Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

10 febbraio 2015

Fotovoltaico, l’esclusione dei siti non idonei va motivata

10/02/2015 – Gli atti con cui alcune zone sono definite non idonee all’installazione degli impianti fotovoltaici devono essere motivati. Prima della dichiarazione di non idoneità, inoltre, va verificata l’attività svolta sui terreni. Lo ha chiarito il Tar Toscana con la sentenza 36/2015.   Il Tar si è pronunciato sul ricorso del proprietario di un terreno che, a suo avviso, era stato escluso impropriamente dalla possibilità di installare dei pannelli fotovoltaici.   La Legge Regionale 11/2011 aveva infatti dichiarato alcuni terreni non idonei, salvo diversa determinazione provinciale. La Provincia aveva deciso di scorporare dal divieto di installazione le aree non utilizzate per avicoltura e viticoltura. Dal momento che i terreni del ricorrente non erano utilizzati per questi scopi, ma che non era comunque stata riconosciuta loro l’idoneità all’installazione degli impianti, il proprietario aveva fatto ricorso..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria