Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

4 ottobre 2014

Contributi a fondo perduto per frigoristi e alimentaristi – Bando 2014


Contributi a fondo perduto per frigoristi e alimentaristi – Bando 2014

Delibera della Giunta camerale n.98 del 23 settembre 2014

bando savonaNell’ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Savona intende sostenere e incentivare, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto, la qualificazione e gli investimenti delle imprese che utilizzano taluni gas fluorurati a effetto serra nonché la realizzazione di interventi aziendali finalizzati a prevenire i rischi e pericoli che potrebbero insorgere durante tutta la filiera alimentare previsti dal metodo di autocontrollo del sistema HACCP e volti a tutelare la salute dei consumatori.

Beneficiari

Possono presentare domanda le piccole e micro imprese (con priorità in fase di assegnazione del contributo a queste ultime), come definite dalla normativa europea vigente, che risultino in regola con il pagamento del diritto annuale camerale, non risultino sottoposte a procedure concorsuali o liquidazione e non si trovino in stato di difficoltà ai sensi della Comunicazione della Commissione Europea 2004/C244/02 (file formato .pdf - 269 KB).


Iniziative ammissibili

Il bando è volto a sostenere mediante la concessione di contributi a fondo perduto le spese per:

  1. la partecipazione a corsi di formazione e conseguente certificazione delle imprese e del personale ai sensi del DPR 43/2012 (file formato .pdf - 142 KB) su taluni gas fluorurati ad effetto serra (attività di recupero, installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra) e investimenti  (acquisto ex novo, sostituzione/adeguamento di macchinari e attrezzature) necessari per il conseguimento della certificazione aziendale; 
  2. interventi (acquisto, sostituzione e adeguamento di impianti produttivi, macchinari e attrezzature e/o adeguamento dei locali in cui si svolge l’attività aziendale) previsti dal piano di autocontrollo e funzionali al rispetto delle normative in materia di sicurezza e igiene alimentare ai sensi del DL193/2007 (file formato .pdf - 32 KB) e redazione del manuale di autocontrollo, solo per le nuove imprese iscritte al Registro imprese in data non anteriore al 01/07/2013.

Operatività

La presentazione delle domande dovrà avvenire a partire dal giorno 1 ottobre fino al 15 novembre 2014 mediante invio telematico e pagamento telematico dell’imposta di bollo nell’importo vigente (attualmente  € 16,00), utilizzando la piattaforma Web Telemaco (http://webtelemaco.infocamere.it) – Servizi e-gov - Contributi alle imprese.

L’invio telematico della domanda potrà essere effettuato sia direttamente dall’impresa sia da parte di un soggetto presentatore (associazione di categoria / agenzia / studio / altro soggetto privato ) delegato dall’impresa.

Per l'invio telematico delle domande attraverso la piattaforma webtelemaco occorre seguire le istruzioni contenute nella Guida alla trasmissione telematica delle domande (file formato .pdf -  1180 KB).

E', inoltre, possibile seguire un corso on line per la procedura di spedizione di una pratica al seguente link esterno: http://elearning.infocamere.it/login/index.php

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo esclusivamente le spese (previste dall'art.5)  - al netto dell’IVA e altre imposte - sostenute (fatturate e quietanzate) dal 1° luglio  2013 alla data di scadenza del bando (15 novembre 2014) per le finalità di cui all’art. 4.

Agevolazione

  • Contributo a fondo perduto concesso nel rispetto del regime “de minimis”, calcolato nella misura del 50% (per la parte investimenti) e/o '80% (per la parte formazione/certificazione/introduzione piano autocontrollo) delle spese ammissibili, con un minimo di spesa e un contributo di importo massimo calcolato sulla base di quanto previsto dall'art.7 del bando camerale;
  • Il contributo non è cumulabile con altri aiuti di stato o “de minimis” riguardanti le stesse spese;
  • Il contributo è assoggettato, ove applicabile, alla ritenuta d’acconto del 4% disposta dall’art. 28 – c. 2 del D.P.R. 600/73 e all'imposta di bollo di € 2,00 ai sensi della L. 71/2013, salve ulteriori disposizioni normative.
Scarica il bando (file formato .pdf -  135 KB)

Scarica il modulo di domanda (file formato .rtf -  784 KB)

Leggi altri articoli della categoria Bandi e Concorsi