Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

17 luglio 2017

Concetti di Pericolo, Danno, Rischio, Prevenzione e Protezione

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

Seminario La sicurezza ed il fattore umano: percezione e propensione

Concetti di Pericolo, Danno, Rischio, Prevenzione e Protezione

pericolo e rischioSeminario " la sicurezza ed il fattore umano: percezione e propensione" gli atti del seminario del 06 luglio 2017. Ordine degli ingegneri della provincia di Roma 6 luglio 2017. Pericolo una proprietà o una quantità di un oggetto. Di un'azione, di uno strumento o di una situazione rischio presenza contemporanea del pericolo e di qualcuno o qualcosa che ne sia esposto Ing. Gianluca Giagni 2017 probabilità che sia raggiunto il livello potenziale di danno. Il rischio è un concetto probabilistico, è la probabilità che accada un certo evento capace di causare un danno alle persone. La nozione di rischio implica l'esistenza di una sorgente di pericolo e delle possibilità che essa si trasformi in un danno.

Pericolo -  Causa o origine di un danno o di una perdita potenziali. ( UNI 11230 – Gestione del rischio ) -  Potenziale sorgente di danno ( UNI EN ISO 12100-1 ) - Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore (sostanza, attrezzo, metodo di lavoro) avente la potenzialità di causare danni . ( Orientamenti CEE riguardo alla valutazione dei rischi di lavoro ) -  Fonte di possibili lesioni o danni alla salute. Il termine pericolo è generalmente usato insieme ad altre parole che definiscono la sua origine o la natura della lesione o del danno alla salute previsti: pericolo di elettrocuzione, di schiacciamento, di intossicazione, ....( Norma Uni EN 292 parte I/1991 - ritirata ) -  Fonte o situazione potenzialmente dannosa in termini di lesioni o malattie, danni alle proprietà, all’ambiente di lavoro, all’ambiente circostante o una combinazione di questi. ( OHSAS 18001, 3.4 )

Il  pericolo  è  una  proprietà  intrinseca (della  situazione,  oggetto,   sostanza, ecc.) non legata a fattori esterni; è una situazione, oggetto, sostanza, etc. che per le sue proprietà o caratteristiche ha la capacità di causare un danno alle persone.

Danno -  Qualunque conseguenza negativa derivante dal verificarsi dell’evento ( UNI 11230 – Gestione del rischio ) -  Lesione fisica o danno alla salute ( UNI EN ISO 12100-1 ) -  Gravità delle conseguenze che si verificano al concretizzarsi del pericolo - La magnitudo delle conseguenze M può essere espressa come una funzione del numero di soggetti coinvolti in quel tipo di pericolo e del livello di danno ad essi provocato

E-learning_9.pngconoscenza del rischio

 
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,