Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

31 marzo 2017

Correttivo Appalti, Consiglio di Stato: ‘i parametri non devono essere obbligatori’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23131/03/2017 – La bozza del Correttivo al Codice Appalti si scontra con il parere del Consiglio di Stato. Contestati l’obbligo di utilizzare il Decreto Parametri, l’allentamento dei vincoli sul subappalto, l’appalto integrato nei casi di urgenza e l’aumento degli inviti nelle procedure negoziate sono alcuni degli argomenti contestati dai giudici. Come già affermato dall’Anac, il primo errore di fondo è stato prevedere una valutazione degli effetti del Codice Appalti dopo solo un anno. Secondo il Consiglio di Stato, le leggi possono essere corrette solo dopo un congruo periodo di applicazione, che deve essere almeno di due anni. Ma entriamo nel merito dei singoli argomenti. Parametri e progettazione interna Dopo una serrata battaglia, i professionisti avevano ottenuto che nel Correttivo fosse introdotto l’obbligo, per le stazioni appaltanti, di utilizzare il Decreto Parametri (DM 17 giugno 2016) per determinare.. Continua a leggere su Edilportale.com