Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

27 marzo 2015

Corruzione, CNI: no a concentrazioni di prestazioni professionali nelle mani di pochi

27/03/2015 - Il controllore non può essere indicato dal controllato. Occorre abolire l’art. 137 del Codice degli Appalti dove l’esecutore dell’opera individua il direttore dei lavori. Non ha dubbi il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (Cni), Armando Zambrano che, introducendo il convegno “Open Government e Agenda Digitale: Trasparenza e Anticorruzione” tenutosi ieri a Roma, rilancia, dopo i recenti fatti di cronaca, il tema del contrasto alla corruzione.   “È assolutamente necessario - ha spiegato - evitare concentrazioni di prestazioni professionali nelle mani di pochi soggetti. Siamo rimasti perplessi dinanzi al fatto che l’Antitrust non sia intervenuto rispetto a situazioni di evidente monopolio che avrebbero potuto essere gestite in maniera differente”.   Rotazione dei dirigenti, centralità del progetto sin dalle fasi iniziali in modo da evitare continue varianti con il conseguente..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria PROFESSIONE