Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

23 gennaio 2015

Faq Sicurezza Lavoro


FAQ Sicurezza Lavoro

faq sicurezza lavoroLe Frequently Asked Questions, meglio conosciute con la sigla FAQ, sono letteralmente le "domande poste frequentemente"; più esattamente sono una serie di risposte stilate direttamente dall'autore, in risposta alle domande che gli vengono poste, o che ritiene gli verrebbero poste, più frequentemente dagli utilizzatori di un certo servizio.


Interessanti Faq del ULSS 9 di Treviso in materia di sicurezza lavoro.

Le Faq, aggiornate al 24 dicembre 2014 riguardano :

1 - Formazione

2 - Figure della prevenzione (Datore di lavoro, dirigente, preposto, lavoratori, deleghe funzioni, RSPP, RLS)

3 - Gestione delle emergenze (primo soccorso - antincendio)

4 - Valutazione dei rischi - POS - PSC

5 - Sorveglianza sanitaria e medico competente

6 - Ambienti di lavoro

7 - Cantieri

8 - Macchine impianti 

9 - DPI

10 - Documentazione

11 - Tutela dei lavoratori (lavoratrici madri, problemi di genere, età, provenienza e lingua)

faq sicurezza lavoroFaq Sicurezza Lavoro

D. Ho conseguito una laurea prevista dall'art. 32 comma 5 del Dlgs 81/08. Per svolgere il ruolo di RSPP, sono esonerato dai moduli A e B del corso ? per quali settori ATECO ? Ho l'obbligo di frquentare il modulo C ?

R. E' esonerato dalla frequenza dei moduli A e B. Nel caso del modulo B è esonerato per tutti i settori di attività (ATECO). Dovrà però frequenatre il modulo C. I moduli A e C costituiscono crediti permanenti mentre dovrà frequentare gli aggiornamenti previsti per il modulo B per ogni settore ATECO in cui esercita l'attività (anche con formazione a distanza - FAD).

D. La Ns. struttura, disponendo di CARRELLI ELEVATORI in uso al personale di manutenzione e magazzino, già nel dicembre 2007 aveva provveduto in tal senso, predisponendo un evento formativo per il personale interessato al termine del quale è stata consegnata copia del quaderno informativo “La conduzione dei carrelli” (norme di sicurezza per carrellisti) e rilasciato un attestato di frequenza sul quale vengono indicati i dati del discente: cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale e n. documento di identità. Risulta evidente che su tale documentazione non vengono riportate le ore di formazione; è a tal proposito che ci si chiede se il corso effettuato è da ritenersi valido a tutti gli effetti secondo la normativa vigente o se è il caso di ripetere l’istruzione dei dipendenti preposti all’utilizzo degli strumenti in oggetto.

R. Ci troviamo nelle condizioni previste dal punto 9.1 lett c) dell’allegato A dell’accordo Stato Regioni del 22/febbraio/2012: “corsi di qualsiasi durata non completati da verifica finale”. A questo punto è necessario valutare la documentazione dei corsi precedenti secondo le indicazioni del punto 9.3 per questa tipologia:
a) se sono disponibili almeno il registro del corso con gli argomenti trattati, elenco e firma di presenza dei discenti, nominativo e firma del docente, data di effettuazione, i lavoratori devono frequentare entro 24 mesi dal 12/03/2013 il corso di aggiornamento di cui al punto 6 (4 ore) + verifica finale. b) Se non è disponibile la documentazione sopra descritta, la formazione pregressa non può essere riconosciuta e devono fare ex novo il corso di 12 ore con verifica

ULSS9 TREVISO - via Sant'Ambrogio di Fiera, 37 - 31100 Treviso (TV) - Tel. Centralino 0422 3221

ultimo aggiornamento in data 24/12/2014

 

PUBBLICITA'
formazione_elearning


Leggi altri articoli della categoria sicurezza