Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

17 settembre 2015

Contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore autotrasporto

Gazzetta Ufficiale n. 211 del 11 settembre 2015, il Decreto 31 luglio 2015 con le modalità di erogazione

Contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore autotrasporto

MITModalita' di erogazione dei contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore autotrasporto. (15A06833) (GU Serie Generale n.211 del 11-9-2015) MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 211 del 11 settembre 2015, il Decreto 31 luglio 2015 con le modalità di erogazione dei contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore autotrasporto.

Ai sensi dell'art. 1, comma  1,  lettera  c),  del  decreto  del Ministro delle infrastrutture e dei  trasporti  di  concerto  con  il Ministro dell'economia e delle finanze 29  aprile  2015,  n.  130  le risorse da destinare all'agevolazione per nuove azioni di  formazione professionale specifica o  generale  nel  settore  dell'autotrasporto ammontano complessivamente ad euro 10 milioni. I soggetti destinatari della  presente  misura  incentivante  e, quindi, delle azioni di formazione professionale, sono le imprese  di autotrasporto di merci per conto di  terzi,  i  cui  titolari,  soci, amministratori,  nonche'  dipendenti  o   addetti,   inquadrati   nelContratto collettivo nazionale  logistica,  trasporto  e  spedizioni, partecipano   ad   iniziative   di   formazione    o    aggiornamento professionale,  generale  o  specifico,  volte  all'acquisizione   di competenze adeguate alla gestione d'impresa ed alle nuove tecnologie. Da  tali  iniziative,  volte  allo  sviluppo  della   competitivita', l'innalzamento del livello di sicurezza stradale e di  sicurezza  sul lavoro, sono esclusi i corsi di  formazione  finalizzati  all'accesso alla professione di autotrasportatore e all'acquisizione o al rinnovo di  titoli  richiesti  obbligatoriamente  per  l'esercizio   di   una determinata attivita' di autotrasporto. Non sono concessi  aiuti,  ai sensi dell'art. 31, comma 2 del predetto Regolamento (CE) n. 651/2014 per la formazione organizzata  dalle  imprese  per  conformarsi  alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione. Le iniziative di cui al comma 1 sono realizzate attraverso piani formativi   aziendali,   oppure   interaziendali,   territoriali    o strutturati per filiere; in tal caso, al momento della  presentazione della domanda, e' necessario specificare  la  volonta'  di  tulle  le imprese coinvolte di partecipare al medesimo piano formativo, nonche' esplicitare  l'articolazione  interaziendale,  territoriale   o   per filiera del progetto da realizzare, con riferimento alle attivita' di cui all'art. 1, comma 2, del citato decreto ministeriale  6  novembre 2009, nel rispetto dei requisiti previsti  all'art.  2  del  presente decreto. Indipendentemente  dal  piano  formativo  proposto,  possono essere  oggetto  di  finanziamento  esclusivamente  le  attivita'  di formazione  dirette  ai  destinatari  che  possiedono   i   requisiti richiesti al precedente comma 2. Ai fini del finanziamento,  l'attivita'  formativa  deve  essere avviata a partire dal 1° dicembre 2015 e deve avere termine entro  il 31 maggio 2016. Potranno essere  ammessi  costi  di  preparazione  ed elaborazione del piano formativo anche se antecedenti  a  tale  data, purche' successivi alla data di pubblicazione in  Gazzetta  Ufficiale del presente decreto. Ai fini dell'erogazione, l'intensita' massima del contributo, le relative maggiorazioni ed i costi ammissibili sono calcolali in  base a quanto previsto dall'art. 31 del citato Regolamento (CE) n.  651/2014. Le domande par accedere ai contributi devono essere presentate, in via telematica, a partire dal 28 settembre 2015 ed entro il termine perentorio del 30 ottobre 2015. Dovranno essere sottoscritte con firma digitale dal rappresentante legale dell’impresa, del consorzio o della cooperativa richiedente, seguendo le specifiche modalità che saranno pubblicate, a partire dal 14 settembre 2015, sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti nella sezione Autotrasporto Contributi ed Incentivi. Al momento della compilazione online della domanda dovranno essere obbligatoriamente indicati, a pena di inammissibilità, oltre ai dati identificativi del richiedente, i seguenti elementi: a) il soggetto minatore delle azioni formative; b) il programma del corso (le materie di insegnamento, la data di inizio e di fine del progetto formativo, il numero complessivo delle ore di’ insegnamento, il numero e la tipologia dei destinatari dell’iniziativa e l’eventuale presenza di corsi FAD); c) il preventivo della spesa suddiviso per formazione generale e formazione specifica e nelle seguenti voci: costi della docenza in aula; costi dei tutor, altri costi per l’erogazione della formazione; spese di viaggio relative a formatori e partecipanti alla formazione (sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità); materiali e forniture con attinenza al progetto; ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione; costi dei servizi di consulenza relativi all’iniziativa formativa programmata; costi di personale dei partecipanti al progetto di formazione; spese generali indirette, secondo le modalità dettate dall’art. 31 del Regolamento generale in materia di esenzione dagli aiuti di Stato adottato dalla Commissione Europea in data 17 giugno 2014; il calendario del corso (materia trattata, giorno, ora e sede di svolgimento del corso medesimo).

Contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore autotrasportoGU Serie Generale n.211 del 11-9-2015

MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231