Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

1 giugno 2015

CoContest: ‘i designers che lavorano con noi non sono disperati ma lungimiranti e curiosi’

01/06/2015 - “Cinico sfruttamento di professionisti disperati”, web usato “per fare della professione di architetto un nuovo ‘mercato degli schiavi’”. Questo ha visto il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori dietro CoContest, la piattaforma online che mette in contatto designers di interni e clienti, tanto da denunciarla all’Antitrust. Ma è davvero così? Lo abbiamo chiesto ad Alessandro Rossi, CFO di CoContest. Edilportale: il Cnappc vi ha sferrato un duro attacco, su due piani, legale ed etico. Relativamente al primo, afferma che CoContest fornisce “solo idee di progetti, senza verificare se esse siano soluzioni architettoniche fattibili e se siano progettate da professionisti competenti e abilitati”. Come verificate la professionalità degli architetti che partecipano ai contest? CoContest: Non lo facciamo. La nostra è un scelta precisa, volta.. Continua a leggere su Edilportale.com   MOG231 Modello Organizzazione e Gestione 231