1 URBANISTICA Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘URBANISTICA’ Category

12
Dic

Centri storici, aree in crisi o motore della ripresa?

12/12/2017 - Il 52% delle abitazioni nel centro storico di Frosinone è vuoto, a Ragusa è il 42%, mentre a Lecco il 42,2% delle abitazioni è occupato da non residenti. Nella Città Vecchia di Taranto un edificio su tre è inutilizzato, nel centro storico di Caltanissetta un edificio su cinque è inutilizzato, ad Agrigento, Benevento, Vibo Valentia, Trapani sono uno su dieci. In molte città del nord gli edifici inutilizzati hanno valori infinitesimali: 0,1% a Firenze, 0,2% a Siena.   In questo quadro di difficoltà si inserisce il fondamentale ruolo economico che i centri storici, fin dagli anni 2000, stanno svolgendo nel Paese: nello 0,06% del territorio italiano vive il 2,5% della popolazione e si trova l’8,4% degli addetti e, soprattutto, il 14,5% degli addetti ai servizi pubblici, il 14,0% dei servizi di produzione; il 13,4% delle attività ricettive. Per ogni abitante dei centri storici presi in esame ci sono 2,2..
Continua a leggere su Edilportale.com

11
Dic

Urban Forestry, la soluzione per migliorare la qualità della vita in città

11/12/2017 - Mettere la forestazione urbana in cima all’agenda internazionale dei governi e delle istituzioni internazionali e locali e raccogliere adesioni, esperienze e progetti per invertire il cambiamento climatico, favorire la sopravvivenza delle specie viventi e rendere le città più verdi, salubri e piacevoli.   Nel frattempo iniziare con la creazione di nuovi parchi e giardini, la trasformazione dei tetti in prati urbani, dei muri di cinta in facciate verdi e dei cortili in oasi verdi e con il potenziamento dell’agricoltura urbana.   È l’appello per l’Urban Forestry lanciato dai progettisti del primo Bosco Verticale a Milano, guidati da Stefano Boeri, in previsione del primo World Forum on Urban Forests promosso dalla FAO (Food and Agriculture Organization), che si terrà dal 28 novembre al 1 dicembre 2018 a Mantova.   L’appello è rivolto ad architetti, urbanisti, botanici, agronomi, forestali,..
Continua a leggere su Edilportale.com

27
Nov

Bando Periferie 2016, al via la seconda fase operativa

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23127/11/2017 - È partita da Viterbo la seconda fase operativa del Bando Periferie 2016. Con la firma della convenzione tra la Presidenza del Consiglio e il Comune laziale, potrà essere avviata la realizzazione del progetto per i quartieri Poggino e Santa Barbara, finanziato dal Governo con 17,5 milioni di euro. “A Viterbo inauguriamo la fase due del progetto del Governo per le periferie” ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. “L’impegno è ricucire i nostri tessuti urbani, il ‘rammendo’ proposto da Renzo Piano, che non ha solo un significato importante per l’architettura, ma anche per il contesto sociale”. “Il rammendo di un territorio urbano - ha aggiunto il premier - è anche un modo per curare le ferite sociali che la crisi ha creato. L’Italia ha uno straordinario bisogno di coesione sociale, il Paese ha ripreso a crescere ma non ha affatto superato le difficoltà.. Continua a leggere su Edilportale.com
23
Nov

Periferie, da Inu 10 proposte per la rigenerazione urbana

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23123/11/2017 - Dieci proposte per la rigenerazione urbana, elaborate dall’Istituto Nazionale di Urbanistica (Inu), sono state illustrate ieri dalla presidente Inu, Silvia Viviani, nel corso del convegno sugli sviluppi del Bando Periferie organizzato a Milano nell’ambito della manifestazione ‘Urbanpromo Progetti per il Paese’. Le 10 Proposte INU per la rigenerazione urbana Le 10 proposte sono articolate in 4 strumenti, 4 riforme, una sperimentazione e un’azione di sistema. Vedi il testo integrale “È possibile sostenere il cambiamento e orientare la pianificazione verso le pratiche di rigenerazione urbana - ha spiegato la presidente Viviani -, abbandonando strumenti e metodi non più adeguati. È opportuna una governance centrale delle politiche per le città, che connetta le tante strategie nazionali che hanno effetti territoriali e urbani”. Tra i quattro strumenti proposti, l’istituzione di un.. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Nov

Mobilità turistica, ok delle Regioni al Piano straordinario

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23113/11/2017 - La Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera al Piano straordinario della mobilità turistica 2017-2022, messo a punto dai Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) e dei Beni culturali e Turismo (Mibact). Il Piano straordinario della mobilità turistica Il Piano - presentato due mesi fa - disegna un modello di accessibilità basato sulle ‘porte di accesso al Paese’, porti, aeroporti e stazioni ferroviarie, particolarmente rilevanti per il turismo in termini di arrivi internazionali e restituisce, per la prima volta, una mappa unitaria che sovrappone le reti di mobilità e l’offerta di turismo. Al pari dell’infrastruttura fisica, anche l’infrastruttura digitale è considerata in modo sistematico come elemento determinante per garantire la qualità dell'offerta di mobilità turistica. Sono quattro gli obiettivi individuati: -.. Continua a leggere su Edilportale.com
10
Nov

Sardegna, 25 milioni di euro per centri storici dell’interno, periferie e ambiente

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23110/11/2017 - In arrivo dall’Assessorato all’Urbanistica della Regione Sardegna i bandi per la riqualificazione delle periferie, dei centri storici delle zone interne e delle aree a valenza ambientale, per complessivi 25 milioni di euro. La Giunta regionale ha approvato gli indirizzi attuativi, i requisiti e i criteri di programmazione delle risorse destinate ai Programmi integrati per il riordino urbano e di riqualificazione urbanistica. “Tra le finalità della pianificazione paesaggistica regionale - sottolinea l’assessore all’Urbanistica Cristiano Erriu - rientrano il recupero dei contesti degradati da attività umane e il miglioramento della qualità urbanistica e paesaggistica, attraverso misure che assicurino la salvaguardia del territorio e la promozione di forme di sviluppo sostenibile”. “Abbiamo ritenuto di finanziare alcune azioni sperimentali e strategiche distribuite nel territorio isolano,.. Continua a leggere su Edilportale.com
31
Ott

Ricerca Cresme/Cnappc: dei 12 milioni di edifici italiani, il 41% è stato autocostruito

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23131/10/2017 - Degli 11,9 milioni di edifici residenziali in Italia, 5 milioni (il 41%) sono stati realizzati attraverso forme di auto-promozione e di autocostruzione o da figure professionali che nel passato erano quelle del capo-cantiere o del mastro-costruttore - “ed è all’interno di questo mondo che si annida la maggior parte della produzione abusiva”. Altri 4,8 milioni di edifici (il 40%) sono stati progettati dai geometri; 1,3 milioni (l’11%) dagli architetti; 900 mila edifici, infine, dagli ingegneri. È quanto emerge dalla Ricerca “Chi ha progettato l’Italia? Ruolo dell’Architettura nella qualità del paesaggio edilizio italiano” realizzata da Cresme e Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Cnappc) e presentata sabato scorso a Padova nel corso della Conferenza Nazionale degli Ordini degli APPC. Epoche di costruzione del patrimonio edilizio Per quanto.. Continua a leggere su Edilportale.com
20
Ott

Bando periferie degradate, in arrivo ulteriori 90 milioni di euro

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23120/10/2017 – In arrivo 90 milioni di euro per scorrere la graduatoria dei progetti ammessi al Bando Periferie degradate. E’ stata, infatti, registrata alla Corte dei Conti la Delibera Cipe 73/2017 che dispone l'assegnazione delle risorse, a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020, per la copertura dei progetti non provvisti di copertura finanziaria. Periferie degradate: nuove risorse per i progetti in graduatoria Ricordiamo, infatti, che con il DPCM 6 giugno 2017 è stata resa nota la graduatoria di 451 progetti ammessi al Bando (su 870 presentati) ma sono stati finanziati con 78 milioni di euro solo i primi 46 progetti. Con le nuove risorse assegnate dalla delibera Cipe sarà possibile finanziare i progetti inseriti utilmente in graduatoria dal numero 47 in avanti, fino alla copertura di tutti i progetti presentati dai comuni che ricadono nelle regioni del Mezzogiorno. Lo stanziamento.. Continua a leggere su Edilportale.com
17
Ott

Bando Periferie, presto disponibili gli ultimi 800 milioni di euro

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23117/10/2017 – Presto saranno operative tutte le risorse per il finanziamento dei 120 progetti del Bando periferie. Negli scorsi giorni, infatti, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha firmato la delibera Cipe n.72 del 7 agosto 2017 che assegna gli ultimi 800 milioni di euro. Attingendo dal Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, la Delibera Cipe destina 798,17 milioni di euro agli ultimi progetti del Bando Periferie: 603,90 milioni in favore dei comuni del Mezzogiorno e per 194,27 milioni in favore dei comuni del Centro Nord. Il provvedimento è stato registrato alla Corte dei Conti e si avvia alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale; successivamente si potranno firmare i protocolli di intesa mancanti con i Comuni. Bando Periferie 2016 Il Bando Periferie è stato istituito dalla Legge di Stabilità 2016 (commi da 974 a 978) con una dotazione iniziale di 500 milioni di euro. Al Bando sono stati candidati 120.. Continua a leggere su Edilportale.com
21
Set

Mobilità sostenibile, in arrivo 35 milioni di euro

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23121/09/2017 - Arriveranno a breve sul territorio i 35 milioni di euro per la realizzazione dei progetti di mobilità sostenibile. È iniziato ieri presso le Commissioni riunite Ambiente e Trasporti della Camera l’esame dello schema di decreto ministeriale con la graduatoria degli enti locali che riceveranno i fondi per il Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Ne dà notizia Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente. Il decreto costituisce l’esito del Bando da 35 milioni di euro emanato nell’ottobre 2016, in attuazione del Collegato Ambientale approvato a fine 2015. Con il programma sperimentale per la mobilità sostenibile - spiega Realacci - accedono al cofinanziamento statale 37 progetti per circa 33,5 milioni di euro. Le restanti risorse sono invece destinate alle attività di monitoraggio. Il Programma sperimentale nazionale incentiva.. Continua a leggere su Edilportale.com