Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

20 giugno 2016

COMMERCIO STRESS LAVORO-CORRELATO

Regione Lombardia FATTORI DI RISCHIO SLC MISURE DI PREVENZIONE

COMMERCIO STRESS LAVORO-CORRELATO

commercio stressI rischi psicosociali e lo stress lavoro-correlato rappresentano una delle sfide principali con cui è necessario confrontarsi nel campo della salute e della sicurezza sul lavoro in quanto hanno considerevoli ripercussioni sulla salute delle singole persone, ma anche su quella delle imprese e delle economie nazionali. I rischi psicosociali derivano da inadeguate modalità di progettazione, organizzazione e gestione del lavoro e da un contesto lavorativo socialmente mediocre e possono avere conseguenze psicologiche, fisiche e sociali negative, come stress, esaurimento o depressione connessi al lavoro. Alcuni esempi di condizioni di lavoro che comportano rischi psicosociali sono:

- carichi di lavoro eccessivi; - richieste contrastanti e mancanza di chiarezza sui ruoli; - scarso coinvolgimento nei processi decisionali che riguardano i lavoratori e mancanza di influenza sul modo in cui il lavoro viene svolto; - gestione inadeguata dei cambiamenti organizzativi, precarietà del lavoro; - comunicazione inefficace, mancanza di sostegno da parte dei colleghi o dei superiori; - molestie psicologiche e sessuali, violenza da parte di terzi.

Il settore commercio comprende l’insieme delle attività relative all’acquisto e alla vendita di beni (di consumo, mobili, immobili, ecc). Nello specifico, con la sigla GDO (Grande Distribuzione Organizzata) si intende il moderno sistema di vendita effettuato attraverso una rete di supermercati ed ipermercati. La popolazione lavorativa presente in questi settori è composta in prevalenza da donne e giovani lavoratori impiegati molto spesso con contratti occasionali o a tempo determinato. L’apertura dei punti vendita 7 giorni su 7, il prolungamento degli orari di lavoro, l’interazione continua con i clienti e gli elevati ritmi di lavoro rendono i lavoratori del settore commercio/GDO particolarmente esposti al rischio da stress lavoro-correlato e ai rischi psicosociali. Si riporta di seguito una serie di fattori di rischio organizzativo potenzialmente presenti in questo settore indicando, per ognuno di essi, alcune misure correttive di carattere generale utili alla prevenzione e/o riduzione del rischio da stress lavoro-correlato.

CONTENUTO DEL LAVORO

  • FATTORI DI RISCHIO SLC
  • MISURE DI PREVENZIONE e/o GESTIONE DEL RISCHIO
  • Ritmi di lavoro elevati, soprattutto in alcuni giorni della settimana e/o periodi dell’anno, pause di lavoro brevi e/o poco frequenti
  • Elevata flessibilità produttiva
  • Lavoro ripetitivo
  • Possibilità di accadimento di episodi di furto

Il presente prodotto editoriale è stato realizzato nell’ambito del progetto CCM 2013 del Ministero della Salute “Piano di monitoraggio e d’intervento per l’ottimizzazione della valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato”, finanziato dal Ministero della Salute. Prodotto realizzato in collaborazione con INAIL, Dipartimento di Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro e Ambientale

sicurezza_lavoroCOMMERCIO STRESS LAVORO-CORRELATO

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231