1 RISPARMIO ENERGETICO Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘RISPARMIO ENERGETICO’ Category

23
Ott

Riscaldamento, le regole Enea per unire comfort e risparmio

23/10/2018 – Effettuare la manutenzione degli impianti, controllare la temperatura degli ambienti, fare un check-up alla propria casa e applicare all’impianto valvole termostatiche.   Queste alcune delle 10 regole suggerite dall’Enea per aiutare i consumatori a scaldare al meglio le proprie abitazioni, evitando sprechi e brutte sorprese in bolletta.   Riscaldamento domestico: le regole Enea per l’efficienza dell’impianto L’Enea ha ricordato che, nonostante le temperature superiori alla media di questo mese, dal 15 ottobre è possibile accendere i riscaldamenti in oltre la metà degli 8mila comuni italiani, vale a dire quelli della cosiddetta zona climatica “E” che comprende grandi città come Milano, Torino, Bologna, Venezia, ma anche zone di montagna dove il clima è già rigido.   Per evitare sprechi e per usare in maniera efficiente l’impianto l’ENEA propone 10 regole pratiche.   1)..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Ott

Ecobonus, sostituire soltanto i radiatori dà diritto alla detrazione?

22/10/2018 – È possibile usufruire dell’ecobonus se si sostituiscono solo i radiatori o è necessario cambiare necessariamente anche il generatore di calore? A chiarirlo l’Enea che spiega come intendere la ‘sostituzione parziale dell’impianto’ ai fini della detrazione prevista dall’ecobonus. Ecobonus e sostituzione parziale dell’impianto di riscaldamento Il Legislatore definisce agevolabili con l’ecobonus “gli interventi di sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, con impianti a pompa di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia”. Con questa definizione, però, non è chiaro se, per accedere alla detrazione, basti sostituire una parte qualsiasi dell’impianto (come ad esempio i soli radiatori) o necessariamente almeno la caldaia. L’Enea, ammettendo che.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Ott

Campania, via libera alle norme per la certificazione energetica degli edifici

19/10/2018 - Nella seduta del 17 ottobre, il Consiglio Regionale della Campania ha approvato il testo unificato ‘Norme in materia di impianti termici e di certificazione energetica degli edifici’. La proposta di legge disciplina le attività di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari, gli impianti termici di climatizzazione invernale ed estiva, per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti esistenti e di nuova costruzione e per promuovere la riconversione degli impianti termici con sistemi più efficienti ed alimentati ad energia rinnovabile. Con la legge, si istituisce il ‘Catasto Energetico Regionale’, l’elenco regionale dei soggetti abilitati all’esercizio delle attività d’ispezione e definisce i criteri dei programmi, su base.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Ott

Fotovoltaico al posto dell’amianto, sara grave; incentivata l’energia per l’autoconsumo

19/10/2018 – Passi avanti per il Decreto “Rinnovabili”. Il Ministero dello Sviluppo Economico, dopo il confronto con gli operatori, avvenuto lo scorso 25 settembre, ha trasmesso il testo al Ministero dell’Ambiente, che dovrà ora esaminarlo. Rispetto alla bozza iniziale, il testo ha accolto una serie di richieste avanzate dagli operatori. Decreto FER, sostituzione dell’amianto col fotovoltaico Sarà incentivata tutta l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici realizzati in sostituzione di coperture in amianto o eternit, quindi non solo quella immessa in rete, ma anche l’energia destinata all’autoconsumo. In questo modo sarà possibile coprire gli investimenti realizzati per la sostituzione delle coperture. Gli impianti fotovoltaici realizzati al posto delle coperture in amianto avranno diritto, in aggiunta agli incentivi sull’energia elettrica, a un premio pari a 12 €/MWh,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
12
Ott

Bonus casa 2019: proroga biennale e requisiti più stringenti

12/10/2018 – Proroga delle detrazioni fiscali collegate alle ristrutturazioni e rimodulazione dei requisiti di accesso agli incentivi.   Queste le anticipazioni che il Ministero dello Sviluppo economico (Mise) e l’Enea hanno fatto ai rappresentanti di Confartigianato in un incontro voluto dalle imprese per avere chiarimenti circa il futuro delle detrazioni.   Detrazioni fiscali per l’edilizia: proroga e nuovi requisiti I rappresentanti di Confartigianato (Presidente di Confartigianato Edilizia Arnaldo Redaelli, Presidente di Confartigianato Termoidraulici Dario Dalla Costa, Presidente di Confartigianato Bruciatoristi Giacomo De Nicolo Volpe, Presidente di Confartigianato Legno Arredo Giovanni Battista Sarnico e Samuele Broglio delegato alla normazione) hanno espresso al Mise e all’Enea le proprie preoccupazioni dovute all’incertezza sulla decisione di prorogare i bonus e renderli strutturali.   Secondo quanto riferisce Confartigianato,..
Continua a leggere su Edilportale.com

12
Ott

Ecobonus serramenti, le imprese chiedono di prorogarlo per quelli performanti

12/10/2018 – Prorogare, nella Legge di Bilancio 2019, le detrazioni fiscali per la sostituzione dei serramenti, introducendo criteri che permettano di conseguire risultati più performanti dal punto di vista energetico. Questa la richiesta che le Associazioni del mondo dei serramenti e del legno-arredo (Anfit, CNA, Confartigianato Imprese, LegnoLegno, EdilegnoArredo, PVC Forum Italia e UNICMI) hanno fatto al Governo in una lettera inviata ai Ministeri competenti. Ecobonus serramenti: proroga e introduzione di nuovi criteri Le Associazioni hanno ricordato come i serramenti siano il prodotto che più di ogni altro ha contribuito al raggiungimento di importanti traguardi in termini di risparmio energetico degli edifici. Tuttavia, hanno evidenziato come negli anni passati le detrazioni abbiano premiato sia costruttori di serramenti italiani sia installatori di serramenti talvolta privi di personalità giuridica italiana e non soggetti a.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Ott

Caldaie e stufe, dal 2019 sarà necessaria la certificazione ambientale

10/10/2018 – Da gennaio 2019 tutte le istanze di Conto Termico inerenti caldaie o stufe a biomasse dovranno essere corredate da una certificazione ambientale. A specificarlo il GSE che ricorda quanto previsto dal Nuovo Conto Termico (DM 16 febbraio 2016) e dal DM 186/2017. Certificazione ambientale per rimanere nel ‘Catalogo apparecchi’ Il GSE spiega che saranno ritenuti idonei solo gli interventi che, fra gli altri requisiti richiesti, dimostreranno una congruenza fra la Certificazione e i restanti dati forniti. L’obiettivo è ridurre gli agenti inquinanti grazie alla diffusione di tecnologie sempre più efficienti e pulite. Il prossimo aggiornamento del Catalogo apparecchi, sia per l’inclusione dei componenti precedentemente esclusi che per quelli di nuova presentazione, terrà conto dell’obbligo di certificazione ambientale. Infine, il GSE ha specificato che sarà prevista anche una finestra.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Ott

Conto Termico, dal 2019 per caldaie e stufe occorrerà la certificazione ambientale

11/10/2018 – Da gennaio 2019 tutte le istanze di Conto Termico inerenti caldaie o stufe a biomasse dovranno essere corredate da una certificazione ambientale. A specificarlo il GSE che ricorda quanto previsto dal Nuovo Conto Termico (DM 16 febbraio 2016) e dal DM 186/2017. Certificazione ambientale per rimanere nel ‘Catalogo apparecchi’ Il GSE spiega che saranno ritenuti idonei solo gli interventi che, fra gli altri requisiti richiesti, dimostreranno una congruenza fra la certificazione e i restanti dati forniti. L’obiettivo è ridurre gli agenti inquinanti grazie alla diffusione di tecnologie sempre più efficienti e pulite. Il prossimo aggiornamento del Catalogo apparecchi, sia per l’inclusione dei componenti precedentemente esclusi che per quelli di nuova presentazione, terrà conto dell’obbligo di certificazione ambientale. Infine, il GSE ha specificato che sarà prevista anche una finestra.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Ott

Legambiente: scegliere opere davvero utili e prorogare ecobonus e sismabonus

10/10/2018 - Riqualificazione antisismica e energetica del patrimonio edilizio, infrastrutture urbane, investimenti in edilizia scolastica e nelle periferie, adattamento ai cambiamenti climatici, contrasto dell’abusivismo edilizio. Sono solo alcuni dei temi delle 30 proposte per la legge di bilancio 2019 che Legambiente ha presentato ieri alla Camera dei Deputati, 30 interventi realizzabili da subito e a parità di gettito per lo Stato, in grado di produrre un miliardo di investimenti in innovazione e riqualificazione urbana e territoriale. “Al Governo del Cambiamento - spiega l’associazione - chiediamo di scommettere sull’ambiente perché è da qui che passa lo sviluppo”. Le proposte si articolano su quattro ambiti di intervento: concessioni, cambiamenti climatici, fiscalità, rilancio degli investimenti utili. Ma è su quest’ultimo tema che Legambiente formula il maggior numero di proposte. Legambiente:.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
5
Ott

Efficienza energetica in edilizia, l’Europa spinge i ‘mutui verdi’

05/10/2018 – Finanziare le nuove costruzioni e le ristrutturazioni che prevedono il miglioramento energetico e antisismico attraverso il canale bancario creando un’efficace sinergia tra tutti gli attori coinvolti e inserendo la componente energetica degli edifici nei sistemi standard di valutazione del credito. Questo l’obiettivo del Piano d’azione Energy efficient Mortgages Action Plan (EeMAP) con cui l’Unione Europea vuole creare “mutui verdi” per riqualificare il patrimonio edilizio europeo. Efficienza energetica in edilizia: perché spingere i ‘mutui verdi’ L’edilizia è uno dei campi di intervento più interessanti per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di risparmio europei fissati per il 2020 e il 2030 e per ridurre le emissioni di gas serra; infatti quasi il 40% del consumo energetico finale, e il 36% delle emissioni di gas serra, deriva da case, uffici, negozi e altri edifici. Tuttavia,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231