1 tecnico RSPP Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘tecnico RSPP’ Category

8
Giu

Come soggetti esterni dotati di specifiche conoscenze MODI SRL assume l’incarico di Componente dell’Organismo di Vigilanza ODV

Poiché l'ODV è “un organismo dell’ente”, i suoi componenti non devono essere scelti necessariamente all’interno dell’ente/impresa. La composizione mista caratterizzata dalla presenza di alcuni soggetti interni all’ente/impresa, in grado di apportare una conoscenza diretta della realtà aziendale, e soggetti esterni dotati di specifiche competenze professionali, tecniche, giuridiche etc. rendono l’ODV in grado di esercitare efficacemente i suoi compiti. L’assenza di mansioni operative garantisce l’autonomia dell’ODV in quanto, in caso contrario, la partecipazione alle decisioni dell’ente potrebbe compromettere la necessaria “ serenità di giudizio al momento delle verifiche”. A seguito dell’entrata in vigore della legge 12 novembre 2011, n. 183 (nota come legge di stabilità 2012), è stato stabilito che nelle società di capitali il collegio sindacale, il consiglio di sorveglianza e il comitato per il controllo della gestione possono svolgere le funzioni dell’organismo di vigilanza. Probabilmente lo spirito della norma è di evitare ulteriori costi e l’eccessivo appesantimento dovuto alla duplicazione di organi di controllo. Riassumendo il compito dell’organismo di vigilanza può essere svolto:
  • dall’organo dirigente nel caso di enti di piccole dimensioni;
  • nel caso di società di capitali anche dal collegio sindacale, dal consiglio di sorveglianza e dal comitato per il controllo della gestione;
  • taluno ritiene che tale compito possa essere svolto anche dall’Internal Auditing;
  • da un organismo ad hoc preferibilmente composto da personale qualificato interno all’ente, non operativo e da soggetti esterni quali consulenti, tecnici, etc; quest’ultima scelta è ritenuta da molti come più opportuna.
Maurizio Billi è il Direttore Operativo in MOG231.it by Modi Srl Consulenza Formazione per i modelli di organizzazione e gestione D.lgs 231/2001 e assume anche il ruolo di ODV Organismo di Vigilanza. Per ulteriori informazioni contattateci al numero verde gratuito anche da telefoni cellulari e smartphone 800300333, via e-mail mog231@gmail.com o visitate il sito www.mog231.it. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti  www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
7
Giu

La tua Azienda è certificata UNI EN ISO 14001:2004? La norma UNI EN ISO 14001:2015 la sostituisce. Adeguati con MODI SRL

La norma UNI EN ISO 14001:2015  ritira e sostituisce la UNI EN ISO 14001:2004.
La nuova versione presenta un più rilevante coinvolgimento della leadership, un maggiore allineamento con la direzione strategica, un miglioramento della performance ambientale con particolare accento sulle iniziative proattive, una comunicazione più efficace guidata da una strategia comunicativa e un approccio al ciclo di vita che considera ogni fase di un prodotto o di un servizio, dallo sviluppo a fine vita.
Per acquistare la norma UNI EN ISO 14001:2015 “Sistemi di gestione ambientale - Requisiti e guida per l'uso” ci si deve collegare al  sito dell’UNI e contattando il settore vendite
Maurizio Billi e lo Staff MODI® si propone alle aziende del Veneto e del Nord Est che sono già certificate ISO 14001 con l'edizione precendente per fornire la propria esperienza per le attività di deguamento del loro sistema all’edizione del 2015 e alle aziende non ancora certificate per l’implementazione di un nuovo Sistema di Gestione Ambientale a norma UNI EN ISO 14001:2015.
Per informazioni 800300333 o contattateci www.modiq.it
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
6
Giu

Consulenza aziendale? Modi Srl di Venezia si è fatta in quattro per seguire a 360° la propria Clientela

MODI SRL di Spinea e Mestre Venezia, con l'obiettivo di soddisfare al massimo la propria clientela ha suddiviso in più brand i propri servizi. Gruppi di professionisti coordinati dalla segreteria organizzativa seguono i fabbisogni dei Clienti. La realizzazione, l'adeguamento e il mantenimento dei Sistemi di gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza sono affidati alla sede di Spinea con MODI SRL. I corsi online sono affidati al team di CORSI ONLINE ITALIA con portale attivo 24 ore su 24 interattivo e di facile utilizzo. I tecnici di Consulenza Sicurezza Veneto seguono il D.lgs. 81/2008 e la formazione in aula e presso la sede delle aziende. I professionisti esperti giuristi d'impresa implementano e aggiornano i modelli organizzativi D.lgs. 231/01 e assumono l'incarico di membro dell'Organismo di Vigilanza. Il brand di riferimento per questa attività è MOG231.it.
Per informazioni è possibile telefonare al  numero verde 800300333 gratis anche da mobile.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
1
Giu

Sono molte le aziende certificate “UNI EN ISO 9001:2008” che devono passare alla norma ISO 9001:2015 che sostituisce la precedente?

Sono molte le aziende certificate UNI EN ISO 9001:2008 che devono acnora adeguarsi alla nuova norma ISO 9001:2015 che sostituisce la precedente. La ISO 9001:2015 utilizza l'approccio per processi, che incorpora il ciclo Plan-Do-Check-Act (PDCA) e il risk-based thinking. L'approccio per processi permette a un'organizzazione di pianificare i propri processi e le loro interazioni. Il ciclo PDCA permette all'organizzazione di assicurare che i propri processi siano adeguatamente dotati di risorse e gestiti, e che le opportunità di miglioramento siano determinate e si agisca di conseguenza. Per l'entrata in vigore, IAF - International Accreditation Forum - ha fissato un periodo transitorio di 3 anni dalla pubblicazione, come deciso dall'Assemblea Generale nel corso dei meetings di Seoul di ottobre 2013 (IAF Resolution 2013 - 15). Quindi le aziende che devono compiere il processo di adeguamento hanno tre anni per portarlo a termine (settembre 2018) Già dalla data di pubblicazione delle nuove norme è possibile, su richiesta, effettuare il relativo audit di adeguamento, anche in occasione delle visite ordinarie di sorveglianza o rinnovo. Gli enti preposti alle attività di certificazione ed adeguamento normativo provvederanno a fornire ai propri clienti informazioni dettagliate sulla durata dell’audit di adeguamento. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
12
Apr

Proteggere la salute dei lavoratori con la formazione – obblighi formativi e aggiornamenti periodici

Le misure di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori hanno il fine di migliorare le condizioni di lavoro, ridurre la possibilità di infortuni ai lavoratori, ai collaboratori esterni (es. subcontraenti) e a quanti si trovano, anche occasionalmente, all'interno dei luoghi di lavoro. Misure di igiene e tutela della salute devono essere adottate al fine di proteggere il lavoratore da possibili danni alla salute quali gli infortuni e le malattie pericolose, nonché la popolazione generale e l'ambiente. Tra i corsi più richiesti ci sono sicuramente quelli per la formazione e l'aggiornamento di addetti al primo soccorso che deve essere fatta almeno ogni tre anni.
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
10
Apr

Per “sicurezza sul lavoro” si intende l’insieme delle misure preventive da adottare per rendere salubri e sicuri i luoghi di lavoro

 
Considerandolo utile e interesseante Vi riportiamo qui di seguito quando indicato su Wikipedia per "sicurezza sul lavoro". Per sicurezza nei luoghi di laoro si intende l'insieme delle misure preventive da adottare per rendere salubri e sicuri i luoghi di lavoro, in modo da evitare o ridurre al minimo possibile l'esposizione dei lavoratori ai rischi connessi all'attività lavorativa, riducendo o eliminando di fatto il rischio infortuni/incidenti e il rischio di contrarre una malattia professionale. Le misure di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori hanno il fine di migliorare le condizioni di lavoro, ridurre la possibilità di infortuni ai lavoratori, ai collaboratori esterni (es. subcontraenti) e a quanti si trovano, anche occasionalmente, all'interno dei luoghi di lavoro. Misure di igiene e tutela della salute devono essere adottate al fine di proteggere il lavoratore da possibili danni alla salute quali gli infortuni e le malattie pericolose, nonché la popolazione generale e l'ambiente. Da un punto di vista giuridico, la locuzione si riferisce all'attività di prescrizione di misure di prevenzione e protezione (tecniche, organizzative e procedurali), che devono essere adottate dal datore di lavoro, dai suoi collaboratori (i dirigenti e i preposti) e dai lavoratori stessi. Al fine di semplificare la complessa normativa in materia, il legislatore italiano ha strutturato in sostanza 3 assi principali su cui si muove la normativa sulla sicurezza nei luoghi e negli ambienti di lavoro: A. Misure generali di tutela B. Valutazione dei rischi C. Sorveglianza sanitaria D. Rspp e Rls
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
6
Apr

Che differenza c’è tra infortunio e malattia professionale? Cosa si può fare per arrestare o limitare i rischi?

La malattia professionale si distingue dall'infortunio, in quanto, a differenza di quest'ultimo, non avviene per causa violenta, ma secondo un'azione graduale nel tempo. Oggi è più opportuno parlare di “malattia correlata al lavoro” e non di “malattia da lavoro” per indicare la multifattorialità delle malattie contratte nel luogo di lavoro. La prevenzione e il costante controllo dei luoghi di lavoro deve  arrestare o limitare i rischi che determinano eventi accidentali e dannosi per il lavoratore.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it