Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

5 febbraio 2015

Contributi alle imprese del cardato per progetti innovativi


Contributi alle imprese del cardato per progetti innovativi

Data di scadenza presentazione domande
venerdì, 27 marzo 2015 17:00

Contributi alle imprese del cardato per progetti innovativiLa Regione Toscana, con decreto n. 6459 del 18 dicembre 2014, ha approvato  e pubblicato il bando "Concessione di contributi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) produttrici di prodotti tessili cardati" (allegato A del decreto), al fine di agevolare la realizzazione di progetti di innovazione di processo o di prodotto da parte delle imprese produttrici di prodotti tessili cardati (derivante da processi di filatura laniera cardata) per ottenere marchi e/o certificazioni di qualità e di salubrità, in attuazione del decreto del Ministero dello Sviluppoeconomico 6 marzo 2013 e del progetto approvato con deliberazione di Giunta regionale n.531 del 2013, finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico (Mise) con decreto 29774 del 21/11/2013.
Per prodotto cardato si intende un prodotto risultato di un ciclo di filatura destinato alla lavorazione delle fibre che, per la loro limitata lunghezza o per la loro specificità, non possono subire l'operazione di pettinatura e quindi confluire nel ciclo di filatura pettinata.

Finalità. Concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale ai sensi del Regolamento n. 1407/2013, della Commissione, relativo all'applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato agli aiuti d'importanza minore ("de minimis") ed in conformità alle disposizioni comunitarie e/o nazionali e regionali vigenti in materia, nonché dei principi di semplificazione e di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese.

Destinatari. Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi e Società Consortili esercitanti un'attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici Ateco Istat 2007:

13.1 - "Preparazione e filatura di fibre tessili"
13.2 - "Tessitura"
13.3 - "Finissaggio dei tessili"
13.9 - "Altre industrie tessili", con esclusione dei sottocodici 13.94, 13.99.1, 13.99.2;
14.1 - "Confezioni di articoli di abbigliamento" con esclusione del sottocodice 14.11
14.3 – "Fabbricazione di articoli di maglieria".
In caso di Consorzio, Società Consortile o Rete-Soggetto, oltre al Codice Ateco di questi ultimi, sono richiesti anche i Codici Ateco delle singole imprese consorziate/aderenti alla rete.

Progetti ammissibili. La proposta progettuale deve prevedere investimenti innovativi che consistono nell'acquisire i seguenti definiti nel "Catalogo dei servizi avanzati e qualificati" approvato con decreto dirigenziale n. 4983/2014:
A2 Studi di fattibilità di primo livello
B.1.1. Servizi di supporto alla ricerca e sviluppo e all'innovazione di prodotto e/o di processo nella fase di concetto
B.1.2. Servizio di supporto all'introduzione di nuovi prodotti
B.1.3. Servizi tecnici di progettazione per ricerca e sviluppo e per innovazione di prodotto e/o di processo produttivo
B.1.4. Servizi tecnici di sperimentazione (prove e test);
B.1.5 Servizi di gestione della proprietà intellettuale
B.1.6 Ricerca contrattuale
B.1.7 Servizi di supporto all'innovazione dell'offerta
B. 2.1 Servizi di supporto al cambiamento organizzativo
B.2.2 Servizi di miglioramento dell'efficienza delle operazioni produttive
B.2.3 Gestione della catena di fornitura
B.2.4 Supporto alla certificazione avanzata
B.2.5. Servizi per l'efficienza energetica
B. 2.6 Servizi per l'efficienza e la responsabilità ambientale
B.2.7 Servizi di supporto all'innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa Temporary Management (TM)
B.3.1 Supporto alla introduzione di innovazioni nella gestione delle relazioni
con i clienti
B.3.2 Supporto allo sviluppo di reti distributive specializzate ed alla promozione di prodotti
B.3.3 Servizi di valorizzazione della proprietà intellettuali
B.4.2.1 Marchi collettivi
B.4.2.2 Tracciabilità/Rintracciabilità dei prodotti
B.4.2.3 Certificazione di filiera
B.4.2.4 Logistica e supply chain management
B.4.2.5 – Reti distributive e gestione delle relazioni con i clienti
B.4.2.6 – Temporary management
C.1 Partecipazione a fiere e saloni internaziona
C.2. Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all'estero
C.3 Servizi promozionali
C. 4. Supporto specialistico all'internazionalizzazione

bando toscanaScopri di più

Leggi altri articoli della categoria Bandi e Concorsi