Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

26 giugno 2017

Cavi elettrici, da luglio 2017 obbligo del marchio CE

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

Cavi 7 classi di reazione al fuoco: Aca; B1ca; B2ca; Cca; Dca; Eca; Fca

Cavi elettrici, da luglio 2017 obbligo del marchio CE

E-learningCon la pubblicazione della norma EN 50575, nell'elenco delle norme armonizzate per il Regolamento CPR 305/2011, Com. 2016/C 209/03, anche i cavi elettrici, soggetti già a marcatura CE per la Direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE, dovranno essere marcati CE anche ai sensi del Regolamento CPR. Il Regolamento Prodotti da Costruzione (CPR) è in vigore per tutti gli Stati dell’UE dal 1° Luglio 2013, nella Comunicazione della Commissione 2016/C 209/03 del 10 Giugno 2016, le tempistiche sono: Data di entrata in vigore della norma in quanto norma armonizzata: 10.6.2016 Data di scadenza del periodo di coesistenza: 1.7.2017 Dopo il 1° Luglio 2017: I cavi non marcati CE potranno comunque essere utilizzati: - in applicazioni differenti da edifici ed opere di ingegneria civile; - al di fuori dell’Unione Europea (export). EN 50575:2014 Cavi di energia, comando e comunicazioni Cavi per applicazioni generali nei lavori di costruzione soggetti a prescrizioni di reazione al fuoco Regolamento Prodotti da Costruzione (CPR) Il Regolamento Prodotti da Costruzione riguarda tutti i prodotti destinati ad essere installati in maniera permanente in edifici e opere di ingegneria: abitazioni edifici industriali e commerciali uffici ospedali scuole metropolitane ecc. La Commissione Europea ha riconosciuto l’importanza del comportamento al fuoco dei cavi elettrici. Ha inserito le seguenti caratteristiche considerate rilevanti ai fini della sicurezza delle costruzioni: reazione al fuoco dei cavi elettrici resistenza al fuoco  dei cavi elettrici rilascio di sostanze nocive Pertanto, tutti i cavi installati permanentemente nelle costruzioni (trasporto di energia o di trasmissione dati), di qualsiasi livello di tensione e con conduttori, metallici o fibra ottica, dovranno essere classificati in base alle classi del relativo ambiente di installazione. Essendo i cavi elettrici e ottici installati in maniera fissa considerati prodotti da costruzione, devono seguire il Regolamento prodotti da costruzione, CPR, (UE 305/2011). Il Regolamento è in vigore per tutti gli Stati dell’Unione Europea dal primo luglio 2013 per tutte le famiglie di prodotti tranne che per i cavi. Dal 10 giugno 2016 (data di pubblicazione della Norma EN 50575) il Regolamento è applicabile anche ai cavi elettrici. Cavi elettrici, il Regolamento prodotti da costruzione Il Regolamento si applica a tutti i cavi elettrici per installazioni permanenti negli edifici e nelle altre opere di ingegneria civile (abitazioni, edifici industriali, commerciali, ospedali, scuole, ecc.). In pratica, concerne tutti i cavi che sono installati in maniera fissa nelle opere di costruzione, in relazione: alla loro reazione al fuoco all’emissione di sostanze pericolose al mantenimento del funzionamento (in futuro) Per i cavi, vista la loro pericolosità in caso di incendio, la Commissione Europea ha previsto 7 classi di prestazione di reazione al fuoco, a cui sono state aggiunte alcune prestazioni addizionali di sicurezza relative a: emissione di fumo gocce incandescenti acidi L’Aice (Associazione italiana industrie cavi e conduttori elettrici) ha pubblicato un’utile opuscolo con tutte le informazioni. È rivolto a tutti coloro che quotidianamente trattano cavi elettrici per energia e trasmissione dati che ricadono nell’ambito del Regolamento; ha lo scopo di supportare progettisti ed utilizzatori nella scelta del cavo adatto per ogni tipo di installazione. Ecco quanto contenuto nella pubblicazione:

  • gli obblighi di legge da rispettare
  • le classi di reazione al fuoco
  • i sistemi di valutazione e verifica della costanza delle prestazioni (AVCP)
  • le prestazioni minime da garantire
  • i tipi di ambienti e le tempistiche di applicazione del Regolamento Prodotti da Costruzione

E-learningla Guida AICE sulla marcatura CE dei cavi

 
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,