Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

9 marzo 2015

Gli ecoreati saranno puniti con sanzioni più pesanti

09/03/2015 – Diventano più pesanti le pene per i reati ambientali e resta fermo il principio comunitario di “chi inquina paga”. Le novità con l’inasprimento delle sanzioni sono contenute nel ddl sui reati ambientali approvato nei giorni scorsi dal Senato, che ha introdotto nuovi illeciti nel Codice Penale, come l’inquinamento ambientale, il disastro ambientale, il traffico e l’abbandono di materiali radioattivi.   Danno ambientale È punito con la reclusione da due a sei anni e con la multa da 10 mila a 100 mila euro chi provoca una compromissione o un deterioramento rilevante dello stato del suolo, del sottosuolo, delle acque o dell’aria, dell’ecosistema, della biodiversità, anche agraria, della flora o della fauna sel-vatica. Quando l’inquinamento è prodotto in un’area naturale protetta o sottoposta a vincolo paesaggistico, ambientale, storico, artistico, architettonico o archeologico,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria