Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

28 Gennaio 2019

CNI circolare nuovo DM 98

 

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell'emergenza nei luoghi di lavoro

CNI circolare nuovo DM 98

sicurezzaattività del CCTS: approvazione dello schema di "nuovo DM 10/03/1998" - Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell'emergenza nei luoghi di lavoro ai sensi dell'art. 43, comma 3, del D.lgs. 81/2008.

Cari Presidenti,
nella seduta del Comitato Centrale Tecnico Scientifico (CCTS) del 28 novembre 2018 è stata approvata la bozza del cosiddetto "nuovo DM 10/03/1998" recante: Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione de/l'emergenza nei luoghi di lavoro ai sensi dell'art. 43, comma 3, del O.lgs. 81/2008.
Come noto, il testo del "nuovo DM 10/03/1998" è stato oggetto di radicali richieste di modifica ed integrazione da parte del CNI , con l'ampia condivisione delle categorie professionali riunite in apposita commissione nella Rete delle Professioni Tecniche, a cui hanno partecipato il consigliere nazionale Gaetano Fede e Marco Di Felice componente del CCTS di nomina CNI.
La lettera del CNI del 18/09/2018 chiedeva al Capo del Corpo nazionale dei WF una profonda rivisitazione del testo, nonché un cambio di metodo nei rapporti tra Corpo nazionale dei WF e membri del CCTS, a favore di un coinvolgimento attivo nei gruppi di lavoro fin dal concepimento delle nuove regole tecniche.
Hanno fatto seguito scambi di documenti con richieste di emendamenti ed integrazioni e due incontri tra WF e rappresentanti del CNI e della RPT, per addivenire ad un testo condiviso, poi approvato nella citata seduta del CCTS.
In sintesi, si è apprezzato sia lo snellimento e la semplificazione del decreto (18 pagine in meno rispetto alle 60 pagine della prima bozza), sia il consistente recepimento delle richieste del CNI , infatti sono state accolte n. 17 istanze di emendamento e/o modifica sulle n. 21 proposte presentate.
CNI circolare nuovo DM 98CNI circolare nuovo DM 98 MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,