Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

26 gennaio 2016

Costruzioni in zona sismica, nessuno ‘sconto’ sulle autorizzazioni

26/01/2016 – In zona sismica anche le strutture precarie devono rispettare specifiche procedure di autorizzazione se possono avere ripercussioni sulla pubblica incolumità. Lo ha spiegato la Corte di Cassazione con la sentenza 48950/2015. Nella valutazione sulla correttezza e completezza delle autorizzazioni richieste, hanno specificato i giudici, non hanno nessun peso la tipologia di struttura realizzata e i materiali impiegati. Quando si costruisce in zona sismica, bisogna inviare un preavviso scritto allo Sportello Unico per l’edilizia, che trasmette una comunicazione all’Ufficio tecnico competente. La procedura va seguita sia per le nuove costruzioni sia per gli interventi sugli edifici esistenti, come ad esempio le sopraelevazioni o le riparazioni. Nel caso preso in esame, in zona sismica era stata realizzata la chiusura di una veranda di 25 metri quadri con muri perimetrali fatti da mattoni forati dello spessore di 30 centimetri... Continua a leggere su Edilportale.com LOGO MODI CON GONDOLA - per facebook