Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

28 Gennaio 2019

Erogare la formazione e-learning

 

l’analisi dei bisogni e la progettazione di un intervento formativo

Erogare la formazione e-learning

e-learningUn processo di formazione in un’azienda oggi può interessare un piccolo settore come può essere molto vasto e toccare molti altri fronti e settori. 

Anche se parte da un piccolo settore, comunque, coinvolge necessariamente ed in ogni caso, porzioni d’azienda che spesso vanno al di là del mero settore coinvolto e tocca, rimodulandoli, equilibri interni più ampi, in diversi tempi e momenti. Le metodologie di intervento formativo che oggi si possono mettere in campo poi sono tra le più varie.

Si va dalla classica lezione frontale in aula, alle esercitazioni, ai lavori di gruppo, all’outdoor training, all’aula virtuale, ai corsi in autoformazione, ai corsi in e-learning, ecc Sono sempre più presenti in azienda anche varie tipologie di formazione più personalizzate e basate in particolar modo sull’interazione tra persona e persona: tutoraggi, affiancamenti, mentoring, coaching, ecc…

Si parla in questi casi di tecniche di formazione nuove, (che sono però anche ‘antiche’…), nelle quali viene più in evidenza il rapporto individuale, tra consulente/formatore/coach e allievo. Il contesto in cui ci muoviamo è quello prevalentemente delle aziende italiane. Consideriamo comunque che il processo è facilmente estendibile, con pochi ulteriori passaggi ed approfondimenti, anche ad aziende e persone di altri paesi, sia europei che extraeuropei.

Ci si sta accorgendo infatti che le dinamiche di apprendimento delle persone sono simili, da qualsiasi latitudine essi provengano e lo saranno probabilmente sempre di più in futuro, in virtù della cultura globalizzata verso cui stiamo andando-

L’erogazione di un intervento formativo in modalità e-learning è la fase che si trova a valle della progettazione di dettaglio, della produzione dei materiali didattici, della loro acquisizione e del loro adattamento, della realizzazione degli ambienti di formazione.

Essa consta di due macro processi fondamentali:

a) la veicolazione vera e propria dei contenuti formativi;

b) il coordinamento e la gestione di tutte le attività connesse.

Esse dovranno essere oggetto di continuo monitoraggio e potranno essere condotte dall’amministrazione, specie per quelle attività di coordinamento di più alto livello, oppure da fornitori esterni.

Le valutazioni e il monitoraggio di un progetto formativo in modalità e-learning.

Tali azioni devono basarsi su un’assunzione di fondo: quella cioè che l’erogazione sia un complesso di attività di servizio. I servizi in questione (ad esempio servizi di formazione, servizi di fornitura di beni ICT, di manutenzione, di comunicazione, di marketing, di tutoring ecc.) a propria volta possono essere generati dall’interno o dall’esterno dell’azienda, secondo i modelli relativi ai cicli di qualità del servizio ampiamente consolidati nell’ambito nelle normative ISO. Oltre a ciò, però, è necessario che l’azienda definisca chiaramente i requisiti di qualità dei servizi da erogare, nei termini che essa ritiene accettabili, per conseguire gli obiettivi che si è posta, nello specifico contesto e in relazione allo specifico progetto.

Già nel capitolato di gara, ove presente, è necessario far riferimento ai livelli di servizio attesi e successivamente, in sede di aggiudicazione, è necessario sottoporre ad analisi e valutazione anche i livelli di servizio che il fornitore dichiara e si impegna a rispettare.

GESTIONE E COORDINAMENTO DELL’EROGAZIONE

La complessità della fase di erogazione impone, a chi ne sovrintende la gestione, di stendere una mappa dettagliata dei processi, per evidenziare e tenere sotto controllo tutti i sottoprocessi identificabili sul piano operativo.

Una volta definite le attività che costituiscono il processo di erogazione, è necessario passare alla stesura delle procedure che definiscono le modalità del loro svolgimento.

L’elenco completo delle procedure relative ai sotto-processi può essere usato come lista di controllo per verificare che, per il loro sviluppo, siano disponibili:

• le risorse umane;

• le risorse tecnologiche ed infrastrutturali;

• i materiali (modulistica e strumenti di supporto per gestire le operazioni di routine).

Le procedure devono essere sempre in formato digitale e accessibili online da tutti coloro che curano l’erogazione del corso, in modo da essere sempre aggiornate e visibili a tutti i soggetti coinvolti.

Le procedure di gestione devono essere progettate in modo che nel corso del loro svolgimento sia facile raccogliere i dati che sono considerati necessari per il monitoraggio del progetto da tutti i punti di vista: didattico, tecnico, comunicativo.

E’ utile, infine, effettuare una pianificazione e un coordinamento generale di tutti i processi e le attività che permettono di gestire fasi e tempi di erogazione.

L’uso di strumenti semplici come i diagrammi di Gantt o più complessi come i sistemi di gestione dei flussi di lavoro (workflow management system) consente la programmazione di tutte le attività connesse all’erogazione, il loro aggiornamento e la possibilità di condividere le informazioni con tutti i soggetti coinvolti.

E-learning_4.pngErogare la formazione e-learning

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
Leggi altri articoli della categoria Generale
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,