1 Testo Unico Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Testo Unico’ Category

9
Ott

La validità dei corsi on-line (formazione a distanza) sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro

La validità dei corsi on-line (formazione a distanza) sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro è un tema molto dibattuto e spesso affrontato dai consulenti con scarsa competenza e professionalità.
La formazione in modalità e-learning è un modello formativo interattivo attuato attraverso una piattaforma informatica online e si differenzia dalla “formazione a distanza” che avviene passivamente senza l’appoggio di un Tutor e quindi senza interazioni fra allievo e tutor.
I corsi on-line stanno diventando sempre di più uno strumento alternativo ai corsi in presenza ed è quindi necessario che siano proposti in conformità a quanto richiesto dalla normativa.
• La formazione on-line in materia di Salute e Sicurezza è disciplinata dagli Accordi Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e dall’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 L’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 ha ampliato l’elenco dei corsi ammessi in e-learning:
• i corsi di aggiornamento per RSPP/ASPP • la formazione di base per RSPP e ASPP (solo Modulo A); • la formazione generale per i Lavoratori la formazione specifica per i Lavoratori (solo per attività a basso rischio); • la formazione dei Preposti (solo per i punti da 1 a 5); • la formazione dei Dirigenti; • la formazione dei Datori di lavoro (solo modulo 1 e 2); • i corsi di aggiornamento per lavoratori, dirigenti, preposti, coordinatore della sicurezza; • i corsi di formazione e aggiornamento per RLS, solo se previsto dal CCNL. devono essere erogati secondo i requisiti e le specifiche di cui all’allegato II dell’Accordo del 7 luglio 2016.
Per la formazione degli Addetti Antincendio e di Primo Soccorso la modalità e-learning non è ammessa, pertanto è necessario diffidare dalle offerte formative online.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
31
Mag

Il 15, 19 e 22 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre.

Il 15, 19 e 22 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per la formazione obbligatoria dei nuovi dipendenti. La quota di partecipazione prevede il coffee break e, se le lezioni sono sia di mattina che di pomeriggio la colazione di lavoro.
La normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro specifica che i percorsi formativi dei "nuovi lavoratori" devono essere avviati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente all’assunzione.
Il  datore di lavoro deve far partecipare a dei corsi ciascun lavoratore alle sue dipendenze.
La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:
a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.
Per consulenza come RSPP in esterno, DVR, valutazioni specifiche, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
21
Mag

Decreto Legislativo 81/2008: ultimo aggiornamento Maggio 2018.

Decreto Legislativo 81/2008: ultimo aggiornamento Maggio 2018.
A 10 anni dall'entrata in vigore del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 (meglio noto come Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro), il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali rende disponibile la nuova versione del Decreto in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, con tutte le disposizioni integrative e correttive. Di seguito sono elencate le modifiche apportate con l'ultima revisione: • Inserita la circolare INL n. 1 dell’11/01/2018 contenente le indicazioni operative sulla corretta applicazione della disposizione di cui all’articolo 34, comma 1, del decreto legislativo n. 81/2008 relativa allo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di primo soccorso prevenzione incendi e di evacuazione; • Inserita la lettera circolare INL del 12/10/2017 prot. 3 avente ad oggetto le indicazioni operative sulle sanzioni da applicare in caso di omessa sorveglianza sanitaria dei lavoratori; • Inserito il Decreto Direttoriale n. 2 del 16/01/2018 - Elenco dei soggetti abilitati e dei formatori per l’effettuazione dei lavori sotto tensione (LINK ESTERNO all’Allegato); • Sostituito il decreto dirigenziale del 9 settembre 2016 con il Decreto Direttoriale n. 12 del 14 febbraio 2018 - Diciassettesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art. 71 comma 11 (LINK ESTERNO all’Allegato); • Inseriti gli interpelli n. 1 e n. 2 del 13/12/2017, n. 1 del 14/02/2018 e n. 2 del 05/04/2018; • Corretto all’art. 3 comma 12-bis il riferimento alla legge 16 dicembre 1991, n. 398 (associazioni sportive dilettantistiche); • Inserito il riferimento all’interpello 8/2014 del 13/03/2014 al termine dell’art. 3 comma 12-bis.
 
Per consulenze e valutazioni dei rischi da stress lavoro correlato, rumore, campi elettromagnetici, movimentazione manuale dei carichi e iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
31
Mar

Quali sono i casi in cui non occorre produrre il DUVRI?

Quando non occorre il DUVRI

I casi in cui il DUVRI non deve essere prodotto sono definiti dal comma 3 bis dell’art. 26 del dlgs 81/08 e sono i seguenti:
  • servizi di natura intellettuale;
  • la sola fornitura di o attrezzature o materiali;
  • lavori o servizi di durata non è superiore ai cinque uomini-giorno, sempre che i lavoratori nell'esercizio delle loro attività non incontrino rischi derivanti da:
    • rischio di incendio di livello elevato, ai sensi del D.M. 10/03/98;
    • svolgimento di attività in ambienti confinati (Dpr 177/2011);
    • presenza di agenti cancerogeni, mutageni o biologici, di amianto o di atmosfere esplosive o dalla presenza dei rischi particolari (Allegato XI del dlgs 81/2008).
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
31
Mar

Come redigere correttamente il DUVRI ovvero il Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze?

 
Come redigere correttamente il DUVRI ovvero il Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze?
Il Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI) è un documento obbligatorio introdotto dall’art. 26 del testo unico sulla sicurezza (D.Lgs n. 81/2008). Il DUVRI è redatto dal datore di lavoro committente e non dalle imprese o lavoratori autonomi, affidatarie del contratto d’appalto.
Il datore di lavoro committente con questo documento valuta i rischi specifici esistenti nell’ambiente lavorativo e indica le misure adottate per eliminare o ridurre al minimo i rischi da interferenze fra le attività affidate ad appaltatori e lavoratori autonomi (ed eventuali subappaltatori) e le attività svolte nello stesso luogo di lavoro dal committente.
L’individuazione dei rischi derivanti da interferenze dovrà essere adattata alle singole realtà aziendali nelle quali vengono rese operative la valutazione e la gestione delle interferenze.
Le fasi per la redazione del DUVRI sono sostanzialmente quattro:
  • calcolo dei costi della sicurezza;
  • individuazione dei rischi da interferenze fra le attività affidate al appaltatori e lavoratori autonomi;
  • adozione di adeguate misure di prevenzione dagli infortuni e protezione;
  • individuazione dei ruoli e delle responsabilità.
 
Il datore di lavoro committente ha i seguenti compiti:
  • verificare l’idoneità tecnico professionale dell’impresa
  • promuovere la cooperazione ed il coordinamento ai fini della sicurezza
  • fornire ai lavoratori dell’impresa appaltatrice dettagliate informazioni circa i rischi specifici presenti nel luogo in cui sono destinati ad operare e le misure di prevenzione ed emergenza adottate in relazione alla propria attività.
Il DUVRI è un documento dinamico, che deve essere aggiornato in caso si ravvisino nuovi rischi da interferenza. In caso di redazione del documento esso è allegato al contratto di appalto o di opera e deve essere adeguato in funzione dell’evoluzione dei lavori, servizi e forniture.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
30
Mag

Pubblicato sul sito INL il testo Testo Unico per la sicurezza sul lavoro D. Lgs. 81/2008 aggiornato a maggio 2017

Pubblicato sul sito INL il testo Testo Unico per la sicurezza sul lavoro D. Lgs. 81/2008 aggiornato a maggio 2017

Nel sito internet dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro INL, alla pagina "Testo unico salute e sicurezza"  nella sezione "Strumenti e servizi", è  stato pubblicato il testo aggiornato  a maggio 2017 del Decreto  Legislativo 9 aprile 2008 n. 81,  in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, integrato con circolari, accordi Stato Regioni, interpelli e altre fonti normative e amministrative e norme.
La nuova versione del Testo Unico contiene in particolare delle circolari. Per dettagli e scaricare il file dal sito internet INL fonte della notizia.
  •  le circolari n. 21 del 07/07/2016, n. 23 del 22/07/2016, n. 28 del 30/08/2016; n. 11 del 17/05/2017
 l’Accordo Stato Regioni rep 128/CSR del 7 luglio 2016 finalizzato alla individuazione della durata e dei  contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai  sensi dell'articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni contenente altresì  disposizioni modificative agli accordi del 21 dicembre 2011 ex art. 34, commi 2 e 3, del 21 dicembre 2011 ex art. 37, comma 2, del d.lgs. n. 81/2008 e del 22 febbraio 2012 ex art. 73, comma 5, del d.lgs. n. 81/2008 (G.U. Serie Generale n.193 del 19/08/2016);
  •      il Decreto dirigenziale del 1 agosto 2016 riguardante il  quinto elenco dei soggetti abilitati ad effettuare i lavori sotto tensione in sistemi di II e III categoria;
     Modifiche introdotte all’art. 4, comma 1, del decreto 9/07/2012 e agli allegati 3A e 3B ai sensi del decreto 12  luglio 2016, pubblicato sulla GU n.184 del 8/08/2016, in vigore dal 09/08/2016;
     Modifiche introdotte agli articoli 206, 207, 208, 209, 210, 211, 212, 219, commi 1, lettere a) e b), e 2, lettere a)  e b), all’allegato XXXVI, nonché  ’introduzione dell’articolo 210-bis, previste dal decreto legislativo 1 agosto  2016, n. 159 (GU n.192 del 18/08/2016, in vigore dal 02/09/2016);
  •     il Decreto dirigenziale del 9 settembre 2016  riguardante il tredicesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art.  71 comma 11;
  •      il Decreto 25 maggio 2016, n. 183, recante “Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione  e il funzionamento del SINP, nonché le regole per il trattamento dei dati, ai sensi dell’articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”, pubblicato sul S.O. alla G.U. n. 226 del 27 settembre 2016, Serie  Generale;
  •      il Decreto Interdirettoriale n. 35/17, che regolamenta il provvisorio rinnovo, per un periodo non superiore a centoventi giorni, decorrenti dalla data di scadenza delle rispettive iscrizioni, dell'iscrizione negli  elenchi dei soggetti abilitati all'effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, adottati con  decreti direttoriali del 21 maggio 2012 e 30 luglio 2012, in scadenza rispettivamente al 21 maggio 2017 e al 30 luglio 2017;
  •       gli Interpelli dal n.11 al n. 19 del 25/10/2016.
Per consulenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, preventivi per assunzione incarico di RSPP in esterno, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.