclima e il comfort interno, diversificando le specie vegetali”. Il ‘sistema di piante’.. Continua a leggere su Edilportale.com
2
Mag

Codice Appalti, ecco i criteri ambientali minimi per i servizi di illuminazione pubblica

  MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 02/05/2018 – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 28 aprile 2018 contenente i criteri ambientali minimi per l’affidamento dei servizi di illuminazione pubblica. Il testo è parte integrante del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della Pubblica Amministrazione, in base al quale le Amministrazioni devono fare un’attenta analisi delle proprie esigenze e valutare l’effettiva consistenza del proprio fabbisogno. Il testo appena pubblicato contiene una serie di regole per l’espletamento delle gare e si integra con il DM 27 settembre 2017, con cui sono stati definiti i “Criteri Ambientali Minimi per l’acquisizione di sorgenti luminose per illuminazione pubblica, l’acquisizione di apparecchi per illuminazione pubblica, l’affidamento del servizio di progettazione di impianti per illuminazione pubblica”. Le nuove regole entreranno in vigore il 27 agosto 2018,.. Continua a leggere su Edilportale.com