Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

31 marzo 2015

Dopo quello della Puglia arriva il Piano Paesaggistico della Toscana

31/03/2015 – La Toscana ha approvato venerdì 27 marzo il Piano paesaggistico che regola e tutela cave, spiagge, il territorio agricolo, i boschi, i laghi, i fiumi, i nuclei storici dei paesi le colline e le vette delle montagne.   Tra le novità introdotte la cessazione delle attività estrattive sopra i 1200 m di quota entro 6 anni, con l'eccezione di Minucciano e Levigliani (Stazzema), antiche comunità di cavatori aggrappate al marmo e alla sua ricchezza.   Inoltre sarà necessaria la verifica della compatibilità paesaggistica per il rilascio delle autorizzazioni per le nuove attività estrattive, per la riattivazione di cave dismesse (solo nei casi previsti dagli strumenti urbanistici comunali), e per ampliamenti (fino al 30% del volume) o varianti di quelle esistenti.   Questa norma in particolare aveva suscitato polemiche da parte dai lavoratori delle imprese lapidee che hanno manifestato davanti alla..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Ambiente