Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

28 agosto 2015

Distanze legali tra edifici, quando si devono rispettare?

28/08/2015 – I regolamenti edilizi comunali non possono modificare i concetti di ristrutturazione, ricostruzione e nuova costruzione. Questa possibilità potrebbe infatti incidere sul rispetto delle distanze legali tra le costruzioni. La spiegazione è arrivata con la sentenza 17043/2015 della Cassazione. Distanze e classificazione degli interventi edilizi I giudici hanno ricordato che per ristrutturazione si intende un intervento in cui rimangono invariate le componenti essenziali dell’immobile, cioè i muri perimetrali, le strutture orizzontali e la copertura. Allo stesso tempo, la Cassazione ha spiegato che nelle ricostruzioni devono essere ripristinate le stesse dimensioni dell’edificio preesistente. In altre parole, non può esserci un aumento della superficie o della volumetria, perché in tal caso ci si ritroverebbe di fronte a una nuova costruzione. Capire l’esatta classificazione degli interventi.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231