Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

30 aprile 2016

Dispositivi di comando montati sulle macchine

Dispositivi di comando montati sulle macchine Barriere e griglie fotoelettriche di sicurezza

Dispositivi di comando montati sulle macchine

sicurezza_lavoro Scheda tematicaLa presente scheda tematica si rivolge ai progettisti, ai fabbricanti, ai fornitori e agli utilizzatori di macchine dotate di dispositivi di comando. Il documento fa parte di una serie dedicata interamente ai dispositivi di comando. Quando l’operatore introduce una parte del corpo nella zona protetta dalla barriera fotoelettrica e oltrepassa la cortina di raggi creata dalla stessa, il dispositivo di sicurezza provoca l’arresto immediato dei movimenti pericolosi della macchina. Le barriere e le griglie fotoelettriche reagiscono non appena uno o più raggi vengono interrotti.Le barriere fotoelettriche sono una combinazione di raggi che escono di fabbrica con una distanza fissa. Il fabbricante della barriera fotoelettrica deve definire la capacità di rilevamento della stessa (dita, mani o braccia). Le griglie fotoelettriche sono un insieme di singoli raggi. Il fabbricante della macchina deve fare in modo che il numero e la distanza dei raggi siano corretti. Le barriere e le griglie fotoelettriche di sicurezza devono essere posizionate in modo da rendere impossibile l’accesso alla zona pericolosa dall’alto, dal basso e dai lati senza avere prima intercettato il campo protetto dalla barriera. La distanza rispetto al punto pericoloso deve essere tale da poter arrestare il movimento pericoloso della macchina prima di raggiungere la zona pericolosa. A tale scopo si tiene conto di una velocità di avvicinamento di 1,6 m/s (velocità del corpo) o di 2 m/s (velocità di movimento degli arti superiori). Per maggiori dettagli consultare la norma EN ISO 13855. Le barriere e le griglie fotoelettriche di sicurezza reagiscono non appena uno o più raggi vengono interrotti. La norma EN 61496-1 «Sicurezza del macchinario – Apparecchi elettrosensibili di protezione» distingue tra due tipi di barriere e griglie in funzione del livello di rischio presente sulla macchina (tipo 2 per rischi mediobassi e tipo 4 per rischi medio-alti).

sicurezza_lavoro Scheda tematicaScarica Scheda tematica

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231