Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

23 febbraio 2015

Dall’ANAC le istruzioni per candidarsi come soggetto aggregatore

20/02/2015 – L’Autorità Nazionale Anti Corruzione (ANAC) ha pubblicato la Determinazione 2/2015 contenete le istruzioni necessarie agli enti locali per inviare le candidature come soggetti aggregatori, ovvero per rientrare nelle 35 stazioni appaltanti nazionali che prenderanno il posto delle circa 32 mila al momento esistenti.   Ricordiamo che secondo il DPCM 11 novembre 2014, possono rientrare tra i soggetti aggregatori i vari enti, tra cui Città metropolitane, province, associazioni, unioni e i consorzi di enti locali, che hanno avviato procedure per l’acquisizione di beni e servizi per almeno 200 milioni nell'ultimo triennio e comunque con un valore minimo di 50 milioni di euro per ciascun anno. Secondo quanto si legge nella Determina le stazioni appaltanti che intendono candidarsi come "soggetti aggregatori" devono dichiarare che “svolgono attività di centrale di committenza ai sensi dell’art...
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria LAVORI PUBBLICI