Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

26 febbraio 2016

Fondi paritetici interprofessionali. Indicazioni in materia di acquisizioni di beni e servizi e contributi per le attivita’ formative

Circolare n.10 del 18 02 2016 Ministero del lavoro

Fondi paritetici interprofessionali. Indicazioni in materia di acquisizioni di beni e servizi e contributi per le attivita' formative

fondi formazioneL’Art.118, della Legge 23 dicembre 2000, n. 388, recante "Interventi in materia di formazione professionale nonché disposizioni di attività svolte in fondi comunitari e di Fondo sociale europeo", ha previsto che "al fine di promuovere, in coerenza con la programmazione regionale e con le funzioni di indirizzo attribuite in materia al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, lo sviluppo della formazione professionale continua, in un'ottica di competitività delle imprese e di garanzia di occupabilità dei lavoratori, possono essere istituiti, per ciascuno dei settori economici dell'industria, dell'agricoltura, del terziario e dell'artigianato, nelle forme di cui al comma 6, fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua, nel presente articolo denominati fondi. Il medesimo articolo prosegue prevedendo che i fondi possono finanziare in tutto o in parte piani formativi aziendali, territoriali, settoriali o individuali concordati tra le parti sociali, nonché eventuali ulteriori iniziative propedeutiche e comunque direttamente connesse a detti piani concordate tra le parti.

Ai sensi dell'art. 17 del decreto legislativo n. 150 del 2015, i primi due periodi dell'articolo 118, comma 2, della legge n. 388 del 2000 sono stati così riformulati:

"L'attivazione dei fondi è subordinata al rilascio di autorizzazione da parte del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, previa verifica della conformità alle finalità di cui al comma 1 dei criteri di gestione delle strutture di funzionamento dei fondi medesimi, della professionalità dei gestori, nonché dell'adozione di criteri di gestione improntati al principio di trasparenza. La vigilanza sulla gestione dei fondi è esercitata dall'ANPAL, istituita ai sensi dell'articolo 1, comma 4, lettera c), della legge 10 dicembre 2014, n. 183, che ne riferisce gli esiti al Ministero del lavoro e delle politiche sociali".

Punti principali trattati nella circolare:

  • Principi interpretative in tema di applicazione della normative in materia di appalti pubblici.
  • Nota ANAC del 15 gennaio 2015
  • Indicazioni operative
  • Acquisizione di beni e servizi da parte dei Fondi interprofessionali
  • Concessione (Attribuzione) di contributo/sovvenzione per "finanziare in tutto o in parte piani formativi aziendali, territoriali, settoriali o individuali concordati tra le parti sociali"
Circolare n. 10 del 18 02 2016 Ministero del lavoroCircolare n. 10 del 18 02 2016 Ministero del lavoro   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231