Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

1 febbraio 2016

Decreto ministeriale 13 Gennaio 2016

Modalità e termini per la designazione e l’individuazione dei componenti della Commissione consultiva permanente

Decreto ministeriale 13 Gennaio 2016

Firmato il Decreto concernente l’individuazione delle modalità e dei termini per la designazione e l’individuazione dei componenti della Commissione consultiva permanente

In data 13/1/2016 è stato firmato il Decreto ministeriale  concernente l’individuazione delle modalità e dei termini per la designazione e l’individuazione dei componenti della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi dell’articolo 6, comma 5, del d.lgs. n. 81/2008, come modificato dall’articolo 20 del d.lgs. n. 151/2015. Designazione degli esperti da parte delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative a livello nazionale 1. Gli esperti, effettivi e supplenti, di cui all' articolo 6, comma 1 , lettere h) ed i) del decreto legislativo n. 81 del 2008, sono designati rispettivamente dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative a livello nazionale, nelle forme indicate nell'avviso di cui all'articolo 1 , comma 1, e nel termine di cui all'articolo 1, comma 2. 2. Qualora le designazioni di cui al comma l siano superiori al numero di esperti rispettivamente previsti all'articolo 6, comma l, lettere h) ed i), del decreto legislativo n. 81 del 2008, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali effettua una selezione, tenendo conto del grado di rappresentatività delle organizzazioni designanti e della necessità di garantire il pluralismo, sulla base di una valutazione complessiva dei seguenti elementi: a) consistenza numerica delle organizzazioni sindacali; b) diffusione sul territorio nazionale; c) partecipazione alla negoziazione e stipulazione dei contratti nazionali collettivi di lavoro; d) partecipazione alla trattazione delle controversie di lavoro individuali, plurime e collettive. 3. Le organizzazioni sindacali designanti possono, congiuntamente alle designazioni, far pervenire tutta la più ampia e aggiornata documentazione utile a dimostrare la sussistenza degli elementi indicati al comma 2, oppure far riferimento alla documentazione già in possesso della pubblica amministrazione

Decreto ministeriale 13 Gennaio 2016Decreto ministeriale 13 Gennaio 2016

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231